Vai al contenuto

Wittelsbach

Admin
  • Numero contenuti

    8555
  • Iscritto

  • Ultima visita

2 Seguaci

Su Wittelsbach

  • Rank
    Turbo user
  • Compleanno Marzo 23

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Luogo
    St. Florian
  • Interessi
    Conservatorio, ossia conserve di frutta e verdura

Visite recenti

21497 visite nel profilo
  1. Beh non malaccio, malgrado le condizioni di registrazione tecnicamente non felici. Coloratura a volte non fluidissima, ma notevoli carezze vocali, che propiziano un'atmosfera coerente col significato scenico di quest'aria, come sempre con la Callas.
  2. Uno dei più malinconici documenti lasciatici dalla Callas: questa e altre incisioni parigine di metà anni Sessanta. La povera Maria non ce la fa quasi più. Uniamoci le strappate barbare dell'orchestra trasandata del mediocre mestierante Rescigno, che rare volte ha saputo andare oltre la mediocrità, e certo non con questo Mozart verdianizzato. Se la Callas avesse inciso Donna Anna negli anni Cinquanta ci avrebbe dato probabilmente un'interpretazione di sicuro riferimento, sto provando a immaginarmi un suo "Non mi dir". @Pinkerton
  3. Ma chi ha mai fatto queste cose!
  4. Qui l'organo non suona praticamente mai. Comunque la Messa se comprende Kyrie e Gloria non è tutta di Bruckner. Basta leggerne la storia qui. La versione presente ha le parti mancanti composte da tale Stenov.
  5. Mi sono permesso di spostare il topic nella sezione più acconcia. Sinceramente, non so di chi sia. So che è stato usato dai famigerati Rondò Veneziano nel brano "Musica...Fantasia". I Rondò spessissimo prendevano a prestito musiche antiche, oltre a comporne in proprio ma "in stile di". Ora non so dirti quale dei due casi sia questo.
  6. Na' boiata pazzesca, visto anche lui. Io ho la passione per il cinemaccio di genere. Quello almeno è girato a colori e non in un bianco e nero fittizio per simulare con ingenuità il Dogma danese (altra roba che butterei nel cestino, personalmente) nella declinazione amatriciana.
  7. Chissà, forse il solito @Madiel ne sa qualcosa...
  8. Uno dei film più orripilanti della storia cinematografica italiana.
  9. Problema non da poco: i centri centrali (bruttissimo bisticcio verbale) di smistamento delle poste italiane sono in difficoltà.
  10. E' un Ring rappresentativo dell'epoca moderna, che su Wagner non è affatto male anzi è sensibilmente migliore degli anni Ottanta-Novanta. Nel cast vedo Lance Ryan che di solito si comporta bene come Siegfried, anche se questi habitué del ruolo sono soliti deteriorarsi dopo pochi anni. Il maggior problema nella nostra epoca è rappresentato da Brunnhilde solitamente. Weigle è un onesto kapellmeister. Credo si tratti di un acquisto consigliabile per gli adoratori wagneriani. Gli altri possono sentirlo su spotify per intero. Stesso discorso per il Ring amburghese di Simone Young. Io non ho mai sentito né l'uno né l'altro. A 19.90 certo è una ottima offerta!
  11. Credo comunque che sia la divisione italiana della Decca, che ha logiche di promozione di artisti nostrani (vedi i dischi di Chopin con Pietro De Maria).
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy