Vai al contenuto

anita

Members
  • Numero contenuti

    124
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su anita

  • Rank
    Qualcuno

Visite recenti

743 visite nel profilo
  1. Ti ringrazio. Ho sentito dire anche che la Haynes rigenera i flauti sottoponendoli a una forte scarica elettrica. Sarà vero o solo un pò di nostalgia per certi metodi in voga a Sing Sing?...
  2. Ma non c'è rischio che saltino le saldature?...
  3. anita

    FLAUTO NUOVO

    Credo di essere molto certa in merito Gazzelloni ha posseduto un flauto Haynes tutto oro 14 K che successivamente fu venduto a Pasquale Rispoli che lo lasciò in eredità al figlio Guglielmo. Scelse quindi Johannes Hammig per la maggiore sonorità e si fece costruire due flauti gemelli con le caratteristiche che ho già descritto e che erano, anche a detta dello stesso costruttore, i più sonori della sua gamma. So che poco prima della morte aveva espresso il desiderio di avere un Hammig tutto in oro ma non so se lo abbia mai comprato. La notizia sull'ultimo flauto di Larrieu e del suo entusiasm
  4. anita

    FLAUTO NUOVO

    Mi permetto di contraddirTi in due punti: Gazzelloni ha sempre suonato con un Johannes Hammig in argento dorato giallo, tastiera chiusa in linea e testata in oro. Larrieu è di recente passato ad un Brannen Cooper in oro 14 K con testata Lafin e considera quest'abbinamento il migliore provato fino ad ora.
  5. Oggi Roberto Romanini avrebbe compiuto 62 anni. Ovunque Egli sia lo raggiunga la voce dei nostri strumenti...
  6. anita

    FLAUTI TEDESCHI

    Già, Aguirre come mai questo percorso preferenziale? Vuoi farci intendere che ci stai bruciando sul tempo? Comunque l'incontro con Gosse resta confermato al Conservatorio di Torino per venerdì 30 novembre e sabato 1° dicembre dalle ore 14,30 alle 17,00 circa. Ci si vede, baibai
  7. anita

    FLAUTI TEDESCHI

    Per chi decidesse di venire a Torino, suggerirei di prendersi anche un po' di tempo per vedere: la Reggia di Venaria recentemente restaurata che può essere a pieno titolo considerata la Versailles italiana. il Museo Egizio, il 2° al mondo per importanza dopo quello del Cairo. il Museo del Cinema alla Mole Antonelliana. Un viaggio fantastico nella fantasia! le Luci d'Artista che illuminano le strade e le piazze più significative del centro. C'è anche un ottimo Ostello della gioventù! Baibai e a presto.
  8. anita

    Evvivaaaa!!!

    Bene, bravi, bis!!! Scusa Aguirre, ma dietro il tuo pseudonimo si nasconde per caso tal GiEsse? (e non alludevo ai supermercati, eh,eh...)
  9. anita

    FLAUTI TEDESCHI

    Allora sono proprio contenta di avervi passato l'informazione anche perchè, se venite, finalmente ci conosceremo di persona
  10. Normalmente per i flauti di pregio viene utilizzato l'ebano maschio che è un tipo di legno molto più costoso e raro del normale ebano che, al contrario, ha un colore all'origine bruno scuro ma non nero profondo come il succitato e che pertanto viene tinto dopo la lavorazione. Almeno, queste sono le notizie che ho avuto da un valido costruttore (cfr. mia discussione "flauti tedeschi").
  11. anita

    FLAUTI TEDESCHI

    Credo di far cosa gradita comunicandoVi che al Conservatorio "G. Verdi" di Torino, nei giorni 30 novembre e 1° dicembre sarà presente il costruttore Harry Gosse che ci farà provare tutta la sua gamma di flauti e testate oltre ad effettuare un seminario sulla riparazione e registrazione degli strumenti (presentandoci anche un utilissimo kit contenente molle, cacciaviti, tiramolle, cuscinetti, spessori vari ecc... per poter personalmente provvedere alla bisogna). Harry Gosse ha lavorato per oltre trent'anni (dall'età di 15 anni) con Johannes Hammig (quello che costruiva i flauti per Gazzelloni,
  12. Bah, secondo me cambia prof finchè sei in tempo!...
  13. Già, "ma ci faccia il piacere" direbbe Totò... Innanzitutto prendo atto della tua autocritica che è sempre un gran bel punto di partenza, poi concordo con l'intervento di fgpx78. Il resto?... è noia come nel refrain della canzone. Sempre la solita solfa, sempre le solite conventicole basate sui reciproci scambi di favori. Non conosco gli altri ma M.M. si: direttore artistico di qui, docente di qua, blablablà, blablablà ma. in buona sostanza, andatevelo a sentire... Caro Aguirre, ti auguro miglior fortuna al Timisoara, almeno lì la commissione "tecnica" parrebbe più qualificata!
  14. Già, caro Giovanni, Tuo padre era eccezionale! Il mio insegnante, al quale il M° Romanini mi aveva affidato per miei problemi d’orario, mi ricordava che per lui la Sua figura era sempre stata un saldo punto di riferimento sin da quando si erano conosciuti in Conservatorio la bellezza d’oltre quarant’anni or sono… Quando deve parlarci d’un flautista (pardon, d’un musicista) dalle doti eccezionali, il riferimento a Romanini appare spontaneo. Quando s’incontravano era sempre un’esplosione di allegrezza infinita condita da una sfilza di battute esilaranti… Pee Wee voleva saperne di più ed io mi l
  15. No, fgpx78, non sei l'unico e Ti ringrazio della partecipazione. Vorrei aggiungere all'utente n° 5061 iscritto/a il 17 ottobre 2007(!) che qui nessuno dice abitualmente stronzate, né vuole santificare, né accampa deduzioni affrettate e né tanto meno punta indici accusatori. Si fa uso di una garbata sintassi usando parole certo meno incaute del dubitare o trarre deduzioni personali sulla dinamica dell'accaduto, peraltro ampiamente inverata dagli organi di stampa. Qua di "contromano" c'è solo l'ingerenza di "alfadominae"!...
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy