Vai al contenuto

Clarinetmarmalade

Members
  • Numero contenuti

    112
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Clarinetmarmalade

  • Rank
    Qualcuno
  • Compleanno 20/07/1990
  1. Clarinetmarmalade

    Ricorsi

    Ciao, è sicuramente capitato a tutti di essere stati trattati con disparità durante esami, audizioni e similari nell'ambito del vostro conservatorio. Spesso questo (legittimo) sospetto di essere bersaglio del malumore, dell'antipatia, o semplicemente del capriccio di qualche insegnante svanisce quando si acquisisce consapevolezza del fatto di essere stati respinti semplicemente per non aver studiato abbastanza. E nella magior parte dei casi dovrebbe essere così. Ma quando per respingere un allievo (nel caso in questione, ad una prova per l'assegnazione di borse di studio per l'avviamento professionale) si ricorre a furbizie e sotterfugi amministrativi, come errata interpretazione del bando di concorso e falsificazione o modifica di comodo dei documenti inerenti, credo che molti vorrebbero farsi giustizia, se non altro per una questione di principio. Ora la procedura sarebbe inviare un ricorso gerarchico al direttore del conservatorio, che è colui che firma le graduatorie di merito, il bando e così via. Ma se questo da esito negativo, oppure semplicemente fa finta di non sentire, ci sarà pure una autorita superiore a cui esso dovrà rendere conto. Probabilmente qualche preside o docente del forum mi può aiutare.. Grazie.
  2. Chiedo aiuto per un lavoro di approfondimenti analitici. Repertorio per questa formazione oltre ai già noti Mozart, Weber, Brahms.. ? E frattanto.. Buon anno a tutti!
  3. Che metodi usate per eseguire il trasporto in La e in Do, col clarinetto in Sib?
  4. Per cominciare si potrebbe leggere qualche madrigale facile facile... ma non sono in grado di consigliare nello specifico, ho cominciato da poco a cantare Monteverdi, in occasione di un seminario che stiamo seguendo tenuto dal M° Dario Tabbia... però quelli che stiamo studiando sono già brani di un certo livello...
  5. Conosco il Combattimento di Tancredi e Clorinda, ma sinceramente non lo apprezzo particolarmente: sicuramente geniale per gli effetti che MOnteverdi crea, però, lo trovo un po prolisso e quasi noioso (sarà che non amo molto Tasso...)
  6. Lo conosco bene! Lo stiamo studiando proprio adesso per un seminario... Notevoli sono i salmi II "Laudate Pueri", IV "Nisi Dominus" e V "Lauda Ierusalem". Splendida esecuzione in circolazione è quella del "Concerto Italiano" diretto da Rinaldo Alessandrini. Ecco per chi si vuole avvicinare a Monteverdi consiglierei proprio questo CD che trà l'altro contiene anche il Magnificat di cui ho parlato, alcuni Mottetti, e le Passioni dell'Anima (musica profana).
  7. Mi sembra opportuno segnalare un paio di link... http://www.musica-classica.it/forum/index....showtopic=11925 Dal nostro beneamato forum, sezione chitarra http://www.youtube.com/watch?v=36ikgUUIFMc Un suggerimento, che tra l'altro mi pare di aver sentito nominare proprio qui sul sul forum
  8. Clarinetmarmalade

    Monteverdi

    Posto qui per raccogliere le vostre esperienze con un genio tutto italiano forse troppo spesso sottovalutato, ma secondo me tranquillamente avvicinabile come statura musicale, ai grandi e unversalmente conosciuti e apprezzati Mozart, Beethoven... Comincio io con Il Magnificat secondo, che a me personalmente toglie il fiato (in tutti i sensi). In certi passaggi ricorda secondo me un altro Magnificat, quello di Arvo Part, altro genio immortale...
  9. Colgo il post al volo per rientrare nei ranghi, era un bel pò che non scrivevo sul forum... Si è un argomento di cui mi sono interessato... I primi brani che mi vengono in mente sono: - Ginastera - Cancion al arbol del olvido - Guastavino - Pueblito, mi Pueblo E aggiungerei anche una bella trascrizione che avevo sentito delle Gymnopedies di Satie In più voglio riproporre una domanda io: in questo periodo mi è venuta la fissa per la chitarra rinascimentale e barocca. Ma secondo voi è conciliabile lo studio della chitarra - naturalmente senza pretese di eccellenza - con quello del clarinetto?
  10. Dopo faticose ricerche ho trovato un unica registrazione dello Studio da Concerto di Bruno Bettinelli per Clarinetto Solo: per la Limen Classic & Contemporary, nel CD "Vicinanze Lontane" registrato da Crescenzo Langella. Per chi fosse interessato...
  11. Grazie tante dei consigli. Però devo dire che sono stato sempre un po avverso a basi midi, cd, e affini: li trovo squallidi - senza presunzione. Quello che cerco io sono semplici polke, mazurke, valzer... per clarinetto accompagnato da un'altro strumento, possibilmente chitarra. Max, mi fa piacere che apprezzi la nostra musica popolare; io stesso suono le launeddas "clandestinamente", in periodi di poco studio in conservatorio, per evidente incompatibilità col nostro strumento. Per la questione degli organettisti, ti rngrazio perchè non ci avevo ancora pensato; anche se penso che sarà difficile trovare qualcuno disposto a imparare a fare qualcosa di diverso dai soliti balli...
  12. Guarda, non penso che ti potrò essere d'aiuto in alcun modo, visto che la parte l'ho presa dalla biblioteca del mio conservatorio, quindi non so dove la si possa procurare. Comunque sei sicuro di aver cercato bene... http://www.spartiti.biz/descrizione.asp?Ref=96695
  13. Ah pensavo. Decisamente la sequenza è tutt'altra cosa; non mi è mai neanche passato per la mente di mettermici. Per Pee Wee: io ne ho un edizione marcata "Universal Edition", il numero di catalogo dovrebbe essere UE 17812, se può servire...
  14. Premettendo che non ho ancora neanche visto lo studio, devo dire che il Lied per clarinetto solo di Berio l'ho trovato decisamente abbordabile. Questo di Bettinelli - sentendo anche parlare di quarti di tono e amenità varie - dovrebbe essere una "passeggiata", a quanto dici.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy