Vai al contenuto

Pollini

Members
  • Numero contenuti

    4973
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Pollini

  • Compleanno 04/01/1990

Contact Methods

  • MSN
    themadpianist@hotmail.it
  • Sito Internet
    http://themadpianist3.spaces.live.com/default.aspx?wa=wsignin1.0&sa=928206363

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Luogo
    Reggio nell'Emilia (RE).

Visite recenti

10877 visite nel profilo

I successi di Pollini

4000 sono pochi!

4000 sono pochi! (9/21)

  1. Direttamente dall'algoritmo YouTube, perfettamente appropriato per l'occasione: Lassus, Videntes Stellam Magi.
  2. Chiudiamo il trittico col botto, il Gaspard nelle mani di Michelangeli è qualcosa di trascendentale! Quasi quasi me lo riascolto (io ho la registrazione del Vaticano)...
  3. Faccio staffetta col mio omonimo e la sua esecuzione della Sonata n.o31 di Beethoven.
  4. Bartók, Concerto per due pianoforti. Basilarmente una versione della Sonata per due pianoforti e percussioni con l'aggiunta di fiati ed archi. Comunque resta sempre un bel Brano. A quanti debba controdediche.
  5. Proseguiamo con l'altro ascolto tradizionale: Händel, Water Music.
  6. Ops! Abbiamo aperto i thread insieme . Uno dei due andrà chiuso... Intanto ovviamente apriamo l'anno con Händel, Firework Music.
  7. Bisogna farsi un po' l'orecchio su tutti i periodi. Sennò questo è l'effetto che uno può avere qualsiasi cosa ascolti, da Leoninus Magnus a Lindberg . Messe "migliori" non so, però se vuoi entrare nel repertorio ascoltati quanti più autori secenteschi possibili e dopo un po' vedrai che l'orecchio s'affina anche su di essi.
  8. Pollini

    Hurwitz & co.

    Adoro le sue stroncature .
  9. Cipriano de Rore (1515?-1565), Missa "Praeter Rerum Seriem".
  10. Non può mancare: Corelli, Concerto in Sol minore "per la Notte di Natale", Op.6 n.o8. Buon Natale a tutti.
  11. Ed ora l'obbligatorio ascolto per il Compleanno di Beethoven: quest'anno, la Sinfonia n.o4.
  12. Ligeti, Concert Românesc. Brano molto carino di un Ligeti praticamente agli esordi (1951). Magari sarà lontano da quel che c'aspetta, ma comunque resta un ascolto gradevolissimo. A quanti debba controdediche.
  13. Wagner, Ouverture da "Der fliegender Holländer". A quanti debba controdediche (ed a Max Verstappen?...).
  14. Dico la mia in poche righe: esecutori (cantanti, coro ed orchestra) mi sono piaciuti. La regia, invece no, ed invero queste regie (post-)moderne non sembrano piacere a nessuno, se non a chi le fa, ed ascoltando le recensioni il giorno dopo su Radio3 parrebbe che i commenti siano stati praticamente tutti negativi. A mio parere, se i registi vogliono "sbizzarrirsi" è inutile che continuino a forzare le loro idee sulle Opere del Repertorio "tradizionale": commissionino qualcosa che possa aderire alle loro idee a qualche compositore d'oggigiorno; si faccia magari una sorta di "doppia prima" con un'Opera "tradizionale" la sera preceduta nel pomeriggio da una contemporanea, e viceversa. Ma, per carità, si lascino le regie "tradizionali" alle Opere "tradizionali", e si commissioni qualcosa ex-novo per le regie moderne, o "post-moderne" dir si voglia . Per il resto, visto il pochissimo (quasi nulla) che si passa di "Classica" in TV, ritengo sia giusto quantomeno far sentire il proprio supporto e guardare queste "Prime"; esser critici non vuol certo dire voler affossare del tutto quello che già è una "nicchia".
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy