Vai al contenuto

Pollini

Members
  • Numero contenuti

    4725
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Pollini

  • Rank
    4000 sono pochi!
  • Compleanno 04/01/1990

Contact Methods

  • MSN
    themadpianist@hotmail.it
  • Sito Internet
    http://themadpianist3.spaces.live.com/default.aspx?wa=wsignin1.0&sa=928206363

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Luogo
    Reggio nell'Emilia (RE).

Visite recenti

6446 visite nel profilo
  1. Biber, Sonatae "Tam Aris Quam Aulis Servientes". A quanti debba controdediche.
  2. Tanto per restare in tema di corno: Brahms, Trio per corno, violino e pianoforte in Mi bemolle maggiore, Op.40. E così sono pure riuscito a trovarne un'esecuzione su strumenti d'epoca ... A quanti debba controdediche.
  3. Frédéric-Nicolas Duvernoy (1765-1838), Sonata per corno e violoncello n.o1.
  4. Gregorio Allegri, Miserere (versione originale secondo il Codice Sistino 1661). Molto interessante anche questo video dell'ottimo spazio Early Music Sources, nel quale vengono spiegati gli errori nella tradizione di questo quasi leggendario brano, ed in particolare quello legato al famigerato Do5 spauracchio di ogni coro: A quanti debba controdediche.
  5. Ora per l'anno beethoveniano: "LvB", Quartetto n.o10 in Mi bemolle maggiore "delle arpe". A quanti debba controdediche.
  6. Beh, se dobbiamo restare sul tema "esperimenti genetici sulla pelle del povero Puccini" penso che i deep purple non li batta nessuno : Per non stare totalmente fuori topic: G.Gabrieli, Audite Principes.
  7. Come al solito, finiamo un anno col relativo ascolto di rito: Charpentier, Te Deum... ...ed iniziamo quello nuovo coll'altro ascolto di rito: Händel, Firework-Music e Water-Music. Buon Anno e buona Decade a tutti!
  8. Ovviamente: Corelli, Concerto "per la notte di Natale" in Sol minore (Op.6 n.o8 - A 1:11:27 nel video). Spettacolare quest'esecuzione di Sardelli e del suo ensemble Modo Antiquo, i quali aggiungono raddoppi dei fiati come pare fosse prassi comune all'epoca! A quanti debba controdediche e buon Natale a tutti.
  9. Di solito si considera il 16, comunque essendo nato nella notte ed essendovi discrepanze nelle fonti si trova anche 17. Io per tradizione schulziana ( ) mi sono sempre "schierato" dalla parte del 16 .
  10. E come ogni anno il 16 Dicembre... Buon compleanno di Beethoven (ed il prossimo saranno 25o ...)! Quest'anno ascolto la Settima. A quanti debba controdediche.
  11. Cipriano de Rore (1515?-1565), Missa "Praeter Rerum Seriem". A quanti debba controdediche.
  12. Royer è stato una piacevole scoperta che ho fatto quest'anno grazie a Marco Mencoboni ed al suo ensemble, i "Cantar Lontano". Le Vertigo, brano notevolmente lungo ed articolato, già quasi in odore di Ballata ottocentesca.
  13. J.S. Bach, Concerto per clavicembalo in Sol minore (BWV1058). A quanti debba controdediche.
  14. Ovvio che apprezzo . Ora me lo ascolto tutto:
  15. Telemann, Kleine Kammermusik - Partita n.o5 per violino e basso continuo (TWV41:e1; versione per flauto dolce soprano). Ben sapendo che questo è lo strumento che tutti abbiamo costretto malamente ad ingollare aria a Scuola, ascoltarlo suonato come si deve mi fa sempre uno strano effetto. Eppure è uno strumento come tutti gli altri, e lo si può benissimo suonare con padronanza ed espressività. A quanti debba controdediche.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy