Vai al contenuto

miaskovsky

Members
  • Numero contenuti

    5453
  • Iscritto

Su miaskovsky

  • Rank
    Bestiale

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Visite recenti

12835 visite nel profilo
  1. Sibelius Sinfonia n.5 Barbirolli In controdedica a Burpo e Snorlax. Per me tre direttori per Sibelius: Karajan, Barbirolli e Berglund.
  2. Fatto benissimo, è un grande compositore, assolutamente originale, non viene da accostarlo a nessun altro. Ho ascoltato soltanto alcune sinfonie, avrei dovuto prendere anni fa questo cofanetto, ora credo non potrò prima della pensione. Molto belli anche i lieder che contengono tanti di quei temi impiegati nelle sinfonie in un processo di continuo rimando tra canto ed espressione strumentale che era di Mahler e di Beethoven.
  3. Ha avuto una certa notorietà ed anche esecuzioni di livello, figurava nei programmi di Celibidache fin dai tempi dei Berliner. C'è anche qualche registrazione di quegli anni Sicuramente prescindibile, come un po' tutti gli altri oltre i margini dei grandi del '900.
  4. Emerson Qt. qui al massimo delle loro attitudini, forse la più bella incisione della Lyrische suite che abbia ascoltato. L'ultimo movimento con i versi di Baudelarie tradotti da George fa apparire la versione strumentale come un desolante ripiego. Chi non vorrebbe 10 CDs con musiche di Harald Genzmer? Si tratta della replica, economicissima e su licenza ( c'è il marchio della tedesca Bella Musica) del boxino che racchiude le incisioni Thorofon dedicate a questo compositore nella linea di discendenza hindemithiana come Pepping, Kaminski, Schwarz-Schilling, Karl Hoeller ed altri, serrato in una estetica risalente agli anni '30-'40, un fiume di sonate, sonatine, concerti per vari strumenti, alcune sinfonie, tutta musica estremamente gradevole secondo me, pregevole nell'invenzione melodica sapientemente sviluppata dalla competenza contrappuntistica ma non ha l'implacabilità teutonica di Hindemith, è spesso meditativa e non priva di tenerezze.
  5. ...e l'attesa è terminata (forse durerà ancora un po' per attendere che il prezzo scenda 😅) https://www.berliner-philharmoniker-recordings.com/radio-recordings.html
  6. Oggi è il compleanno di Furtone. In dedica a tutti gli adepti.
  7. Sì be' questo cofanetto è da prendere assolutamente a qualsiasi prezzo, assieme a quello Audite ed ai due della Orfeo, è la sistemazione fonica definitiva delle registrazioni di Furtwangler dal vivo, il resto si può perdere (anche se sono affezionato a quelli usciti per la Deutsche Grammophon) mi aspetto grandi cose. In Giappone soprattutto paiono esserci diversi cultori tanto da costituire un "mercato", la DGG/Universal locale mantiene in catalogo molti "classici", stessa cosa per per la ex Emi/Toshiba o la TowerRecords su licenza. Tante dettagliatissime discografie che si trovano online hanno "domini" web asiatici. Buon per loro...
  8. In Giappone già è in vendita, speriamo presto anche in Europa: https://wilhelmfurtwaenglerjournal.com/2019/01/13/sound-sources-of-the-bpwfrr-set/?fbclid=IwAR0txcSVLFH1IAthmon0HnnbaGriRUIX7ez0ahyvEH6TmWR2bvqscEUFtQE
  9. Ho visto ad una mostra su Escher questo frontespizio di un programma di sala con la Passione, mi è venuta voglia di riascoltare (questa volta nell'edizione Naxos) l'esecuzione immortale di Mengelberg.
  10. Ritorno su questo cofanetto alla fine quasi degli ascolti per dire che è eccezionale, il quartetto soprattutto col violoncello di Herman Busch ad eguagliare in bravura il violino di Adolf. Nulla di accademico, nemmeno nel Bach "d'un tempo" ma un vigore, uno scavo intepretativo unici. Beethoven, Schubert, Brahms del più alto niveau.
  11. Lo si chiami riscrittura, travestimento, falso storico, questo Bach è assoluto.
  12. Assolutamente! Da restare increduli... poi l'arditezza di queste variazioni.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy