Vai al contenuto

m@tte89

Members
  • Numero contenuti

    220
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su m@tte89

  • Compleanno 05/10/1989

I successi di m@tte89

Qualcuno

Qualcuno (2/21)

  1. auguriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  2. auguri, conterrone!! :D

  3. io abbastanza bene grazie :) cmq capito proprio a fagiolo!...com'è andato il primo giorno di università?? Fisica vero? in bocca al lupo per il proseguimento!

    a presto

  4. Ciao matte come stai? grazie mille per gli auguri, so che è tardi ma ho avuto dei problemi ad accedere al forum per un po' di tempo!

    cmq tutto bene?

  5. grazie per gli auguri.

    Sono purtr. allergico agli scambi affettivi via web, me ne scuso.

  6. Cavolo, sei proprio un appassionato..pensavo che persone così affezionate alla storia del prog non ce ne fossero più.. Ma, per band come gli Osanna ad esempio, era veramente difficile affermarsi, la loro musica era troppo complicata anche per l'epoca... Non sapevo che i Metamorfosi avessero prodotto un nuovo album... Comunque si..è vero in Italia c'è qualcosina, come La torre dell'alchimista (citazione di una canzone degli Area) e qualche altro che ora non ricordo..mah...nessun nuovo contenuto
  7. Stefano Bollani, Bobo Rondelli L'ultima Danza (pensavo fosse un brano jazz, visto i musicisti, ma invece è meglio inserirla qui) dall'album "Disperati intellettuali ubriaconi"
  8. Si è aggiunta alla collezione degli studi da fare, l'invenzione a due voci in do maggiore di Bach..non è difficile, anzi...si legge tutta a prima vista. Sto perdendo un pò di tempo per scrivere la dittegiatura quando passo in seconda posizione, ma nessun problema... Con l'aria sulla quarta corda invece, mi sono arenato...non voglio andare oltre il punto in cui sono, fino a quando non la suono bene...
  9. Mi sembra che tu conosca molte band che sono sconosciute invece a tanti, sopratutto nel panorama italiano.. In Italia era pieno di Band, Aquafragile, Balletto di Bronzo, Consorzio acqua potabile, LOcanda delle Fate, Trip(italo-inglese), Osanna e tante altre che si dedicavano sopratutto alla pschidelia..e che hanno prodotto dei veri capolavori.. E' vero..forse la radio ha rovinato un pò il genere, ma io non la colpevolizzerei del tutto..infatti, agli inizi, erano proprio le radio che trasmettevano il genere prog. Quindi penso che si debba colpevolizzare la modernità della radio, che si trasforma da "dolce-casa" a strumento di commercio guidata dall'etica del proffito (insomma, una gestione di tipo industriale degli spazi radio).... Per me il declino del prog è legato anche a un discorso di tipo socio-economico: prendamo ad esempio l'Italia. Negli anni '70 in Italia, c'era il boom economico, e il corrispettivo musicale è stato il prog: musica studiata, frutto delle menti di artisti che non si improvvisavano tali. Dagli anni '80, incomincia una sorta di declino che tocca (a mio avviso) anche la musica: gli anni '80 vedono con difficoltà i gruppi prog, e vedono invece molta più disco music di quanta non ce ne fosse negli anni '70 e il punk...musica che sta all'opposto (tecnicamente e intelletualmente parlando) rispetto al prog. E più si sta male economicamente, meno si cresce culturalmente e intellettualmente...ecco allora che si produce solo porcheria musicale, e chi veramente fa musica perchè la sa fare e perchè ha dei messaggi da mandare alla gente..non ha spazio..perchè ci vogliono ignoranti..ecco perchè non trova spazio oggi il prog(nonostante la gente lo voglia) o anche la musica classica... Questo ovviamente è il mio pensiero..non sono dati di fatto
  10. Segnalo due concerti che ho visto sabato 13 e domeica 14.. Sono andato a vedere il festival di rock progressive unico in Sardegna a Sestu, in provincia di Cagliari Sabato: Il primo gruppo è quello dei Collegium, famosa band sarda nata negli anni '70 cui fondatore è il padre del mio batterista, non che mio professore alle medie di musica e mio compaesano, un fantastico chitarrista.. Ci hanno deliziato con un tributo ai Genesis, suonando "Dancing with the moonlight Knight", "Firth of fifth", Dance on a volcano" e "Los Endos"..pulizia e perfezione del suono è la chiave della loro esibizione..fantastici a mio avviso Successivamente si sono esibiti 3 batteristi, tra cui quello dei Trip,band italo-inglese progressive anni '70..lui è stato pessimo.. Oltrte a lui si è esibito anche Pierluigi Calderoli, batterista del BAnco del mutuo soccorso...ha eseguito R.I.P. e "quando la gente dice"...magistralmente..molto bravo, buon tocco ma un pò arruginito... I 3 batteristi hanno poi eseguito una jem session con l'aggiunta di un bassista..il più bravo e pulito dai tre è stato Calderoli.. Domenica: I New Trolls hanno eseguito insieme all'orchestra barocca sarda i 3 "concerto grosso"....bellissimo spettacolo, sopratutto magistrale esibizione dell'orchestra e del primo violinista(non mi ricordo il nome purtroppo)...accanto all'esecuzione dei tre concerti hanno suonato anche alcuni brani del beat italiano, come "una miniera"...(mamma mia la voce di Nico di Palo..è strepitosa).. Assolutamente penosa la distorsione usata dai due giovani chitarristi della band(molto metal...che schifo)...e molto spesso hanno esagerato con troppa tecnica (questi virtuosi....da abolire) A me non piace il terzo concerto grosso, intitolato 7th season....mentre gli altri due gli apprezzo molto di più.. Purtroppo non condivido lo storpiamento della musica classica nel modo da loro proposto, ma i brani non sono a fatto male.... Segnalo ancora il 20 Settembre ad Assemini "Le Orme" e il 30 Settembre a Decimo i "Collegium"
  11. Auguri per la tua carriere, ragazzo!

  12. Bravooooooooooooo Matteeeeeeee, sn troppo contenta per te, vedi che l'imbocca al lulo è servito.....complimenti............ciaooooo,

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy