Vai al contenuto

superburp

Members
  • Numero contenuti

    13086
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di superburp

  1. Mi associo, il cofanetto con le ultime sinfonie (più il requiem) è un acquisto obbligato secondo me.
  2. Grazie. La 14.a ricordo che mi colpì moltissimo in positivo in un ascolto alla cieca fatto alla radio, la devo assolutamente approfondire.
  3. Devo capire se vale la pena andare al concerto di sabato del Festival Pontino. Al viandante onnivoro.
  4. Somiglia al padre, internet mi ha caricato l'immagine lentamente, ma si capiva subito di chi era figlio. Più che altro mai sentito prima... Com'è?
  5. Sarà andato a tenere compagnia a tanti figli d'arte che sono spariti con la morte dei genitori (Igor Oistrakh, Elena Gilels ed altri che sicuramente mi sfuggono). La Fantastica è un pezzo come i Quadri, non mi è mai entrata del tutto nel cuore, ma la ascolto sempre con piacere perchè la ammiro molto (e forse perchè spero di farla mia).
  6. Ma quando escono questi cofanetti di Markevitch?
  7. Mi attira molto, alla fine ho solo il cd con il requiem di Cherubini e la messa dell'incoronazione di Mozart e il K466 con la Haskil.
  8. Se non ricordo male, nei Maestri Cantori c'è una citazione di un tema della Norma. Comunque interessante quanto detto da Wagner (come vedi il diavolo non è mai così brutto come lo si dipinge 😄).
  9. Molto interessante questo discorso, attenderò le prossime puntate. Di Bellini ho ascoltato distrattamente solo la Norma, comunque l'impressione che ne ho è positiva e lo vorrei approfondire.
  10. No, erano dei video che mi servivano per lavoro.
  11. Mi era rimasta la velocità a 1,5 per la riproduzione del video, ecco perchè!!
  12. Non capisco se mi lascia perplesso il tempo di Haitink o la registrazione forse un po' secca, ma sembra quasi una caricatura l'inizio.
  13. Dal basso della mia ignoranza (come sai sono piuttosto all'ingresso a giobar, adoro Rossini, dopodiché me ne vado in Germania 😄), pensavo proprio a questa come causa principale. Ho sentito certi Barbieri inascoltabili per le libertà degli interpreti che sono totalmente antimusicali. Spesso l'opera italiana mi ha dato l'idea di una palestra, dove ci sono i superpompati che fanno a gara per chi sfoggia i pettorali più grossi, senza accorgersi che hanno un fisico sproporzionato e brutto. La cosa che mi ha tendenzialmente fatto apprezzare di più l'opera tedesca è il diverso concetto di aria (direi derivato dal lied) e la maggior cura nell'orchestrazione.
  14. Grazie della dedica. Mai sentito questo direttore comunque, da dove salta fuori? Per quanto riguarda la Bis hai ragione, anche le sinfonie di Schnittke hanno quelle bustine terribili. Il pregio, se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno, è che se si rovinano le sostituisci facilmente.
  15. Grazie, ricambio col 2° quartetto per archi di Mendelssohn fatto dall'Emerson (domenica lo vado a sentire dal vivo - non gli Emerson - e lo ripasso dato che non lo ricordo affatto): Dedica estesa al viandante.
  16. Che chicca! Spero ci sia il primo movimento della Kreutzer orchestrato da Ciaicovskij, è un pezzo che si presta molto bene secondo me e Ciaicovskij aveva certo le capacità per fare un bel lavoro. P.S. C'è!
  17. E dire che Holliger è uno specialista. Non conosco quest'altra registrazione. Invece, visto che se n'è parlato nell'altra discussione, ascolto questo: Le prime 4 sonate. Te le dedico visto che mi hai ispirato l'ascolto.
  18. Il bellissimo concertino per oboe e pianoforte di Skalkottas: A Madiel, Euripide e chi altro apprezza (Snorlax? Alundra? Ives?).
  19. Alla faccia, non pensavo la Decca registrasse opere così poco note con tutti questi nomi importanti.
  20. Vabbe', non è che stato chiuso per 50 anni nella cella di un convento sperduto sull'Himalaya a studiare la Missa e basta . I vari impegni, tra teatro e disco, gli hanno fatto impiegare tempo. Io sono anni che "lavoro" ad una sonata per pianoforte, ma non perchè ci rimugino chissà quanto, semplicemente ho anche altro da fare e non mi pagano per quello .
  21. Mah, non ci vedo nulla di male in questo. Ogni direttore avrà i suoi mostri sacri che per svariati motivi non ha mai portato in concerto (o l'ha fatto di rado). Di Gilels non c'è neanche una registrazione dell'ultima sonata di Beethoven (e dando una rapida scorsa ai suoi programmi degli ultimi anni, non la eseguiva neppure) e non penso avesse problemi tecnici a suonarla o non ne avrebbe avuto occasione se avesse voluto.
  22. Ho ascoltato e riascoltato la sonata per tromba di Hindemith, posso dire che mi piace. Ora proviamo quella per clarinetto: Sempre ad Euripide.
  23. Dedica a Euripide e Keikobad che mi hanno incuriosito sulle sonate per fiati e pianoforte di Hindemith.
  24. Che rimpianto quel cofanetto incompiuto! Io mi sono formato con Backhaus e lo ritengo ottimo per un'integrale, mantiene secondo me una media alta (con punte di eccellenza - ultime sonate - e bassi - op. 2 -). Un giorno ascolterò per bene Arrau. Comunque per ora ho solo Backhaus e poi ho integrato con singole registrazioni (Serkin, Gieseking, Fischer).
  25. Addirittura Jacobs, non sapevo ci fossero registrazioni con nomi famosi per il Barbiere di Paisiello (io ho il cd di Keitel). A Wittel. P.S. Interessante perchè ci sono delle parti che ricordano Nozze e Don Giovanni, ma l'opera è di qualche anno antecedente. Si vede che Mozart ha apprezzato. P.P.S. Certo che è straniante sentirlo conoscendo il Barbiere rossiniano .
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy