Vai al contenuto

superburp

Members
  • Numero contenuti

    12926
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di superburp

  1. Bravo, hai fatto bene a ricordare i quartetti. Comunque mi state incuriosendo sia per la Sposa di Kosler che per quella di Ancerl. Io ho quella in tedesco di Kempe, molto bella. In generale concordo con Wittel, è un'opera magnifica, dà allegria come il miglior Rossini.
  2. Mi raccontava un amico, che studia come direttore, di un'aria nella Rita di Donizetti dove il protagonista spiega come trattare la moglie a suon di botte... Roba che oggi avrebbero linciato librettista e compositore (e probabilmente renderà l'opera ineseguibile - poco male, non è granché -).
  3. Da appassionato di giochi da tavolo mi interessa. Non mi piacciono molto le illustrazioni però, troppo fumettose per i miei gusti.
  4. Ricambio la dedica di Snorlax (e qualche altra nel caso me la fossi perso per strada) con il concerto gregoriano di Respighi: Dedica estesa a Madiel, Kovskij e giobar (che mi ha fatto venire voglia di approfondire questo autore).
  5. Eccola La comprai anni e anni fa, su amazon.it si trova solo usato.
  6. Proprio negli scorsi giorni ho iniziato ad ascoltare su YouTube l'integrale delle sinfonie di Beethoven fatta da Harnoncourt con l'English Chamber Orchestra. L'Eroica mi è piaciuta molto, la nona meno perché presa con tempi troppo rapidi secondo me perde molto. Comunque è vero che ha un suono che può piacere a noi tromboni 😄. La cosa che temevo però era una certa pesantezza (riscontrata nella musica sacra sia di Mozart che di Haydn), invece con Beethoven ha decisamente un altro piglio. Cercherò questo Brahms su YouTube, mi incuriosisce. Qualche settimana fa ho visto in tv una puntata di Nessun dorma dove c'era un trio di giovani fratelli che suonava un pezzo sperimentale di Pärt per due violini, sintetizzatore e violoncello. Ricordo che mi ha fatto un'impressione neutra, ma mi ha sorpreso il fatto che avesse scritto un pezzo del genere fatto che l'ho sempre accostato anch'io alla musica new age (comunque sempre per sentito dire dato che non avevo mai ascoltato nulla di suo).
  7. Anche Debussy? Non pensavo, anche solo per un discorso cronologico.
  8. Credo che a occhio e croce sia lo stesso cofanetto Warner che mi ha regalato mia moglie. Non mi stupisce il parere di Hurwitz, stavolta è abbastanza facile dare la palma al cofanetto Audite (di cui ho anche lì quasi tutto). Comunque ha un occhio sempre più chiuso o sbaglio? Mi sa che non sta benissimo.
  9. Mai sentita nominare quest'opera (d'altronde Donizetti - e in generale l'opera italiana - lo conosco pochissimo). Quando avrò tempo ascolterò quel brano.
  10. Già, me ne sono accorto dopo. Lo devo comunque risentire, è un pezzo particolare.
  11. A chi gradisce (per me è il primo ascolto assoluto).
  12. Ma i rulli, a livello di velocità, non dipendono dall'impostazione della macchina che li fa suonare? Dedica ai casellanti vari più Antiphonal.
  13. Devo dire che è un pezzo con cui sto entrando in sintonia abbastanza facilmente. Malipiero mi richiede molta attenzione, sto trovando giovamento dalle passeggiate col cane per ascoltarlo meglio 😄.
  14. A Madiel, Snorlax, Endymion e Keikobad.
  15. Ah ecco. Chissà se stavano ballando anche quando è stata silurata . Con Malipiero faccio a volte fatica ad entrare in sintonia, rispetto a Casella è molto più ostico (alla fine credo che Casella fosse più europeo, come schemi di base è più riconoscibile il collegamento con gli autori precedenti).
  16. Devo dire che musicalmente non mi ha detto molto, non ci ho trovato il gusto per il divertimento che amo nel Rossini buffo. Un pezzo ispirato alla Royal Oak? La corazzata? Comunque in questi giorni ho visto a spizzichi e bocconi il documentario "Richter - The enigma" (su youtube c'è quasi per intero con sottotitoli in italiano). Mi è venuta una tristezza infinita a sentire i racconti di Richter (e la sua vitalità da anziano non aiuta). A Kovskij e Madiel che l'altro giorno parlavano dei Monologhi di Petrassi e ci metto pure Snorlax e Keikobad.
  17. Incuriosito da un amico, ascolto questo atto unico di Donizetti: A Pink, Wittel e Kovskij (Donizetti ti piace? Non mi pare ne parli mai).
  18. Questo va a Kovskij callasiano di ferro (già dall'ouverture mi sta piacendo molto Galliera), Wittel e Pink ovviamente.
  19. Devo dire che anche a me non disturbano quelle liste, anche se la maggior parte delle volte il commento è "E questo chi è?" 😄. Sono d'accordo che possono essere spunto per nuovi ascolti, ma lo sarebbero di più se venisse riportato sistematicamente qualche video di YouTube, specie per i minori. Da lì potrebbe partire qualche discussione interessante.
  20. superburp

    Clavicembalo

    Cosa hai ripescato, chi se la ricordava più questa richiesta 😄! Comunque ti ringrazio per la risposta, ma più ho risolto prima con un pianoforte digitale e poi con un verticale quando sono uscito di casa.
  21. Basti pensare che un grande compositore come Mahler qualche correzione la apportava alla partitura dopo averla provata dal vivo (e lui sapeva più che destreggiarsi nella direzione).
  22. Discorso interessante. Tempo fa pensavo a Vita d'eroe di Strauss, che esiste sia registrato dallo stesso Strauss che da Mengelberg (a cui era stato dedicato), con risultati molto diversi. A chi si dovrebbe dare retta?
  23. Io rimango del parere di Bülow, non esistono cattive orchestre, ma cattivi direttori.
  24. A me non disturbano affatto e sono stato un sostenitore di Funiculì funiculà da prima di conoscere tutti gli usi che ne hanno fatto grandi compositori.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy