Vai al contenuto

giobar

Members
  • Numero contenuti

    7307
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di giobar

  1. Claude DEBUSSY Le martyre de Saint Sébastien Catherine Gayer - Hanna Aurbacher - Brigitte Messthaler Coro del Bayerischen Rundfunks SWR Vokalensemble SWR Radio-Sinfonieorchester Stuttgart Michael Gielen Una delle selezioni più ampie disponibili. Esecuzione molto bella
  2. Igor STRAVINSKY Movements per pianoforte e orchestra Sviatoslav Richter Ensemble Intercontemporain Pierre Boulez Live 29.6.1985
  3. Max REGER Prologo sinfonico a una tragedia op. 108 Rundfunk-Sinfonieorchester Berlin Heinz Rögner
  4. Nemmeno io avevo mai fatto copie dei miei cd fino a quando, dopo essermi accorto che due dischi di Amadeus si stavano abbronzando, ho negligentemente tardato qualche mese a copiarli e ho perso le ultime tracce. Uno era scadente e l'ho lasciato al suo destino; l'altro erano le ultime tre sonate di Beethoven con Arrau e ho dovuto ricomprarlo nell'edizione Philips. Un vecchio cd della Collins con musiche di Maxwell Davies, che pure si sentiva bene al momento dell'acquisto, è diventato del tutto inascoltabile. Perciò, se hai notato segni di abbronzatura, ti suggerirei di correre ai ripari al più p
  5. Peter MAXWELL DAVIES Caroline Mathilde: suite dal 2° atto del balletto BBC Philharmonic Peter Maxwell Davies
  6. Non la conosco e mi fido... La differenza però è che quella di Khachaturian purtroppo ha una certa circolazione mentre quella di Mosolov per fortuna, Naxos a parte, sta relegata in soffitta.
  7. E si tratta soltanto delle incisioni mono realizzate per la Columbia... Mancano quelle stereo e quelle per altre case discografiche . Neeme Jarvi gli fa un baffo Quanto a @Majaniello, è sparito improvvisamente dal 28 dicembre. Non nascondo che, dati i tempi, la cosa un po' mi inquieta.
  8. Begli acquisti, nel complesso, @il viandante del sud. Diversi di quei dischi li ho anche io. Ti consiglio però di controllare bene, ascoltandolo subito sino in fondo, il disco 1931 perché la ASdisc è una delle case discografiche più colpite dal pernicioso fenomeno del "bronzing" che interessò moltissimi cd realizzati tra la fine degli anni 80 e i primi anni 90 (quello in questione è del 1989). E se anche dovesse sentirsi bene, per sicurezza ti consiglierei di fartene subito una copia, perché è un problema che può presentarsi anche a distanza di molto tempo.
  9. Gioachino ROSSINI Péchés de vieillesse: Volume VII: Album de chaumière Dino Ciani, pianoforte
  10. Joseph HAYDN Sonata per pianoforte in mi bemolle maggiore Hob.XVI:25 Ekaterina Derzhavina
  11. Si trova ancora facilmente e pure a ottimo prezzo. Poi su supraphonline si può scaricare in formato flac per appena 7 euro.
  12. Mi incuriosisce moltissimo ma finora non l'ho mai acquistato o comunque sentito (così come i paralleli dischi delle ultime tre sinfonie con la Filarmonica di San Pietroburgo) per il timore (assai strano, lo ammetto) di restare deluso. Infatti, ho avuto la fortuna di ascoltare dal vivo Temirkanov e i sanpietroburghesi nella Quinta e Sesta sinfonia e si è trattato di un'esperienza pazzesca, di quelle che segnano nel profondo. Esecuzioni di una intensità così lacerante che mi è parsa inarrivabile. In questo caso mi sento un po' celibidachiano e mi tengo lontano dai dischi che potrebbero scimmiott
  13. Franz LISZT Réminiscences de Don Juan Shura Cherkassky, pianoforte
  14. In realtà Klemperer restò distante da Ciaikovsky soltanto in gioventù. Un soggiorno a Leningrado lo fece ricredere e anzi da allora fu una sorta di difensore di Ciaikovsky. Diceva: "il cattivo gusto non è nella sua musica ma in quelli che l'hanno interpretata". Dal suo riferimento al cattivo gusto emerge la sua preferenza per interpretazioni lontane da ogni sentimentalismo e attente alla struttura e alle pieghe più profonde delle partiture. Di fatto le sue interpretazioni di Quarta, Quinta e Sesta sinfonia sono del tutto "a modo suo", come accennavo prima. Non conosco la Seconda di Solti.
  15. Ieri volevo scrivere più o meno le stesse cose, soprattutto con riferimento a Karajan e Bernstein, ma mi è mancato il tempo. La scelta di Klemperer è strana, perché un po' contraddice la tendenza di Hurwitz a privilegiare, come proposta "top", interpretazioni sostanzialmente canoniche e suscettibili di consenso generalizzato (anche se a volte poco note). Invece la Quinta di Klemperer segue una linea interpretativa del tutto personale e fuori dagli schemi, un po' come lo stesso direttore ha fatto per altre opere più o meno lontane dal repertorio austrotedesco in cui l'immaginario comune lo conf
  16. giobar

    Necrologi

    E' morto all'età di 70 anni, dopo una lunga malattia, Alberto Cantù, musicologo, docente di storia della musica e critico su vari giornali e riviste. Era fra i maggiori studiosi di Paganini (delle cui opere realizzò diverse edizioni critiche), di Puccini e soprattutto della storia del violino e dell'interpretazione violinistica.
  17. Per un teatro semidistrutto, uno nuovo che probabilmente si farà. Da notizie degli ultimi giorni pare stia andando in porto il progetto visionario dell'imprenditore e musicologo inglese Paul Atkin di ricostruire, in forme fedeli all'originale, il teatro San Cassiano di Venezia, il primo teatro al mondo specificamente destinato all'opera barocca, demolito dai francesi nel 1812. I promotori dell'iniziativa hanno messo su un bel sito internet: https://www.teatrosancassiano.it/it
  18. Un incendio devastante ha semidistrutto ieri la grande sala da concerti del Palais des Beaux Arts (nota anche come Bozart) a Bruxelles. Sono state gravemente danneggiate diverse strutture portanti e la copertura rischia di crollare. Danni importanti anche al grande organo sul quale, solo pochi giorni fa, ha fatto una registrazioe Bernard Fouccroulle.
  19. Roberto GERHARD Concerto per pianoforte e archi Maria Bergmann Sudwestfunk Sinfonieorchester Baden Baden Hans Rosbaud
  20. Max REGER Prologo sinfonico a una tragedia op. 108 Rundfunk-Sinfonieorchester Berlin Heinz Rögner
  21. Bela BARTOK Sonata per violino solo Gidon Kremer L'interpretazione di Kremer - oltre tutto dal vivo - è impressionante per intensità, potenza, lucidità, precisione. Da questo stupendo doppio cd che presenta la registrazione di un recital Kremer-Argerich:
  22. Richard STRAUSS Burleske in re minore per pianoforte e orchestra Rudolf Serkin New York Philharmonic Dimitri Mitropoulos
  23. giobar

    Necrologi

    In fin dei conti non aveva ancora 93 anni.
  24. giobar

    Necrologi

    Appena un mese prima del suo 93° compleanno, è morto il grande arpista gallese Osian Ellis. Dedicatario di opere di vari compositori del 900, stretto collaboratore di Britten, membro stabile del famoso Melos Ensemble e a lungo nell'organico della London Symphony.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy