Vai al contenuto

giobar

Members
  • Numero contenuti

    7723
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su giobar

  • Rank
    Lunare

Visite recenti

5450 visite nel profilo
  1. Pur adorando Debussy, il Pelléas è un'opera con cui faccio tanta, tanta fatica. La noia prevale ed emergono solo pochi momenti, per lo più orchestrali. In confronto, Ariane et Barbe-Bleu di Dukas è un'opera Sturm-und-Drang. Eppure un po' di buona volontà ce l'ho messa ascoltando Karajan (2 diverse edizioni), Casadesus, Inghelbrecht, Boulez... Abbado mi manca, ma al momento non ne sento la necessità
  2. Ma da qui a desiderarne il ritiro ce ne passa... A parte che grazie (anche) a lui o a chi lo consiglia, ha eseguito e promosso, facendo leva sulla sua notorietà e professionalità, musica di raro ascolto (v. l'ultimo disco coi Lieder di Liszt, che così potranno essere conosciuti a molti). Se non è nulla di eccezionale, ce ne faremo una ragione. Si faccia avanti qualcuno più bravo e gli ascoltatori sprovveduti come me, folgorati sulla via di Damasco, potranno dire a Kaufmann di rintanarsi nel repertorio a lui più congeniale. Ignoro poi a quale lobby possa essere aggregato, non credo a quella lg
  3. Con un'inquadratura leggermente di sguincio sarebbero sparite le orecchie a sventola e i bellissimi occhi avrebbero trionfato incontrastati.
  4. Perché? Mi pare di cogliere un astio e una cattiveria che stento a capire. Ribadisco, per l'ennesima volta, che non capisco un'acca di canto, ma a me Kaufmann "sembra" un bravo cantante. Ce ne sono stati, ce ne sono e ce ne saranno di migliori? Embé? Quando l'ho sentito, mi è parso efficace quanto bastava a farmi apprezzare ciò che sentivo. Non è poco, credo.
  5. giobar

    Necrologi

    Il personaggio mi stava cordialmente antipatico. Ciò non toglie che alcuni suoi pezzi mi piacciano assai: così i due incisi da Sinopoli, Bergkristall e la sinfonia Lorenzaccio, ma anche Rara Requiem e Marbre per archi (scritto per i Solisti veneti che lo eseguirono spesso).
  6. Dietrich BUXTEHUDE Sonate per violino arrangiate per cornetto e pezzi per organo William Dongois, cornetto Pierre-Alain Clerc, organo Le Concert Brisé Un disco spettacolare. Il bravissimo William Dongois ha preso alcune sonate di Buxtehude e le ha arrangiate sostituendo al violino solista il cornetto. Nel libretto si spiega che l'operazione trae la sua legittimità da un lato nella prassi seicentesca di utilizzare spesso il cornetto solista al posto del violino, dall'altra nel fatto che, sebbene al tempo di Buxtehude il cornetto fosse ormai avviato al disuso nella musica puramen
  7. Vagn HOLMBOE Concerto da camera n. 3 op. 21 per clarinetto e orchestra Niels Thomsen, clarinetto Orchestra nazionale da camera danese Hannu Koivula
  8. Sergei RACHMANINOV L'isola dei morti op. 29 Orchestra sinfonica di stato dell'URSS Evgeny Svetlanov
  9. Ermanno WOLF-FERRARI Trio n. 1 in re maggiore Franco Mezzena, violino Sergio Patria, violoncello Elena Ballario, pianoforte
  10. Guarda con chi ha collaborato... https://en.wikipedia.org/wiki/Irwin_Gage
  11. Ottorino RESPIGHI Trittico botticelliano Orchestra sinfonica di Roma Francesco La Vecchia
  12. Stava per fare la fine di Wunderlich: caduta dalle scale di casa e botta in testa. Fey non è morto ma ha subito danni neurologici molto gravi.
  13. Giudici parla molto bene anche del Peter Grimes di Haitink, sia quanto alla direzione che quanto al cast (con lodi anche per Rolfe Johnson). Qui totale disaccordo. Il Sibelius di Barbirolli è, secondo me, uno di quelli capitali, con un approccio non episodico ma globale all'intero corpus sinfonico. Non so dove siano la noia e il disordine. L'orchestra poi non sarà la Boston Symphony di Davis, ma rende un servizio del tutto funzionale a una resa ottimale delle esecuzioni.
  14. Ottorino RESPIGHI Impressioni brasiliane Orchestra sinfonica di Roma Francesco La Vecchia
  15. Possiedo il box, ma non l'ho ancora ascoltato tutto. Concordo sul Rape of Lucretia e sul Midsummer Night's Dream. Non concordo invece sul Turn of the Screw, che a me è piaciuto assai. A questo punto sono curioso di ascoltare il Peter Grimes di Haitink, che finora ho lasciato da parte perché l'opera (una delle mie preferite del 900) mi è ben nota.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy