Vai al contenuto

giobar

Members
  • Numero contenuti

    6765
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su giobar

  • Rank
    Lunare

Visite recenti

3765 visite nel profilo
  1. Una boccetta per profumo o per intrugli speciali che richiedano un contenitore di quel tipo.
  2. giobar

    Necrologi

    E' morta, 89enne, Mady Mesplé, grande soprano francese.
  3. Diretta-happening da Berlino di Igor Levit, impegnato nell'esecuzione di Vexations di Satie per un giorno intero. In questo momento l'esecuzione e la trasmissione risultano iniziate da sette ore E' trasmesa anche sul canale personale del pianista
  4. Grazie a te. Anche io ho qualche resistenza, ma non sempre (e ciò fa la differenza rispetto al mio approccio al madrigale), nei confronti dell'opera del 600-700 e trovare delle intelligenti e vivaci introduzioni all'ascolto e alla comprensione mi è davvero molto utile. E sono anche fra quegli impenitenti che a un falsettista starnazzante preferiscono, sempre e comunque, un bel timbro baritonale. In teoria questo non dovrebbe entrarci nulla con un approccio informato a certa musica. Ma se l'esempio da ascoltare me lo ulula Jaroussky l'istinto è di mettere mano alla pistola
  5. Ottetto di Mendelssohn per...tromba Per nulla filologico, ma spassoso. E lui è bravissimo
  6. Frank MARTIN Il racconto di Cenerentola Clémence Tilquin - David Hernandez Anfruns Varduhi Khachatryan - Alexandra Hewson Orchestre de la Haute école de musique de Genève Gabor Takacs-Nagy Interessante balletto con voci di Martin, che ebbe un enorme successo nelle prime rappresentazioni dirette da Paul Sacher e poi, inspiegabilmente, cadde nel dimenticatoio.
  7. Kurt ATTERBERG SInfonia n. 5 in re minore op. 20 "Sinfonia funebre" Radio-Sinfonie-Orchester Frankfurt Ari Rasilainen Una signora sinfonia. Atterberg è bravissimo a creare ambientazioni di volta in volta epiche, tenere, misteriose con temi che restano scolpiti e un'orchestrazione lussureggiante. La pseudo marcia funebre che costituisce il secondo tempo, da cui deriva il sottotitolo della sinfonia, è un realtà un lamento molto composto e quasi sereno ed è stupendo come, a metà del movimento, si fa strada un bellissimo secondo tema cantabile e nostalgico.
  8. Louise FARRENC Sinfonia n. 1 in do minore op. 32 Orchestre de Bretagne Stefan Sanderling
  9. Questa è la registrazione presente nel box antologico n. 5 del Concertgebouw ed è, credo, l'unica registrazione che ha circolato in dischi ufficiali. Però Giulini di Webern aveva in repertorio anche i pezzi op. 6 e la Passacaglia per orchestra, che furono eseguiti da lui decine di volte negli anni 70. Qualche registrazione proveniente da trasmissioni radio circola in rete, in particolare conosco la Passacaglia con la Boston Symphony.
  10. Questa è la registrazione presente nel box antologico n. 5 del Concertgebouw ed è, credo, l'unica registrazione che ha circolato in dischi ufficiali. Però Giulini di Webern aveva in repertorio anche i pezzi op. 6 e la Passacaglia per orchestra, che furono eseguiti da lui decine di volte negli anni 70. Qualche registrazione proveniente da trasmissioni radio circola in rete, in particolare conosco la Passacaglia con la Boston Symphony.
  11. Aaron COPLAND Passacaglia Leo Smit, pianoforte Pezzo giovanile e breve (circa 7 minuti) ma molto interessante. Sulla forma classica della passacaglia si innestano perorazioni modernistiche (siamo nei primi anni 20) e curiosi echi di Debussy.
  12. No, la dicitura del libretto è (ricopio): Yugoslav Army Chorus Belgrade National Opera Orchestra Dirigent/Conductor: Oscar Danon del "Chorus of the Belgrad Opera (Chorus master: Oscar Danon)" si parla a proposito del bonus con l'aria di Sobinin e coro tratta dall'incisione di Markevitch. Però, ribadisco, è legittimo ritenere che nell'incisione di Belgrado canti anche il coro dell'opera locale. Mentre i crediti del bonus confermano l'attribuzione a Danon del ruolo di maestro del coro con Markevitch (ed è del tutto ragionevole, dato che all'epoca Danon era responsabile del'Opera di Belgrado). Continuo a non capire perché nel box Icon salti fuori quel Douglas Robinson. Le ricerche in rete finora non hanno portato da nessuna parte.
  13. Mikhail GLINKA Ivan Susanin (Una vita per lo zar) Miroslav Cangalovic - Marija Glavarevic Drago Starc - Milica Miladinovic Coro dell'esercito yugoslavo Orchestra dell'Opera nazionale di Belgrado Oscar Danon @Wittelsbach: qualche curiosità sugli interpreti, anche a confronto con l'incisione di Markevitch. Nella tua recensione dici che il coro dell'esercito yugoslavo affianca quello dell'Opera di Belgrado. Però quest'ultimo non risulta accreditato né nell'edizione Profil (che sto ascoltando) né negli LP originali Decca e consociate . Probabilmente il riferimento nelle copertine originali all'Opera di Belgrado diretta da Danon richiama i complessi nel loro insieme (orchestra + coro), anche perché mi sembra strano che il coro dell'esercito avesse un reparto di voci femminili (ma tutto può essere). Curiosamente, il coro dell'Opera di Belgrado è invece quello impiegato nell'edizione parigina di Markevitch con l'orchestra Lamoureux. Ma anche qui c'è un problema nell'enunciazione del crediti. Nelle copertine degli LP originali il coro di Belgrado risulta istruito proprio da Oscar Danon. Invece nei crediti dei CD inseriti nel box Markevitch/Icon Oscar Danon scompare e appare come maestro del coro tale Douglas Robinson (non trovo un'immagine in rete, ma così è nel libretto del box, che possiedo). Ne sai qualcosa? Ad ogni modo, il suono dei CD Profil è proprio buono, avevi ragione.
  14. Antonin DVORAK Quartetto per archi in sol maggiore op. 106 Quartetto Pavel Haas
  15. Max REGER Concerto in la minore per violino e orchestra op. 101 Manfred Scherzer Staatskapelle Dresden Herbert Blomstedt
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy