Vai al contenuto

Ludovyk

Members
  • Numero contenuti

    172
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Ludovyk

  • Rank
    Qualcuno
  • Compleanno 28/11/1964

Visite recenti

1423 visite nel profilo
  1. Ludovyk

    Mahler

    Per me le proprie opinioni sulle interpretazioni incise di Mahler cambiano col passare del tempo. Tanti anni fa io non apprezzavo molto interpretazioni che poi ho riscoperto, e anche in contrario un buon giorno mi sono sentito deluso dall' incisione che avevo sempre ritenuto più bella. Non ti scoraggiare: goditi quella di Kubelik, ma torna un giorno a sentire Bernstein, e vediamo che succede.
  2. Ludovyk

    Mahler

    Quello di Gergiev è un Mahler siderurgico, come dice un amico mio.
  3. Ludovyk

    Mahler

    Concordo. Conoscete qualcuno la Seconda live edita dalla LPO? Se ne avete l'ocasione, datele un ascolto.. Ê un cataclisma!! 94 minuti di tensione formidabile.. Sembra che Tennstedt desse il meglio di sé nei concerti, anche se le sue incisioni ufficiali per la EMI sono straordinarie (è incredibile, ma alcune di esse erano infatti il suo primo approccio ad alcune sinfonie, la Terza e la Nona le diresse per la prima volta nello studio per le incisioni della EMI...).
  4. Ciao Ludovyk, spero tu stia bene, ti invio tanti auguri di Buone Feste, mi spiace di esser stato silenzioso ma da giugno sono stato gravemente ammalato. Cari saluti.

  5. Ludovyk

    Mravinsky

    Io ho avuto la fortuna di vedere Mravinski tre volte in diretta, e vi assicuro che era una cosa da far paura. L’orchestra di Leningrado era davvero travolgente (nel mio ricordo, molto di più della mitica Chicago di Solti...) e di una precisione incredibile negli attacchi, ed è stata l’unica orchestra con cui ho avuto la sensazione quasi fisica che il suono riempisse l’intera sala: impressioni mie da parte, altri hanno anche sentito che le mura del Teatro Real di Madrid tremarono con il crescendo dei Monteschi e i Capuleti, o con i tuoni che scatenò nella Francesca da Rimini. Oltre a questo, mi ricordo dei pianissimi da brivido nel tempo lento della Quinta di Sciostakovich. Chiunque abbia avuto di queste esperienze, non può pensare che Mravinski non sia uno dei più grandi.
  6. Infatti ho letto che hanno smesso di farlo questo ampli, e magari se ci stai attento troverai un'offerta interessante. Il X-Can V8P ha un DAC incorporato che non avresti bisogno di comprare separatamente... anche se il DAC, secondo orecchi più esperti dei miei, non è il suo componente migliore: a me comunque va benissimo, io ascolto un sacco di files sul mio pc, e ne sono contento. Ma sempre potrai comprare poi un DAC migliore.
  7. Sono quelle che uso io di solito. Le trovo specialmente adatte alla musica classica. È straordinario il livello di dettaglio che hanno, la scena è profonda e aerea.. Però attenzione, almeno collegate direttamente al ipod suonano davvero male, e neppure collegate a un amplificatore modesto ti daranno il loro vero potenziale. Ci vuole un amplificatore che le posssa "muovere". Io ho il Musical Fidelity X-Can V8P, e sono davvero contento della "coppia". Un altro inconveniente che hanno è che il rodaggio (burn-in)è piuttosto lungo, almeno 200 ore.. Però con un buon ampli, è un bel acquisto.
  8. Qualcuno di voi ha una cuffia Grado? Ho sempre sentito dire che queste cuffie non vanno bene per la classica, bensì per il rock, però mi piace molto il loro aspetto vintage… Lo so, che le cuffie si ascoltano, non si guardano.. però certi modelli sono cari e non trovo il modo di provarli prima di decidermi.
  9. Ludovyk

    Mahler

    Su Arte potete vedere e ascoltare la Nona che Abbado ha diretto a Lucerna la settimana scorsa: />http://liveweb.arte.tv/fr/video/Festival_de_Lucerne_2010___Abbado_dirige_la_Symphonie_n__9_de_Mahler/
  10. Ludovyk

    Mahler

    L'ho visto in diretta dirigere la Seconda, la Terza e l'Ottava, tutte con l'orchestra del Marinski. Tutte dimenticabili... Però non conosco nessuna delle sue incisioni con la London Symphony. Se vuoi fartene un'idea, qui puoi vedere il concerto suo della settimana scorsa, nei Proms, Quarta e Quinta: />http://www.bbc.co.uk/proms/2010/whatson/0508.shtml#prom26 (Non so per quanti giorni sarà ancora disponibile, oggi lo è...)
  11. Ludovyk

    Mahler

    Ma Tennstedt dava sempre il meglio di sé nei concerti… Le sue incisioni mahleriane dal vivo sono sempre duna intensità incredibile.. Appunto poco fa ho scoperto questa Seconda, monumentale, devastante… Io la metterei in cima a tutte le Seconde che ho sentito… Per favore, se ne hai loccasione, sentila!! E magari cambierai opinione, vedrai che grandissimo direttore era Tennstedt . Anche questa Settima, dopo un inizio un po barcollante… a poco a poco diventa uninterpretazione incredibile, che può piacere o meno, però si percepisce che il direttore appunto dirige il discorso, che ha una proposta da farci, magari estrema.. però almeno non cè il solito accatastare duna battuta dopo laltra di tanti altri direttori… Altus ha annunziato ledizione di questo concerto dal festival di Salisburgo del 82. Tennstedt vi sostituì Bernstein, e ci lasciò, oltre a una Eroica intensissima, magari lAdagio della Decima più lento… 29 minuti (non so se superato solo da Sinopoli). Conosco queste esecuzioni dalla trasmissione radiofonica, è da anni che aspettavo questa edizioni… [/ Tre assaggi di esecuzioni mahleriane di Tennstedt che mi piaciono molto…. E poi il personaggio era affascinante, con i suoi dubbi, le sue insecurità... agli antipodi del star system.
  12. Ludovyk

    Mahler

    Qui potete creare il vostro Dream Mahler Cycle: />http://www.mahler150.com/en_GB/home
  13. Ludovyk

    Mahler

    Sì, è quella. Interessante recensione. Cercherò di sentirla presto, questa Quarta. Per me, una sorpresa è stata la Quarta di Colin Davis con la Radio Bavarese, direttore non specificamente mahleriano, ma che propone una Quarta strana e per me affascinante, per riprendere i tuoi stessi termini. Strana, nel senso che il primo movimento è velocissimo, e gli altri più riposati, sì che si ha l'impressione di ascoltare due interpretazioni diverse.. Impressione che svanisce comunque a poco a poco con ulteriori ascolti. Malgrado la velocità del primo movimento, ci sono sequenze in cui il discorso si ferma, ma sempre organicamente, il tutto controllato con mano maestra. Una sorpresa relativa per me, perché Colin Davis è un direttore per cui nutro un'ammirazione senza riserve.
  14. Ludovyk

    Mahler

    Anch'io ho preso su Amazon il coffanetto Sony con le sinfonie dirette da Maazel, per 27 euro spese di spedizione comprese.. Non so se ho fatto bene, però per quel prezzo non ho potuto resistere.. Immagino che ci sarà qualcosa di buono là dentro. Appunto parlano molto bene del suo nuovo ciclo con la New York Philharmonic.
  15. Grazie!! Appena posso lo vedo.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy