Vai al contenuto

kraus

Members
  • Numero contenuti

    10160
  • Iscritto

  • Ultima visita

Risposte risposto da kraus

  1. Zitto zitto, questo è uno dei trii più arguti e umoristici mai apparsi su questo pianeta. Haydniano senza ricordare Haydn (ma le trovatine dell'ultimo tempo un po' lo rammentano, dai), interrompe e/o spezza risolutamente la schidionata di sonate per violino un po' impersonali che affollano i due CD dove han trovato ricetto i lavori cameristici di Herr Joseph.

  2. Così si autodescriveva la musica di Kraus all'epoca:

    "Mi chiamano galante, mi chiaman Sturm und Drang
    Ma quanto qui si siedono, son tutti di Pyongyang*."

    Joseph Martin Kraus

    * Trovatemela voi una rima in -ang...

    (L'originale in tedesco doveva suonare pressappoco così: "Nennt mich Galante Musik, od'r nennt Sturm und Drang, aber wenn sie hier sitzen, dann kommen sie aus Pjöngjang"). 

  3. Ma le pijo subito le ediscions! Anche tutt'e due insieme, se capita :D E magari arrotondo con questo, il mitico:

    Stravinsky: Le Sacre Du Printemps 100th Anniversary Collectors Edition:  Various Artists: Amazon.it: Musica

    Ma mi raccomando, non ditelo a nessuno e, in particolare, non fatelo sapere in Internet!

    Ah, avviso che un giorno organizzeremo un incontro tra forumisti e potremo vederci tutti qua dentro:

    50 Best Bar: Dr. Stravinsky, Barcellona – Italian Bartender

    (Bellissima foto, tra parentesi).

  4. 2 ore fa, il viandante del sud dice:

    Questi duetti dicono essere spurii, è così?

    Sì, Poggi e Vallora confermano nel catalogo beethoveniano che lo sono: nelle loro note all'opera, per l'esattezza, affermano questo: "Considerati autentici da Kinsky nel 1955, i Duetti WoO 27 furono invece ritenuti spuri da Kerman nel 1983."

  5. 12 minuti fa, Yeats dice:

    mendelssohn, 6 duetti, op. 63
    soprano: regina klepper, mezzosoprano: martina borst, piano: helmut deutsch
    per me sono sei piccoli ovetti fabergé, soprattutto herbstlied (canzone d'autunno)

    Mendelssohn ha tante belle sorprese in serbo... Il cofanetto di Prosseda con le opere per piano ne é la dimostrazione.

  6. 40 minuti fa, Wittelsbach dice:

    Ad esempio, la Sonata per corno op. 17

    Opera che tra l'altro è stata composta da Beethoven immediatamente dopo i tre Duetti di cui sopra, e che venne eseguita dal compositore stesso e dall'esperto cornista Giovanni Punto. Pare che costui fosse stato anche un po' un saltafossi in gioventù e si fosse fatto italianizzare il nome (in origine si chiamava Jan Vaclav Stich) per far perdere le sue tracce e sfuggire alle ire del Conte Thun, cui doveva averne combinata una piuttosto grossa.

    (A tal proposito, Wikinforma: "Indi Stich tornò al servizio del Conte, dove rimase per quattro anni, guadagnando la reputazione di combina guai. All'età di vent'anni decise di fuggir via con quattro suoi amici e il Conte, che aveva investito molto sul suo prodigo, invio i propri soldati con l'ordine di rompere i denti frontali di Stich in modo che così non potesse più suonare il corno. Fortunatamente essi fallirono nell'impresa e Stich riuscì a fuggire in Italia.")

    Già che ci sono la Sonata in parola me l'ascolto anch'io:

    Ah, la Sonata op. 17 ebbe un immenso successo di pubblico e critica. Subito dopo Beethoven tornò alla sua poetica rovente e puntualmente bistrattata dai musicologi dell'epoca. Le sonate per violino, in particolare, furono uno dei bersagli preferiti per i soloni di Lipsia:

     

  7. Una bella prima maniera beethoveniana sotto l'occhio sprezzante di Riezler, suo biografo d'eccezione. Naturalmente, all'epoca, questa composizione venne accolta come un non plus ultra dell'arte musicale, ma Beethoven scese dai tremila ben presto, rendendosi conto di cosa sarebbe stato capace di lì a poco.

  8. Ricostruzioni a iosa: pare che Schubert sia un autore fatto apposta per i vari direttori-compositori che si dilettano a completare le sue numerose per non dire innumerevoli incompiute.

    La sinfonia è a tratti grintosa, ma il frammento ricostruito non è molto di più d'una pallida anticipazione dell'ottimismo instancabile infaticabile della Grande.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy