Vai al contenuto

kraus

Members
  • Numero contenuti

    9765
  • Iscritto

  • Ultima visita

2 Seguaci

Su kraus

  • Rank
    9000 !

Contact Methods

  • Sito Internet
    mozartminore.wordpress.com

Profile Information

  • Luogo
    Torino Marittima
  • Interessi
    Matematica, lingue straniere, scacchi, un po' di musica (ma solo un pö')

Visite recenti

11475 visite nel profilo
  1. kraus

    Hurwitz & co.

    Ho vaghi ricordi delle prime due registrazioni, ma dovrei riascoltarmele tutt'e tre prima di esprimere un parere. Uno di questi giorni butterò le tre edizioni sul lettore per rinfrescare la cucuzza. In ogni caso, opere argute, in alcuni casi cervellotiche e con soluzioni armoniche che nel Secolo de' Lumi non sarebbero saltate né saltavano in capo a nessun altro.
  2. No, no, ci mancherebbe altro...
  3. Sarebbe fantastico se qualcuno, dopo il risveglio, si mettesse a parlare in dalmatico o meglio ancora in etrusco (lingue, ahi, entrambe estinte). Sarebbe manna dal cielo per i romanisti (intesi come esperti di lingue romanze, non tifosi giallorossi) e gli etruscologi rispettivamente.
  4. Grazie Pollini Mi sono accorto solo ora della dedica e ricambio con piacere: Nell'Andante più tosto Allegretto Haydn tocca uno dei suoi vertici: sul finire del brano, a un bel momento sembra quasi di sentire una dissolvenza in musica. Si giunge in effetti a una sospensione del discorso, che poi riprende con vigore e si conclude con toni quasi trionfali. Non solo quel punto, curioso e persino straniante in un autore classicista, ma tutta questa serie di doppie variazioni (struttura non rara in Haydn, qui riproposta con esiti superlativi) è qualcosa di abbagliante.
  5. kraus

    Hurwitz & co.

    Grazie Ives Ne terrò conto.
  6. Quando da collezionisti consumati e accaniti si comincia a raschiare il barile, arriva il momento di scomodare fratelli zii e cugini: vedi Haydn con l'ottimo Michelino a ruota, Scarlatti con Alessandro che non riuscirà mai a uguagliare Domenico, per quanto sublime possa essere la sua opera, e per l'appunto il qui presente Louis Couperin, zio di François. Anche un cognato, alla lunga, potrebbe tornare utile.
  7. Ciao, come va?

    Leggevo oggi di Roman(us) Hoffstetter (a cui è attribuita la paternità dell'op. 3 di Haydn) e ho scoperto che ha collaborato con il tuo omonimo.

    Addirittura Wikipedia dice che la sua musica è memorabile e rimane nelle orecchie, tu sai dirmene di più?

    Una buona giornata

    1. kraus

      kraus

      Ciao Viandante, bentrovato :) 

      Purtroppo, a parte l'incidente quartettistico con Haydn e il conseguente CID e nonostante la collaborazione con Kraus, di Hofstetter ho e so pochissimo, anche perché in rete non si trova nulla di lui, a parte quelle sei composizioni dell'Op. 3...

      La sua assenza dai palinsesti tubolari e, peggio ancora, dal mercato discografico, mi fa anzi dubitare delle affermazioni di Wikipedia: che cos'ha ascoltato di Hofstetter (e soprattutto come ci è riuscito) chi ha scritto quella pagina?

      A presto ;) 

      Mario

        

    2. il viandante del sud

      il viandante del sud

      Ecco,

      magari l'ha sognata quella musica, chissà :D

      Grazie comunque, sempre gentilissimo!

      A la prochaine!

  8. Lo conosco, Tony Cobra è un mito qui in forum, se n'è fatto un bel parlare qui in passato...
  9. Grazie Tony (anche se Stravinskij non è tra i miei preferiti) Ricambio con
  10. L'ultimo CD di questa raccolta, nel complesso più che digeribile quando non avvincente, porta nelle nostre case e nelle nostre orecchie la musica d'un minore scafato, che possiamo accostare a CPE e a WF Bach (più al primo che al secondo, a dire il vero). Non propriamente un fulmine sulla tastiera, Haessler ci guadagna come il caffè di montagna nella composizione per strumenti che vanno dal clavicembalo vecchio stile ai fortepiani più avanzati della sua epoca. Al punto che m'ha fatto venir voglia d'ascoltare anche il singolo Brilliant che s'aggiunge a questo bel quadruplo: Se sono arrivato ad ascoltarmi le sinfonie di Wagenseil e Cannabich, ben venga anche Johann Wilhelm.
  11. A me è pure capitato di assistere qualche anno fa a un concerto in stile Winters-Cobra (intitolato manco male "Adagio"), con i pezzi suonati alla moviola. Lentesse oblige.
  12. Davanti alla quantità di versioni ivi presentate, bocche aperte alla Renault... Salto le esecuzioni canoniche (clavicembalo - Belder, piano - Barshai, organo - Sene) e concèntromi su quelle polistrumentali del Trio per archi Amati e del Seldom Sene Ensemble: orecchie mie, fatevi capanne.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy