Vai al contenuto

Beethoven

Members
  • Numero contenuti

    2084
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Beethoven

  • Rank
    Io e pochi eletti
  • Compleanno 01/11/1980

Contact Methods

  • MSN
    Chiedete e vi sarà dato

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Visite recenti

12909 visite nel profilo
  1. Beethoven

    L'ultimo CD acquistato (musica classica)

    Non è un CD, ma per il colpo di natica nel trovarlo merita una citazione Disco del 1963. Le incisioni della Gazza Ladra e del Tell di questa edizione vennero poi utilizzate da Kubrick nel 1971 per Arancia Meccanica, il che rende questo vinile ancor piu' da idolatrare
  2. Beethoven

    Quando un tema...

    Riconosco l'attenuante, al compositore di musiche per film, di lavorare spesso in condizioni di tempo e budget risicati rispetto a quanto concesso al resto della produzione...quindi per sfangarla una loro "dispensa" ce la devono avere. Certo alcune cose son spudorate....John...John Williams...anche tu....
  3. Beethoven

    Quando un tema...

    />http://www.youtube.com/watch?v=8HIdjU0DZkQ />http://www.youtube.com/watch?v=Pf0C5tzcQlg />http://www.youtube.com/watch?v=w5YwHm7sYg4
  4. Beethoven

    Infiorata con la Banda!

    dalla pagina generale del forum avevo letto "Infoiata con la banda!"
  5. Beethoven

    Quando un tema...

    Il problema è che ancora oggi sulla definizione tecnico giuridica di plagio no ci sono confini ben precisi. Figurarsi stabilire quello tra plagio e citazione
  6. Beethoven

    Quando un tema...

    Liszt non era nemmeno del tutto ungherese, dato che nacque a confine tra germania e ungheria (Raiding attualmente è Austria). In vita sua parlo' crucco e franzoso, e solo in tarda eta' ungherese. Tutto cio' che di ungherese c'è nella sua musica, e a maggior raggione in brahms, è solo una ricerca di "sapore" locale e colori diversi, calati in un linguaggio di matrice colta tedesca. che è tutt'altro da Bartok, giustamente, e Kodaly.
  7. Beethoven

    Quando un tema...

    scusate e gia' postato, ma sto satollo di lasagne e strafatto di vernaccia e non sono proprio lucido [media]http://www.youtube.com/watch?v=GShZTYbQY5A [media]http://www.youtube.com/watch?v=qDDX4HxUjg8 ma solo a me l'incipit pare sinistramente simile?
  8. Beethoven

    Spagna: nacchere e non solo

    "Sei solo nacchere e distintivo!"
  9. Beethoven

    Recensioni cd, registrazioni varie etc.

    Raramente ho provato tanto fervore nell'ascoltare Dvorak. Mi cospargo il capo di cenere per non aver mai proposto abbastanza in vita mia il nome di Szell di cui, oltre la presente incisione, possiedo solo la prima di Brahms. Conoscevo la precisione e meticolosita' di tale direttore, ma che fosse capace di esprimere tale forza e trasporto ancora non avevo potuto coglierlo. E' tutto nelle meravigliose articolazioni che il maestro ungherese riesce a creare nei tempi lenti, alla perfezone ritmica dei movimenti veloci. Pur essendo ottimamente remasterizzate sono incisioni finr anni 50-60, quindi per i puristi del DDD magari è una pecca dal punto di vista della qualita' sonora; ma difficilmente si puo' trovare una via cosi' diversa ed equilibrata in Dvorak dal punto di vista interpretativo, da renderla, a mio personale giudizio, preferibile a quella fatta di sonorita' abbacinanti di von Karajan; o a quella permeatA di nostalgica retorica slava, come si puo' trovare in un Kubelik o in un Ancerl (sempre con umilta' e rispetto parlando), che commuove, ma alla lunga è indigesta; o a quella ricca di effettacci ma assolutamente piatta di Solti; o a quella tremendamente soporifera di Sawallisch PS: l'orchestra di cleveland è mostruosa
  10. Beethoven

    L'ultimo CD acquistato (musica classica)

    finora ho ascoltato la Nona. Che dire? Asciutta, senza orpelli o melensita' superflue, sonorita' bilanciate, ma un furore e una precisione ritmica pazzesche. Credo, e non voglio passare per retorico, che è la prima volta, in 17 anni di ascolti musicali, che ascolto l'Allegro con fuoco finale, veramente col fuoco dentro.
  11. Beethoven

    Allevi o Einaudi..???

    che sondaggio come dire: preferisci una colica epatica o una trave su per il [omissis]
  12. Beethoven

    L'ultimo CD acquistato (musica classica)

    nulla di trascendentale ma amo Szell. E' sempre bello ritrovarmi tra voi ragazzi, quindi dedico questo acquisto a tutti i fanS del buon Georgy
  13. Beethoven

    Ralph Vaughan Williams

    la musica inglese in genere è uno scrigno da cui attingere a mani basse fa piacere aver trovato un altro fanatico di Ralphy
  14. Beethoven

    Ralph Vaughan Williams

    Vaughan Williams si autodefiniva un agnostico sorridente. Non era propriamente ateo, ma non vedeva la Religione come religio, ossia come credenza a qualcosa di Superiore. Vedeva semmai nella religione un qualcosa volta al miglioramento etico dell'uomo, oltre ad essere una fonte di ispirazione notevole per l'arte. Molte delle sue opere pur sembrando profondamente religiose, in realta' non lo sono nell'essenza, ma si fanno plasmare sulla religione. Quando parli di tesi laica è giusto. Laico, perche' è l'uomo sempre al centro e non Dio, ma etico. La Sinfonia Marina eprsonalmente la considero un gigantesco oratorio, ma laico In italia dovremmo rieducae le nostre abitudini di ascolto, oltre che proprio gli studi musicologici. Perche' o siamo tremendamente autoreferenziali (e macnco troppo, oltre opera e melodramma ma un concerto con musiche di Casella, Pizzetti e Respighi, che non sia il trittico romano, non lo ricordo), oppure viviamo nella luce riflessa del classicismoe rmanticismo mittleuropeo. Mentre proprio in quei paesi le abitudini di ascolto sono le piu' varie ed aperte. Mah...
×