Vai al contenuto

zorba

Members
  • Numero contenuti

    10
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su zorba

  • Rank
    Nessuno (per adesso)

Visite recenti

419 visite nel profilo
  1. zorba

    Tamponi

    Per curiosità, quali sono le differenze dal punto di vista acustico tra i tamponi in sughero, goretex e pelle? Io ho sempre preferito questi ultimi. Esistono in rete materiali per approfondire l'argomento? Ora ho uno strumento tamponato in goretex che è piuttosto "duro", mi sto chiedendo se ritamponandolo in pelle posso renderlo un po' più fluido. In passato ho ottenuto questo effetto passando sul La da quelli tradizionali in vescica a quelli in pelle.
  2. Sto cercando un clarinetto professionale in Sib Leblanc modello Concerto o Opus, soltanto se in buono stato.
  3. Uhmmm, c'è solo il numero, dunque dovrebbe essere a 440 Non avevo mai sentito parlare di questo "codice", è valido per tutti gli strumenti o solo per la serie vintage? Grazie!
  4. Come si può riconoscere se un clarinetto Buffet vintage ha l'intonazione a 440 o a 442? Nel fusto e nella campana non c'è scritto nulla a parte il codice numerico identificativo. Se nin c'è scritto 440 vuol dire che si intende automaticamente 442? O per il vintage funziona al contrario? Grazie
  5. Andando sul sito dei Patricola ho notato che col 2013 segnalano l'introduzione di novità sulla linea di clarinetti, in particolare in merito alla proiezione. Avete qualche notizia in merito? In particolare Maestro che è sembre ben informato cosa ne dice?
  6. Ciao a tutti, mi piacerebbe sapere se qualcuno ha provato a utilizzare barilotti e campane Backun sui clarinetti Patricola e cosa ne pensa. Personalmente ho avuto modo di provare un barilotto fatboy e un moba su un patricola sib di un amico e mi è sembrato che migliorassero il suono in termini di omogeneità e forse proiezion (è stata una prova estemporanea e dunque non ho potuto approfondire la cosa). Non ho avuto invece la possibilità di provare le campane, per cui mi piacerebbe sapere innanzitutto se sono compatibili come incastro. Grazie a tutti e auguri di buon anno!
  7. :) Ho guardato sul sito della Patricola e questi sono i clarinettisti che conosco che suonano stabilmente in orchestra. Gli altri mi sembra siano solisti, docenti, studenti, molti jazzisti. Mi piacerebbe sapere se ci sono altri orchestrali stabili. :) Ne parlava un altro utente su questo forum. Magari conosci Sirugo di persona e hai notizie più affidabili. Comunque, non era mia intenzione scatenare flame, criticare le tue scelte o ancora la qualità degli strumenti Patricola che ritengo ottimi. Ho scritto soltanto per avere un confronto costruttivo sulle caratteristiche degli strumenti. Se mi è consentito esprimere una opinione personale l'omogeneità e la potenza sono i due aspetti su cui avevo dubbi e su cui mi piacerebbe confrontarmi con altre persone.
  8. Ciao a tutti, ho avuto modo di provare dei clarinetti Patricola e queste sono state le mie considerazioni. Cosa mi ha convinto: - la fattura, la meccanica e il legno dello strumento sono ottimi - l'intonazione dello strumento è ottima - il timbro è molto bello - gli strumenti sono molto simili, su 5 clarinetti provati non ho riscontrato grandi differenze tra l'uno e l'altro. - estrema facilità di emissione - in generale si tratta di un ottimo strumento I dubbi: - L'omogeneità mi è sembrata inferiore rispetto a un Tosca. Avevo letto anche su un forum americano che hanno avuto in passato dei problemi con il sib che poi sono stati risolti con una nuova boccoletta del portavoce, qualcuno ha notato questa cosa? - potenza di suono: mi è sembrata inferiore ai miei prestige (che in compenso hanno un'intonazione molto meno bilanciata...). Qualcuno lo suona in orchestra? Come si trova? Inoltre: chi suona professionalmente in orchestra un Patricola? Io so di Picatto, ma altri? Ho letto su questo forum che Sirugo avrebbe venduto i suoi Patricola.
  9. Se vuoi un consiglio tu iscriviti e comincia il conservatorio. Per qualche anno anche volendo non ci saranno problemi. Sono comunque dell'opinione che arriverai al diploma senza problemi (legali ) Tranquillo, non ci sono problemi!
  10. Calma! Allora: 1. puoi frequentare il conservatorio e una scuola superiore (liceo, ITIS, ...) assieme, non ci sono vincoli 2. non ci sono problemi se frequenti un corso tradizionale + università 3. l'unica incompatibilità è tra l'università e il biennio oppure triennio in conservatorio. Quindi l'unico caso in cui avresti problemi sarebbe se tu fossi iscritto all'università e contemporaneamente volessi frequentare il biennio o il triennio di uno strumento. Poi, per fugare ogni ulteriore dubbio ti conviene chiedere in segreteria del conservatorio.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy