Vai al contenuto

Caleb Lost

Members
  • Numero contenuti

    81
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Caleb Lost

  • Rank
    Qualcuno

Visite recenti

431 visite nel profilo
  1. Scusate il doppio post... Oggi ho visitato un paio di negozi ma ho visto che il flauto come strumento è piuttosto bistrattato. Ho addocchiato un modello della Moeck: il moeck rondo, in legno di acero, soprano. Il commesso mi ha detto che la diteggiatura è tedesca e ho rinunciato per questo. Il prezzo era di 89 euro mi sembra. Che differenza c'è tra il modello rondo e il modello Rottenburgh? Mi consigliereste di prendere il rondo? Inoltre a parte la Aulos (che credo sia una buona marca) come sono i fluati della Honer e della Zeima? (se no nricordo male). Grazie Ale
  2. Grazie per la repentina risposta Gekko, mi sei stato molto utile. In settimana cerco di andare in qualche negozio di Roma per continuare a sondare un po' il terreno e farmi un'idea precisa delle marche che vengono trattate. Purtroppo non ho un budget di 300/400 euro...potrei arrivare al massimo ad un centinaio...vedrò quale strumento sono in grado di permettermi. L'importante è evitare la ditteggiatura tedesca a questo punto. Ciao e grazie ancora! Ale
  3. Salve a tutti! Mi chiamo Alessandro e da qualche anno suono il clarinetto. Vorrei comprare un flauto dolce di legno, possibilmente un modello professionale o semiprofessionale ma sono piuttosto ignorante in materia. Oggi, in un negozio, mi è stato consigliato un flauto professionale della honer in legno di pero, ditteggiatura tedesca, in DO. L'oggetto in questione costa 50 euro. Io non me ne intendo per nulla di prezzi, marche e legni (per quanto riguarda i fluati dolci) e vorrei una vostra opinione... Non cerco il top, ma neanche un modello di base...semplicemente uno strumento buono per suonare. Soprattutto vorrei capire bene se mi conviene prenderne uno con ditteggiatura tedesca o di altro tipo (quale?). Anche perchè il commesso mi ha detto che tutti prendono quella tedesca e lui ha soltanto quella. Vi ringrazio anticipatamente... Buona serata a tutti! ^^ Ale
  4. Eheh anche io con l'inglaso ci faccio a pugni...ho sempre avuto il debito alle superiori Cmq con il mio strumento da studio non noto differenze significative tra la placchetta ondulata e quella con le linee orizzontali...quella con i 4 punti invece crea un suono più libero, aperto. A.
  5. Nella mia confezione non ho trovato nessun foglietto! Acc... Cmq nessuna placchetta è completamente liscia... Quella montata è ondulata, poi c'è quella con 4 punti e infine quella con due linee orizzontali. A. Correzione: Come consigliato ho visitato il sito Vandoren e ho trovato l'informazione (in inglese). Grazie a tutti!
  6. Ciao a tutti! Oggi per la prima volta ho cambiato fascetta: da quella di base che danno col clarinetto sono passato alla optimum della vandoren. E' ancora presto per un giudizio ma di primo acchitto mi sembra che l'ancia vibri meglio e riesco a suonare ad un volume più basso. Una sola domanda: c'è qualcuno che sa dirmi precisamente in cosa differiscono le tre placchette? Tecnicamente cosa dovrebbe cambiare da placchetta a placchetta? Su internet non sono ancora riuscito a trovare informazioni... Grazie anticipatamente delle risposte... Ale.
  7. Il labbro inferiore e il labbro superiore devono semplicemente stringere sul becco e sull'ancia, i denti superiori puoi poggiarli sul bocchino ma senza stringere! Per quanto riguarda i denti inferiori non devono andare a premere contro il labbro inferiore. Il labbro in questione, come già detto, deve solo stringere sull'ancia. Devi impostare le labbra come se stessi leggermente sorridendo, in modo da tenderle al meglio. E soprattutto ricorda che devono chiudere perfettamente, non deve fuoriuscire aria in nessun modo! Poi se vuoi un consiglio, prima di incappare in errori, vai da un clarinettista e fatti controllare se l'imboccatura è ok. Io ho iniziato da autodidatta ma una sera ho avuto la fortuna di conoscere una clarinettista molto brava. Fortunatamente la mia postura era ok! Ale
  8. Per chi lo vuole io ho lo spartito per pianoforte e violino. E ora anche un file audio. Lasciatemi la mail in caso... Ale
  9. Grazie della disponibilità clarinetto1! orfeo84@libero.it
  10. Salve a tutti. Anche se ho intenzione di passare ad un modello profesionale tra qualche anno, voglio iniziare a farmi un'idea su quale clarinetto acquisterò. Sinceramente sono indirizzato su prodotti nostrani (mi sento un po' patriottico ), e ho sentito parlare molto bene dei clarinetti Orsi. Vorrei però avere una visione a 360°: Quali sono le altre marche italiane? Quali marche italiane sono paragonabili alle grandi marche straniere? (Buffet, ecc) I prezzi sono competitivi? Io sarei molto propenso all'acquisto di un modello della Orsi, leggendo vecchi topic ho visto che alcuni utenti lo hanno e sono soddisfatti. Quale modello è paragonabile ad un Buffet RC (o prestige?) e quanto costa? Avvertitemi se sto toppando e i modelli stranieri sono di gran lunga migliori dei nostri! Grazie dell'attenzione Ale
  11. Caleb Lost

    inizio...

    Ecco! Come si spiegano quindi queste due tendenze così differenti? (gola aperta/chiusa?).
  12. Quanto costa l' FB EVOLUTION DELLA ORSI? E il suono come risulta? Grazie anticipatamente della risposta Ale
  13. Caleb Lost

    inizio...

    A me hanno sempre detto che il clarinettista deve essere come un cantante, quindi gola aperta! Per i denti invece devono solo poggiare sul bocchino. Son le labbra che devono stringere! Io ho sempre suonato seguendo queste indicazioni di base... Ale
  14. Caleb Lost

    inizio...

    Salve a tutti (e benvenuto axnym!) Scusate se mi intrometto nella discussione... I consigli di Rosario sono tutti precisi ed esposti con chiarezza (complimenti!). Solo un appunto...io sapevo che la gola va tenuta il più aperta possibile. Non sono un esperto e non voglio correggere nessuno (ci mancherebbe ), il mio è solo un dubbio che magari servirà a fare più chiarezza! Ale
  15. Guarda, anche io sono appassionato di fumetti e ti confermo che è proprio Dylan Dog a suonare il clarinetto. E l'unico pezzo che sa suonare è appunto "Il trillo del diavolo" di Tartini. Io ho lo spartito ma è un pezzo per violino e pianoforte, non credo esista per clarinetto. Dovresti riportare tutte le note (solo per la parte del violino naturalmente) ma è un lavoraccio... Il pezzo cmq è difficile soprattutto per i tempi. A.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy