Vai al contenuto

valnuke

Members
  • Numero contenuti

    447
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di valnuke

  1. speriamo che il corpo sia così intelligente da farlo venire a chi lo fa per mestiere e non per hobby
  2. valnuke

    a quale età..

    ma dai giovi, lo facciamo per il tuo bene
  3. valnuke

    a quale età..

    beh... visto che henry ti ha chiarito tutti i dubbi tecnici voglio rendermi utile anche io
  4. vuoi dire che guiderai il maestro su cosa insegnarti?
  5. valnuke

    a quale età..

    mi servirà pur qualcosa per suonarlo sto tamburo...
  6. valnuke

    a quale età..

    mmhhh io ho 22 anni e ho ordinato il mio violino, arriva la prossima settimana.
  7. guarda io non sono un violinista ancora, però sono stato da un medico da bambino e forse posso risponderti avendo visto come si fa il callo di per se non fa male, ma come tu stesso affermi non hai un callo, tu hai un punto rosso, probabilmente un'infiammazione derivata dall'utilizzo del tuo strumento se tu suonassi 7 ore al giorno probabilmente diventerebbe un callo. è normale che ti faccia male? io dico che sarebbe anormale il contrario. il mio consiglio è cominciare a suonare dalle 10 alle 12 ore al giorno in modo da accelerare il processo di pietrificazione del punto rosso fino allo stadio di callo
  8. se vabeh... torniamo in tema che ne pensate di questa immagine?
  9. veramente quello che mi ha fatto i complimenti è stato cack... e senza offesa ma non sono interessato ps. rinnovo la mia richiesta come membro onorario onorario del club millenari, ho 1900 post all'attivo su un altro forum che non c'entra niente con questo e 2900 email archiviate
  10. dicono tutte così... prima di cedere dopo 34 secondi ma dimenticavo che te sei innamorata di shlomo mintz quindi non ci sono altri uomini nella tua vita
  11. dai qualcosa anche per violet e isab77...
  12. forse chi ha creato questo mito non conosceva questa persona http://matsumo-web.hp.infoseek.co.jp/player/e-page6pl.htm
  13. che io sia maledetto quando ho avuto l'idea di linkare quella foto
  14. troppo tardi ho già cambiato l'ordine con questo
  15. spero che non si veda molto il callo sotto il mento, se no disdico l'ordine e mi compro un tamburo riguardo al callo sul pollice destro, spero che non mi dia fastidio con la chitarra classica...
  16. suonare il violino fa venire un callo sotto il mento?
  17. valnuke

    Jazz&Violin

    benvenuto, a nome di isab77 ti chiedo subito se sei unO o unA che sicuramente non ha capito bene
  18. è sicuramente uno strumento potente ma un po' difficile da maneggiare...
  19. il pianoforte è grosso è robusto ma è difficile da manovrare, però se usato come ariete può distruggere facilmente anche un'arpa o un contrabbasso la chitarra è veloce e maneggevole, se brandita dal manico e fatta roteare sopra la testa, ottima contro viole e violini, piccoli strumenti a fiato e anche percussioni. certo però contro un pianoforte non può nulla il violoncello è sicuramente uno strumento da non sottovalutare, con il suo pericoloso spuntone è il terrore degli strumenti a percussione e di altri strumenti di legno il trombone è di metallo, grosso e imponente ma difficile da maneggiare. troppo pesante da riuscire a roteare con efficacia forse è più utile da utilizzare sulla breve distanza, in questo caso può mettere ko anche un pianoforte voi cosa ne pensate?
  20. ah.. bentornato strano su emule non ho trovato il video di cui parli, ti ricordi dove stava?
  21. ho le versioni di shlom mintz, uto ughi e menuhin (sto parlando della ciaccona) e tra i tre devo dire che menuhin è quello che mi piace di meno, un suono troppo aspro per i miei gusti, troppo duro la versione di uto ughi mi piace molto invece, lo trovo particolamente espressivo shlom mintz è un bravo violinista, ma non mi ha colpito in modo particolare; preferisco ughi
  22. in caso non fossi stato chiaro, parlo di partire da qualcosa più facile da ascoltare, più melodico, più armonioso.
  23. valnuke

    Consigli su Brani

    Cosa consigliereste come ascolti per il violino? diciamo partendo da qualcosa più orecchiabile per arrivare a qualcosa di più difficile ascolto (che richieda una certa maturità e conoscenza dello strumento) non so se mi sono spiegato, ma se dovessi fare il paragone con la chitarra classica che conosco meglio direi qualcosa del genere "comincia ad ascoltare la suite espanola di Sanz, passa poi a qualche studio di Fernando Sor, poi qualche trascrizione di Albeniz, Granados, Tarrega, poi Villa Lobos, Bach, poi altri autori del 900..." Insomma una specie di percorso formativo ciao
  24. che domanda semplice... semplicissima anzi e la risposta mi sembra ovvia Taverna.mid
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy