Vai al contenuto

Coffree

Members
  • Numero contenuti

    14
  • Iscritto

  • Ultima visita

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

I successi di Coffree

Nessuno (per adesso)

Nessuno (per adesso) (1/21)

  1. Ciao a tutti, l'esame di Storia è andato! 🥳 Nel frattempo ho anche avuto modo di sentirmi meno "sola", conoscendo diversi privatisti come me 😅 che, diciamo... non più nel fiore degli anni... hanno fatto la pazzia di tornare a studiare per completare la strada per il diploma. Pensavo di essere un caso isolato e invece ho piacevolmente scoperto di avere una discreta compagnia! 😄 A giugno sarà la volta di Armonia, e un passo alla volta forse ce la facciamo! 💪🤞 Grazie di nuovo per il supporto. C.
  2. Grazie mille! In effetti mi sto appassionando anch'io a queste materie, in particolar modo all'Armonia. Bisogna capire bene il meccanismo, e penso sia proprio quello che trovo avvincente, sembra di compilare un gigantesco sudoku! E' veramente un peccato che non si inizi più presto a studiarla, si capirebbe molto di più di quello che si fa con lo strumento... Grazie di nuovo dei consigli, per quest'anno punto a fare Storia della Musica, mi sono appena iscritta all'appello di Settembre nel conservatorio della mia città... Armonia credo che sarà per l'estate prossima, ci vuole tempo e costanza per fare gli esercizi e assimilare bene tutte le regole, e visto che ho iniziato solo da poco a prendere lezioni non mi sembrava il caso di "esagerare" con l'ottimismo Speriamo in bene 😅 Grazie a tutti! 🙌
  3. immagino, se il contesto è quello è probabile che andrebbe così... molto deprimente comunque... rivela solo il fatto che sono ancora un contesto "piccolo"... parliamo di internazionalizzazione, di apertura al mondo intero ecc. e si fa fatica a riconoscere l'autorevolezza di una istituzione di pari livello nello stesso paese... io sono docente all'università e capita normalmente di accreditare corsi fatti altrove o in corsi di laurea diversi... è una prassi talmente naturale che non succede veramente mai che uno studente debba impugnare le decisioni prese. ci sono linee guida di riferimento, regolamenti, disciplina... tanto che per un docente sarebbe addirittura difficile opporsi all'accreditamento! devono proprio verificarsi situazioni molto particolari...
  4. che assurdità... tutta questa autonomia da' alla testa! se si trattasse di una università una decisione come questa sarebbe facilmente impugnabile e risolvibile, con accreditamento diretto di tutti i corsi con programma e crediti sovrapponibili. ma evidentemente i conservatori sono rimasti a metà del guado...
  5. 😅🤣 andiamo bene! 🤣 Io ero proprio convinta che tutti gli esami, compimenti, licenze ecc. fossero tipo "concorso pubblico", con un rituale definito e poco flessibile. Ma non avendo mai frequentato da interna l'ho sempre visto come un mondo inviolabile e misterioso... da qui le mie remore credo. Andrò dritta al punto contattando i docenti interessati e grazie di nuovo 👍.
  6. Grazie per la franchezza, nessun problema, credimi. Ovvio che alla fine dei conti ci si dovrà confrontare direttamente con il conservatorio, ed è quello che sto cercando di fare anche io. Quello che cercavo in questo forum era la possibilità di confronto diretto con chi ci è già passato, e fino ad ora mi sembrava di esserci riuscita, serenamente e senza urtare la sensibilità di nessuno Da quanto capisco non sono molti quelli che oggi si trovano a dover affrontare l'esame vecchio da privatista esterno, e poiché pensavo che le direttive ministeriali fossero applicate in modo universale, standard, volevo solo avere un chiarimento. Avevo cercato nel forum se qualcuno avesse già posto la domanda trovando una risposta, ma forse ho cercato male perché non è emerso nulla di rilevante. Quello che dici, che ogni conservatorio è un po' un mondo a se' è già una cosa importante da sapere per me. Non ne avevo assolutamente idea, ed è già una risposta più che soddisfacente alla mia domanda! In linea con le tue previsioni la risposta che ho ottenuto finora dalla segreteria didattica è imbarazzante, proverò quindi a "scalare" la montagna, spero di non dover arrivare a scomodare il direttore!🤣 Grazie, C.
  7. Ciao a tutti, torno sull'argomento... Esattamente in cosa consiste l'esame di Armonia complementare per noi strumentisti a fiato? Dalle indicazioni "standard" ministeriali io non mi ritrovo, nel senso che quello che leggo sui libri, gli esercizi ecc. sembrano fare tutti riferimento all'esame che è previsto per i pianisti, violinisti e altri (e comprendono ad esempio l'armonizzazione di un basso ecc.). Le indicazioni che leggo io per chi studia canto o strumenti a fiato sembrano suggerire un esame addirittura solo orale (riporto qui sotto il testo in questione)... "Per gli allievi di Canto, Strumenti a fiato, Contrabbasso 1. Analisi dal punto di vista ritmico e armonico di un breve e facile brano per pianoforte scelto dalla Commissione. 2. Dar prova di conoscere i seguenti argomenti - Scale antiche e moderne - Intervalli, consonanze e dissonanze; moto delle parti - Triadi consonanti e dissonanti; loro rivolti - Accordi di settima; loro risoluzioni e rivolti - Cadenze e progressioni - Accordo di nona di dominante; sua risoluzione - Modulazione di toni vicini - Ritardi; note di passaggio, alterazioni - Pedale - Elementi di ritmica: formazione del periodo - Nozioni sulle diverse forme musicali in genere" Non c'è una parte scritta ed una orale per noi? O il punto 2 in realtà si realizza con un esame scritto, che verifica la conoscenza di tutti queste nozioni? Mannaggia, già non è semplicissimo prenderci la mano, sarebbe utile riuscire a capire esattamente con che situazione ci si dovrà confrontare.... 😅 Grazie per qualsiasi aiuto, C.
  8. Grazie! Nel frattempo sono riuscita a contattare un insegnante privato per Armonia, e anche lui si basa sui testi di Dionisi. Avevo provato a studiarlo da sola ma alla fine ho deciso che almeno per questo una "guida" ci vuole (per me almeno) Storia invece penso che la preparerò da sola, alla fine si tratta di una interrogazione sugli argomenti che sono citati nei programmi d'esame giusto?
  9. Grazie degli spunti!!! Ora non resta che studiare 😅
  10. Ciao a tutti, riesumo questa discussione perché mi interessa molto. Io sto preparando l'esame di Diploma da privatista, che penso di provare fra un paio d'anni, e col mio maestro stiamo iniziando a mettere in saccoccia pezzi da concerto "papabili". Oltre ai classici K313 e K314 di Mozart, cosa ne pensate della Ballata di Frank Martin? Non l'ho vista nominata in nessuno dei vostri elenchi, e secondo il mio maestro è un pezzo da tenere in considerazione... Al quinto io ho portato la Sonata in Si minore di Bach BWV 1030 e mi chiedo: ci sono pezzi di Bach che potrebbero essere adatti per il Diploma? Il mio maestro una volta ha detto che in teoria anche la Suite n.2 (BWV 1067) potrebbe essere considerata da Diploma, a me piace moltissimo ma mi sembra che sia troppo facile... (fra Bach e Mozart per me non c'è storia... Bach all the way ) Prokoviev al momento non lo prendiamo nemmeno in considerazione, vedremo per il futuro ma il mio maestro dice che è molto difficile e lui che è un perfezionista preferisce "poco ma eccellente". Grazie per qualsiasi suggerimento! C
  11. Ciao a tutti, ho ripreso recentemente il mio percorso "flautistico", che avevo abbandonato per 20 anni dopo aver superato l'esame di compimento inferiore da privatista (5° anno, fatto nel 1998). Prossimamente vorrei sostenere da privatista "vecchio ordinamento" gli esami di Storia della musica e di Armonia complementare (so già che è possibile nel conservatorio della mia città) e mi farebbe molto piacere potermi confrontare con qualcuno che ha intenzioni simili, o che comunque questi esami li ha dati da privatista in passato, per scambiarci consigli e impressioni... C'è qualcuno qui in questa situazione? Io pensavo di preparare Storia da autodidatta, ma Armonia lo vedo un po' più complesso da affrontare da sola. Secondo voi potrei farcela? Quali testi mi consigliate? Grazie per qualsiasi informazione! Chiara
  12. Coffree

    PRESENTAZIONI

    Ciao a tutti, mi chiamo Chiara e sono una flautista "di ritorno" Ho studiato il flauto traverso dagli 11 ai 22 anni, dando gli esami al conservatorio da privatista fino all'esame del quinto anno, poi mi sono "distratta" 😅 e sono passati vent'anni nei quali il mio amato strumento è rimasto a dormire nel suo astuccio. Qualche tempo fa ho ripreso in mano la situazione ed ho deciso, finché ancora è possibile farlo, di completare gli studi da privatista. Ho ricontattato il mio maestro e abbiamo ripreso il nostro percorso dove l'avevamo lasciato. C'è da lavorare ovviamente, ma io stessa ero stupita di vedere quanto fosse conservato ancora nella mia memoria nonostante il tanto tempo passato. Il mio flauto da studio è stato un Takumi, comprato di seconda mano negli anni 90, con testata in argento e corpo placcato argento. In occasione del mio "ritorno" mi sono regalata un Di Zhao 801 in argento, che rappresenta per me un giusto compromesso fra qualità e prezzo, viste anche le mie aspirazioni in ogni caso "amatoriali". Un caro saluto a tutti, Chiara
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy