Vai al contenuto

6Rimbaud

Members
  • Numero contenuti

    15
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su 6Rimbaud

  • Rank
    Nessuno (per adesso)

Visite recenti

44 visite nel profilo
  1. Rispondo a tutti, che faccio prima 😁 Ansermet mi è piaciuto molto devo dire.. mi sono ascoltato anche la sua - meravigliosa - Pastorale.. una vera perla Leibowitz l'ho ascoltato più distrattamente, ma non mi ha stregato Gardiner e Harnoncourt li avevo ascoltati quando me li avevate proposti inizialmente, ma non mi sono entrati nel cuore Skrowaczewski spettacolare, assieme a Szell e Solti il migliore tra tutti quelli che ho ascoltato sinora - a mio irrilevante parere naturalmente! Mi ascolterò tutto il suo ciclo sinfonico beethoveniano, e anche quello su Bruckner, che pare ben recensito (che sappiate, ne vale la pena?)
  2. Schuricht non mi è dispiaciuto.. ma l'unico che mi è davvero piaciuto in tutt'e due le sinfonie al livello di Szell è Solti con la Chicago Symphony Orchestra ho visto che la Decca ha un bel cd con entrambe le sinfonie.. lo conoscete? In generale, come vi sembra Solti alle prese con Beethoven? Sinceramente non ne ho ascoltate altre di sue sinfonie beethoveniane (per la verità credo di non averlo mai ascoltato alle prese con una sinfonia in assoluto!) In queste prime due tiene tempi piuttosto spediti, pieni di vigore e molto danzanti (com'era lecito aspettarsi) - l'orchestra ha una bellissima profondità e un buon bilanciamento.. anche se si perde ogni tanto qua e là.. ma sono errorini veniali che su questi primi due lavori beethoveniani posso tollerare 😁)
  3. io ho ascoltato questa versione e vorrei prendere questa (l'ho trovata usata su discogs, in LP) https://www.amazon.it/Beethoven-Symphonies-Remastered-George-Szell/dp/B07DF659PY/ref=sr_1_10?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=beethoven+szell+1+2&qid=1584728117&sr=8-10 in CD non credo esista
  4. certo, hai ragione.. ma mi sarei risparmiato volentieri di prenderle tutte solo per avere le prime due (che peraltro reputo le meno interessanti tra le 9)
  5. Grazie giobar, è una possibilità in effetti!
  6. Di Furtwaengler ho in mente solo la Nona del 1942 coi Berliner.. una interpretazione straziante (in senso buono).. ma che non posso considerare come pietra angolare per la mia ambiziosa missione (si pensi solo alla velocità dell'ultimo movimento.. volutamente accelerato e quasi inascoltabile.. oltre che a stento sostenibile da orchestra e voci) devo ancor ascoltare quella del 30 maggio 1953.. a detta di molti il vertice delle sue interpretazioni della Nona.. ma ho notato che è difficile da reperire (a tal proposito, hai una edizione - CD o LP - da consigliare? anche per quanto riguarda la qualità audio) Jochum e Bohm bocciati sulla Seconda 😁.. han confermato i miei timori: la mia sensazione è che con loro Beethoven "non proceda".. in questo senso ho apprezzato molto di più l'anziano Wand (che mi ha stupito, devo essere sincero).. anche se l'orchestra non ha la profondità che pretendo Nemmeno Cluytens fa per me (ammetto tuttavia che l'ho ascoltato più distrattamente).. .. ho ascoltato anche altri nomi (celeberrimi, da Furtwaengler, che ammetto non son riuscito ad ascoltare oltre la metà del primo movimento, fino ai vari Klemperer, Karajan etc...) e tra tutti forse Toscanini è quello che più mi ha garbato.. ..ma il mio verdetto rimane che, considerate assieme Prima e Seconda, la mia scelta sia Szell (più le ascolto è più mi sembrano entrambe una spanna sopra gli altri).. ..purtroppo ho visto che non ci sono versioni in CD di quelle due sole sinfonie - me le prenderò in LP..
  7. Ciao Snorlax Grazie per i consigli, in questi giorni mi ascolterò queste altre tre versioni (anche se, conoscendo Bohm e Jochum, immagino siano abbastanza distanti dalla mia concezione beethoveniana).. su Cluytens parto invece senza pregiudizi 😁.. Per quanto riguarda Furtwaengler mi ci sono relativamente appassionato leggendo il libro "L'armonia delle tenebre" di Montenz.. che in qualche modo ripercorre velocemente tutta la storia propagandistica e divulgativa di ciò che poteva essere suonato e no (e chi poteva farlo e chi no) durante il Terzo Reich. Tuttavia, non penso di essere un membro della sua Brigata, ecco. Non discuto il suo Beethoven (premesso che non discuto il Beethoven di alcuno).. ma certamente la sua concezione di Beethoven non è la mia - salvando (per modo di dire: è un capolavoro) la sua Nona a Bayreuth (1951, riapertura del festival) per questioni empatiche che non posso sotterrare Forse Furt mi piacerebbe più con Bruckner ma ho già le mie versioni di riferimento.. un giorno lo approfondirò! p.s. ho letto tutto il thread che avevi aperto proprio su Furtwaengler e mi è spiaciuto che tu poi non abbia avuto il tempo/la voglia di passare in rassegna tutto il lavoro sinfonico del direttore.. ne avrei approfittato per avere buoni consigli 😁
  8. Ho sentito parlare della Seconda diretta dal vecchio Furt.. ma tutte le recensioni parlavano di una qualità audio terrificante e non ho mai avuto la voglia/il coraggio di andarmela ad ascoltare.. ..ecco diciamo che sono abbastanza allergico alle registrazioni troppo strazianti dal punto di vista audio (con le dovute eccezioni.. tipo la Sesta di Carlos Kleiber)
  9. la 5a diretta da Bernstein - sono sincero - non mi è piaciuta granché.. ..sarà paradossale, ma preferisco il Bernstein che fa un passo indietro a quello che fa un passo avanti davanti alla composizione forse sono prevenuto in questo senso perché, ora che sto creando la mia discografia sinfonica beethoveniana, ho l'ambizione di cercare (e, si spera, trovare) Beethoven in Beethoven, e non in Bernstein (o chiunque altro) questo tuttavia non mi impone una lettura strettamente filologica.. mi piace credere che Beethoven, potesse sentire la Quarta di Carlos Kleiber, esclamasse: "ecco, è così che si fa" non so se mi sono spiegato 😁
  10. Szell /Cleveland Orchestra e Keilberth/Orchestra sinfonica di Bamberga si contendono la Prima per la Seconda mi serve ancora tempo per far decantare le mie - ancora troppo acerbe - impressioni grazie per i consigli
  11. ciao Klemperer lo conosco abbastanza bene con Beethoven e lo apprezzo molto (ho dei bei dischi in vinile di Beethoven de "La voce del padrone" che ho trovato a un prezzo stracciato proprio qualche mese fa).. ..in particolare mi piace la sua Nona.. anche se non mi riesce di scalzare Fricsay e Furtwaengler in quanto a singola interpretazione.. probabilmente però è l'interprete che sceglierei per un'integrale, ecco.. ..trovo che il capolavoro di Klemperer - in ambito beethoveniano - sia la Missa Solemnis.. quella davvero forse ineguagliabile per quanto riguarda il mio nickname il numero è legato al calcio (il mio eroe quand'ero piccolo era Djorkaeff); Arthur Rimbaud invece è sempre stato un mio pallino, come poeta e come personaggio a tutto tondo.. il perché la fusione dei due immagino che non ci sia, perlomeno a livello conscio 😁 p.s. ma chi è quello nell'avatar, Mahler? 😂
  12. Grazie mille per i primi consigli.. concordo con quanto avete detto sulla soggettività dell'ascoltatore e dell'impossibilità di definire a priori un'interpretazione "giusta" per tutti.. ..tuttavia, se nel frattempo si evita di inciampare sugli ostacoli più evidenti, tanto meglio per quanto riguarda le interpretazioni (le mie) di cui sopra, alcune sono il frutto di numerose comparazioni (la Terza - che mi rifiuto di chiamare "Eroica" 😝 - e la Quarta, per esempio) e, in definitiva, rappresentano davvero una sorta di versione "definitiva" (per lo meno per quanto mi riguarda in questo momento storico 😁), altre (la Nona e la Pastorale) sono un compromesso, e rappresentano versioni distanti tra cui non saprei scegliere, e che si superano tra di loro a seconda del mio mood.. ..per quanto riguarda Prima e Seconda comincerò dalle vostre gentili indicazioni.. non disdegno nemmeno le letture filologiche in questo senso (soprattutto funzionali forse in questi primi due lavori di stampo "tardo-classicista".. ma già per certi versi piuttosto riconoscibili come beethoveniani, per quel poco che ho potuto capire sinora).. ..un grazie in anticipo
  13. Buongiorno a tutti, vi seguo di nascosto da qualche mese e ho deciso di uscire allo scoperto 😊 Queste le mie sinfonie di riferimento del buon Ludovico van, grazie anche ad alcuni vostri consigli indiretti (tutte scelte "mainstream".. forse vi stupirà solo la sesta): 3 sinfonia - Bruno Walter - Columbia Symphony Orchestra (1958 - studio) 4 sinfonia - Carlos Kleiber - Bayerisches Staatorchester (1982 - live) 5 sinfonia - Carlos Kleiber - Wiener Philarmoniker (1975 - studio) (non sono un fan della 5a e ho scelto questa interpretazione "sulla fiducia".. accetto alternative! 😁) 6 sinfonia - Leonard Bernstein - New York Philarmonic (1965 - live) / Carlos Kleiber - Bayerisches Staatorchester (1983 - live) 7 sinfonia - Carlos Kleiber - Bayerisches Staatorchester (1982 - live) / Guido Cantelli - Philarmonia Orchestra (1956 - studio) 8 sinfonia - Bruno Walter - Columbia Symphony Orchestra (1958 - studio) 9 sinfonia - Ferenc Fricsay - Berliner Philarmoniker (1958 - studio) / Wilhelm Furtwaengler - Bayreuth Festival Orchestra (1951 - live) ..avete suggerimenti per le prime due? (non le ho mai ascoltate con la sufficiente pazienza.. mi piace soprattutto il quarto tempo della seconda)
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy