Vai al contenuto

ManoMenteCuore

Members
  • Numero contenuti

    1
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su ManoMenteCuore

  • Rank
    Nessuno (per adesso)

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Mi stavo chiedendo cosa rendesse un musicista ciò che è... Riesco a delineare fondamentalmente tre punti. 1) Il primo è sicuramente il TALENTO. Possiamo anche chiamarla predisposizione, o sensibilità musicale. Ora, non so voi, ma io ho ricevuto come idea il fatto che il talento sia qualcosa di pregresso: o ce l'hai o non ce l'hai. Ha a che fare con il dna, il destino, i primissimi anni di formazione, la famiglia di provenienza... insomma una serie di caratteristiche che hai per diritto di nascita. E su questa posizione inizio a nutrire qualche dubbio... 2) Il secondo è sicuramente il METODO DI STUDIO, e questo è forse il punto determinale. Come studiamo infatti determina chi sono strumentalmente, ossia la capacità TECNICA di governare il mio corpo. 3) Ma c'è un terzo punto fondamentale, spesso trascurato, ossia la capacità di COMUNICARE. Ossia di saper stare su un PALCOSCENICO, di qualsiasi dimensione, ed entrare in contatto e comunicazione con il pubblico. Anche questa è una abilità e può e deve essere sviluppata. Sono pronto a scommettere che lavorando sul secondo ed il terzo di questi punti, si giunga NATURALMENTE anche a lavorare sul primo punto, quel TALENTO ritenuto intoccabile. Partendo da questa riflessione ho scritto un breve libro, 44 pagine, che è stato pubblicato dal mio editore ed è disponibile in PDF gratuitamente fino al 30 Giugno: "SUL PALCO - 8 passi per superare la paura" è una guida pratica per acquisire più strumenti per affrontare se stessi sul palcoscenico. In realtà la "paura", o "insicurezza", o "agitazione", nei loro vari livelli, non si superano mai del tutto, e tanto meno leggendo un libro. Attraverso le riflessioni ed esercizi pratici però, si può scoprire come la paura sia proprio quello che ci serve per mettere in gioco noi stessi interamente, in modo nuovo, per riflettere sul nostro ruolo, per trovare una attitudine più efficace nel metodo di studio, e per muoverci a maggior velocità verso il nostro miglioramento. Puoi trovare il PDF gratuito a questo link: http://bit.ly/2IrryND Aspetto il tuo parere e le tue riflessioni. Siamo tutti preziosi, e collaborando possiamo muoverci più velocemente! Nicola
×