Vai al contenuto

rebus

Members
  • Numero contenuti

    15
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su rebus

  • Rank
    Nessuno (per adesso)
  • Compleanno 28/10/1976

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Luogo
    Bologna

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. rebus

    RICHARD WAGNER

    Comunque mi sono ufficialmente innamorato di Tristan und Isolde. Ieri sera mi sono guardato la versione dell'Opera di Roma che c'è su RaiPlay (sebbene non sia un granché, direi: i cantanti mi sono parsi molto meglio nell'edizione bolognese, la regia vabbè) e niente, sul Liebestod proprio non ce la faccio a non piangere.
  2. rebus

    RICHARD WAGNER

    Qui c'è una bella recensione (con foto)
  3. rebus

    RICHARD WAGNER

    Insomma le solite regie bolognesi degli ultimi anni.. io ci vado domani, ma questo tipo di allestimenti mi fa passare la voglia di fare l'abbonamento! Però la musica dal vivo è sempre emozionante.
  4. È un problema di non facile soluzione... io fortunatamente sono riuscito a farmi uno studiolo in cantina. Potresti provare a sentire dalla scuola di musica che frequenti se hanno delle sale che puoi utilizzare: da me questa possibilità c'è (se non c'è, forse vale la pena provare a sentire altri posti dove affittano sale prove: a Milano non dovresti avere troppi problemi a trovarne di adatte).
  5. È normale, perché hai acquistato un clarinetto in si bemolle, quindi quando tu suoni un do (o meglio: quello che sul pentagramma è indicato come do) in realtà emetti un si bemolle, e tutte le altre note sono trasposte di conseguenza (suonando un re, uscirà un do e così via). Questo perché il clarinetto è uno strumento traspositore (leggi qui per qualche nozione in più). Il vantaggio di questo sistema è che se, un domani, volessi suonare un clarinetto tagliato in un'altra tonalità (per esempio la, do) useresti la medesima diteggiatura che stai studiando adesso. Diversamente ogni tipo di cl
  6. rebus

    RICHARD WAGNER

    Fantastico, mi consigliate anche una versione di Tristano e Isotta? Devo prepararmi per la prossima stagione del Comunale
  7. Ogni rumore ha una sua frequenza, ed evidentemente il tuo orecchio è particolarmente sensibile ed analitico. Anni fa avevo letto di uno studio piuttosto inquietante, in cui a varie persone in diversi posti dell'Europa e degli Stati Uniti veniva chiesto di cantare una nota a caso, quella che veniva loro naturale. Bene, il risultato fu che le note più cantate erano multipli della frequenza della corrente elettrica (che è diversa: 50 Hz da noi e 60 Hz negli Stati Uniti). Quindi sicuramente i rumori di fondo, anche se non ce ne accorgiamo (o nemmeno li udiamo, come nel caso della corrente) ha
  8. Bravissima, come sta andando? Tieni duro e vedrai che i miglioramenti arriveranno... se faccio progressi io che ho il doppio dei tuoi anni... 😉
  9. C'è chi ha più orecchio e chi meno, (perché c'è sì una memoria meccanica delle dita, ma soprattutto all'inizio è l'orecchio che comanda, e ti dice se sei nella posizione giusta) ma in ogni caso si può allenare. Anche il mio orecchio è uno dei miei punti deboli, così il mio insegnante mi sta facendo fare degli esercizi mirati per migliorare questo aspetto. E vi dirò, noto dei miglioramenti! Ci sono dietro da mesi e non sono ancora arrivato dove vorrei arrivare (anche perché anch'io lavoro e la musica è un hobby che si coltiva quando si può), ma i miglioramenti ci sono stati e conto di progredir
  10. Non ti so aiutare perché sono anche io un principiante (anche se del contrabbasso), e di anni ne ho 42, anche se ho sempre suonato altri strumenti. Ma di sicuro ti posso dire che non devi mollare per l'età, perché se è vero che da bambini si è più elastici, con la giusta calma si può tranquillamente arrivare ad un ottimo livello anche iniziando da adulti: affidati al tuo maestro che ti saprà guidare e ti farà superare questi ostacoli. Serve tempo, pazienza e perseveranza. Insisti!
  11. rebus

    Contrabbassi

    Come mai non c'è una sezione per questo strumento? Io sto iniziando a dedicarmici alla veneranda età di 42 anni suonati, non intendo certo diventare un professionista, ma mi piace tantissimo ☺️
  12. rebus

    Tuba: tonalità

    Ciao! Anche se è passato un po' di tempo, rispondo io che sono tubista, visto che non è stata fatta molta chiarezza. Le parti per tuba sono normalmente scritte in note reali in chiave di basso, quindi se io leggo fa, suono un fa ed esce un fa, che corrisponde al fa di un flauto (verosimilmente qualche ottava più basso). Questo indipendentemente dal fatto che stia suonando una tuba in fa, mib, sib, do o re. Quello che cambia infatti è la diteggiatura, infatti passando da una tuba in fa ad una in mib la stessa nota la suonerò con posizioni diverse. La "tonalità" della tuba dunque
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy