Vai al contenuto

rebus

Members
  • Numero contenuti

    10
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su rebus

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Luogo
    Bologna

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. È normale, perché hai acquistato un clarinetto in si bemolle, quindi quando tu suoni un do (o meglio: quello che sul pentagramma è indicato come do) in realtà emetti un si bemolle, e tutte le altre note sono trasposte di conseguenza (suonando un re, uscirà un do e così via). Questo perché il clarinetto è uno strumento traspositore (leggi qui per qualche nozione in più). Il vantaggio di questo sistema è che se, un domani, volessi suonare un clarinetto tagliato in un'altra tonalità (per esempio la, do) useresti la medesima diteggiatura che stai studiando adesso. Diversamente ogni tipo di clarinetto richiederebbe un cambio di diteggiatura, con tutte le difficoltà che puoi immaginare. All'atto pratico non ti comporta niente, è sufficiente che tu sia consapevole che le note che stai pensando di suonare sono diverse da quelle reali.
  2. rebus

    RICHARD WAGNER

    Fantastico, mi consigliate anche una versione di Tristano e Isotta? Devo prepararmi per la prossima stagione del Comunale
  3. Ogni rumore ha una sua frequenza, ed evidentemente il tuo orecchio è particolarmente sensibile ed analitico. Anni fa avevo letto di uno studio piuttosto inquietante, in cui a varie persone in diversi posti dell'Europa e degli Stati Uniti veniva chiesto di cantare una nota a caso, quella che veniva loro naturale. Bene, il risultato fu che le note più cantate erano multipli della frequenza della corrente elettrica (che è diversa: 50 Hz da noi e 60 Hz negli Stati Uniti). Quindi sicuramente i rumori di fondo, anche se non ce ne accorgiamo (o nemmeno li udiamo, come nel caso della corrente) hanno una grossa influenza su di noi, e si può dire che possiedano persino un carattere "musicale", benché imperfetto.
  4. Bravissima, come sta andando? Tieni duro e vedrai che i miglioramenti arriveranno... se faccio progressi io che ho il doppio dei tuoi anni... 😉
  5. C'è chi ha più orecchio e chi meno, (perché c'è sì una memoria meccanica delle dita, ma soprattutto all'inizio è l'orecchio che comanda, e ti dice se sei nella posizione giusta) ma in ogni caso si può allenare. Anche il mio orecchio è uno dei miei punti deboli, così il mio insegnante mi sta facendo fare degli esercizi mirati per migliorare questo aspetto. E vi dirò, noto dei miglioramenti! Ci sono dietro da mesi e non sono ancora arrivato dove vorrei arrivare (anche perché anch'io lavoro e la musica è un hobby che si coltiva quando si può), ma i miglioramenti ci sono stati e conto di progredire ancora. Quindi, non demordete! Affidatevi a un buon maestro e armatevi di pazienza. Ci sono stati dei momenti in cui anche a me veniva la depressione perché mi sembrava di suonare davvero malissimo, mentre il mio insegnante sosteneva che in realtà fossi migliorato. Questo perché il nostro orecchio si affina e ci fa percepire dei difetti a cui prima non facevamo caso. È un processo in continuo divenire, ma dalla mia esperienza posso solo dire di fidarvi del maestro: se è competente, con calma e impegno costante (un po' di sacrificio ci vuole), vi porterà a progredire gradualmente, senza che neanche ve ne accorgiate. Ma se ne accorgeranno gli altri! L'ho già scritto anche ieri, ma è perché ci credo veramente: abbiate fiducia e non demordete.
  6. Non ti so aiutare perché sono anche io un principiante (anche se del contrabbasso), e di anni ne ho 42, anche se ho sempre suonato altri strumenti. Ma di sicuro ti posso dire che non devi mollare per l'età, perché se è vero che da bambini si è più elastici, con la giusta calma si può tranquillamente arrivare ad un ottimo livello anche iniziando da adulti: affidati al tuo maestro che ti saprà guidare e ti farà superare questi ostacoli. Serve tempo, pazienza e perseveranza. Insisti!
  7. rebus

    Contrabbassi

    Come mai non c'è una sezione per questo strumento? Io sto iniziando a dedicarmici alla veneranda età di 42 anni suonati, non intendo certo diventare un professionista, ma mi piace tantissimo ☺️
  8. rebus

    Tuba: tonalità

    Ciao! Anche se è passato un po' di tempo, rispondo io che sono tubista, visto che non è stata fatta molta chiarezza. Le parti per tuba sono normalmente scritte in note reali in chiave di basso, quindi se io leggo fa, suono un fa ed esce un fa, che corrisponde al fa di un flauto (verosimilmente qualche ottava più basso). Questo indipendentemente dal fatto che stia suonando una tuba in fa, mib, sib, do o re. Quello che cambia infatti è la diteggiatura, infatti passando da una tuba in fa ad una in mib la stessa nota la suonerò con posizioni diverse. La "tonalità" della tuba dunque non va intesa come per gli altri strumenti traspositori, ma identifica, come negli antichi corni, il "taglio" dello strumento. Una tuba in fa, a vuoto (quindi senza premere nulla) suonerà come nota fondamentale un fa (reale) e, sempre a vuoto, tutti gli armonici naturali del fa. Premendo il primo tasto, si allunga il giro dell'aria e quindi la nota fondamentale diventa mib: in questa posizione produrrò tutti gli armonici naturali del mib. E così via. Se prendo una tuba in sib, la nota fondamentale a vuoto sarà un sib. Non c'entra nulla con le trasposizioni, ecco perché se una tuba in sib suona un do, questo è lo stesso do del pianoforte pur chiamandosi tuba in sib. A volte invece la parte è scritta in chiave di violino; questo normalmente viene fatto per chi è già abituato a suonare altri ottoni traspositori in sib (flicorni, trombe...); in tal caso il suonatore che proviene da un altro strumento (tipicamente l'eufonio) è facilitato perché può utilizzare la stessa diteggiatura e la stessa chiave che già conosce. In questo caso particolare però la partitura è trasposta, quindi se c'è scritto fa, in realtà si ottiene un mib d'effetto! Tuttavia normalmente un tubista "puro" legge le note reali in chiave di basso (e anche la partitura orchestrale è scritta così). Spero di essere tornato utile, se avete altri dubbi chiedete pure!
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy