Vai al contenuto

Snorlax

Members
  • Numero contenuti

    1043
  • Iscritto

  • Ultima visita

1 Seguace

Su Snorlax

  • Rank
    Essenziale
  • Compleanno June 26

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Luogo
    Osterie e affini
  • Interessi
    Bruckner, Furtwängler, l'idealismo, la cucina francese, la birra, dormire profondamente e le belle ragazze

Visite recenti

3082 visite nel profilo
  1. Snorlax

    Cosa state ascoltando ? Anno 2019

    Ahah, troppa grazia Wittels! Sì, arrivano proprio da quel boxino, raccattato tempo fa a prezzo irrisorio su JPC. A parte Schumann e Mendelssohn - che comunque non ho ascoltato integralmente - Bruckner e il Fidelio mi paiono cestinabili senza troppi ripensamenti. Il ciclo bruckneriano avevo provato a riscoltarlo mesi orsono, e all'inizio mi sembrava un pochino meglio di come me lo ricordavo, ma poi, proseguendo con l'ascolto, sono tornato sulle mie posizioni iniziali: letture senza personalità e ripresa del suono imbarazzante. L'avevo regalato, e avevo fatto bene...
  2. Snorlax

    Cosa state ascoltando ? Anno 2019

    Robert Schumann, Sinfonia n. 3 in mib magg. "Renana", Gewandhausorchester Leipzig, Kurt Masur Comincio col dire che la maggior parte delle volte che ho affrontato registrazioni di Masur, sono rimasto indubbiamente deluso. In primis colla sua loffissima integrale bruckneriana, ma vi sono stati molti altri casi. Tuttavia, questa volta, per fortuna, mi è andata meglio. Pur solitamente preferendo un approccio più arioso e massiccio nella prassi musicale - anche in una partitura come quella schumanniana - qui la direzione di Masur funziona molto bene. Infatti, grigiore e opacità - spesso involontaria cifra stilistica di questo direttore - sono messi da parte per regalarci una concertazione fresca e atletica, trasparentissima nell'ordito orchestrale. In verità il celeberrimo quarto movimento mi pare un po' tirato via, manca quasi del tutto quell'atmosfera di solenne misticismo che caratterizza altre interpretazioni - su tutte mi vengono in mente Tennstedt o Karajan - ma, comunque, esso risulta perfettamente calato nel mood interpretativo impresso dal direttore tedesco. Dal punto di vista orchestrale ovviamente siamo a livello altissimo - d'altronde la medesima compagine ci aveva regalato anni prima un originale ciclo schumanniano, purtroppo assai sottovalutato, diretto dal grande Konwitschny - e la ripresa del suono, contrariamente a quella terribile del ciclo bruckneriano, è più che buona. Dedico a @Wittelsbach, @superburp, @Majaniello, @Ives, @giordanoted e a chi gradisce... P.s. So che esiste un remake londinese del medesimo direttore, ma mi sa che mi accontenterò di questo...
  3. Snorlax

    Cosa state ascoltando ? Anno 2019

    César Franck, Sonata per violino e pianoforte, Jacques Thibaud, Alfred Cortot ...a @glenngould, @superburp, @Persephone e a chi gradisce...
  4. Snorlax

    Cosa state ascoltando ? Anno 2019

    Sì, in effetti è un'opera che vale all'ascolto soprattutto per via del primo movimento, un autentico capolavoro. Il secondo è un riciclo di un'aria - bruttina - scritta per l'incompiuta Les francs-juges. Il Finale si apprezza, e fa la sua figura, ma niente di indimenticabile. Nei grandi spazi dev'essere di grand'effetto, e un tempo lessi che Berlioz aveva progettato delle pedane particolari per riuscire a far marciare addirittura i contrabbassi, con l'aggiunta del famigerato octobasse, che robe! Dutoit non mi è dispiaciuto, ma rischia di essere un po' troppo blando e patinatino, gli preferisco ancora la storica registrazione di Colin Davis, che interpreta con più mordente...
  5. Snorlax

    L'ultimo CD acquistato (musica classica)

    Dentro questo anonimo cofanetto Membran pare si nasconda più di qualche tesoro, ormai difficilmente reperibile, risalente agli anni del giovane Jochum. Mio subito!
  6. Snorlax

    Cosa state ascoltando ? Anno 2019

    Hector Berlioz, Symphonie funèbre et triomphale, Choeur et Orchestre symphonique de Montréal, Charles Dutoit ...dedico a @superburp, @Ives, @Majaniello, @Wittelsbach e a chi gradisce...
  7. Snorlax

    Cosa state ascoltando ? Anno 2019

    In questi giorni sono un po' sparito, causa numerosi impegni. Ora m'ascolto: Johann Sebastian Bach, Cantata "Liebster Gott, wann wed ich sterben?" BWV 8, U. Buckel, H. Topper, E. Haeflinger, K. Engen, Munchener Bach Chor und Orchester, Karl Richter ...controdedico a @Ives e a @superburp, ringranziandoli per le loro bellissime dediche ed estendo anche a @Wittelsbach.....
  8. Snorlax

    Cosa state ascoltando ? Anno 2019

    Ecco, lavoro che nella mia ignoranza ho sempre trascurato. Dovrò rimediare prima o poi, partendo dall'incisione di Wenzinger. Ora, ti becchi in controdedica: A.A.V.V., Evensong, Choir of King's College , Cambridge, H. Maclean, Boris Ord ...in dedica anche a @Wittelsbach, @Majaniello e a chi gradisce...
  9. E' questa? In ogni caso un'intervista da leggere e da rileggere: http://www.bruceduffie.com/maag.html
  10. Snorlax

    Franz Schubert

    Ne ho sentito proprio ieri sera qualche stralcio. Al netto di tutti i discorsi che si possono fare sulle possibilità dell'intelligenza artificiale - argomento da considerare con assoluta serietà e peroccupazione - da quello che ho potuto ascoltare, per ora possiamo stare tranquilli, Skynet è ancora lontana: il completamento è una cosa obbrobriosa, tant'è che ho pure pensato ad una presa per i fondelli. Non so chi sia tale Lucas Cantor e non conosco le dinamiche con cui abbia computato il software Huawei, ma il risultato è di una banalità sconcertante, musicalmente risibile e totalmente incoerente col materiale schubertiano: sembrano estratti dalle peggiori colonne sonore dei film hollywoodiani. Visto l'esito, mi sarei fatto mille domande prima di rendere pubblica una ca*ata del genere...
  11. Snorlax

    Cosa state ascoltando ? Anno 2019

    Vero anche questo. Tuttavia lo scarso rilievo di cui gode quel ciclo ciaikovskiano mi faceva presagire un risultato non proprio memorabile e in ogni caso riguardo alle ultime sinfonie avrei più di qualche cosa da ridire. La simbiosi coi Wiener del tempo è comunque un qualcosa di straordinario. Forse il risultato più alto lo raggiunge col Manfred, inciso a inizio anni '70, strepitoso. A breve magari ci spendo due righe. By the way io sono un grande estimatore del Maazel della tarda (o tardissima) maturità: i cicli Bruckner/Bayerischen Rundfunks e Mahler/Philarmonia, al netto di qualche risultato non proprio ottimale, contengono delle vere e proprie perle ed è palese una originalissima via interpretativa rispetto a questi due autori, ad oggi, veramente molto abusati.
  12. Snorlax

    Cosa state ascoltando ? Anno 2019

    Piotr I. Ciaikovskij, Sinfonia n. 3 "Polacca" in re magg., Wiener Philharmoniker, Lorin Maazel Sto cominciando a spulciare dal ciclo ciaikovskiano di Maazel inciso per la Decca a metà anni '60. Mi aspettavo una cosa abbastanza routinaria e invece, per adesso, non è affatto malaccio. Sono interpretazioni molto scattanti e concitate, innervate da un senso di tensione costante dall'inizio alla fine: in qualche momento avrei preferito una concertazione più rilassata, tuttavia, nel quadro generale, la lettura sembra funzionare. Quello che fa la differenza è la timbrica dell'orchestra viennese: ottoni superbi, dal suono aggressivo, sparato in avanti - che in questo repertorio ci sta tutto - , timpani reboanti, legni ben rifiniti, e una compagine di archi - ovviamente - stratosferica, compatta e dal suono tesissimo. Stupenda la ripresa la ripresa del suono Decca di quegli anni, d'altronde alla consolle c'era Gordon Parry, un nome, una garanzia. Dedico a @Ives, @Majaniello, @Wittelsbach, @glenngould, @Persephone e a chi gradisce...
  13. Snorlax

    Le recensioni operistiche discografiche di Wittelsbach

    Grazie Pink, sai che Fleta è una delle voci che amo di più in assoluto. Me l'ascolto subito.
  14. Snorlax

    Cosa state ascoltando ? Anno 2019

    A.A.V.V. [arr. Luciano Berio], Orchestral transcriptions, Orchesta Sinfonica di Milano "Giuseppe Verdi", Riccardo Chailly ...dedica obbligatoria a @Madiel e, ovviamente, a chi gradisce...
  15. Snorlax

    Le recensioni operistiche discografiche di Wittelsbach

    Oltre alla esecuzione strabiliante di Rosvaenge, a stupirmi ancora una volta è la qualità delle registrazioni radiofoniche tedesche di quegli anni. Qui in Italia persino vent'anni dopo si rischiava di fare molto peggio...
×