Vai al contenuto

nachtigall

Members
  • Numero contenuti

    85
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su nachtigall

  • Rank
    Qualcuno

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. nachtigall

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    A me non è sembrato male come colloquio, anzi, mi è parso interessante e onesto. Gli ultimi minuti c'è una parafrasi dal trovatore che però non mi è piaciuta molto. Come accade molte volte con Liszt non è tanto il virtuosismo in sé a disturbare ma, almeno per me, le modulazioni armoniche ad avere poco significato, come nel finale dove la tira un po' per le lunghe e il tutto risulta infelice e forzato.
  2. nachtigall

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Mahler Das lied von der erde Haitink ,King, Baker ---- Primo ascolto di questa celebre versione del capolavoro mahleriano. Di questa partitura esiste una vastissima discografia ma dal mio punto di vista risulta estremamente deludente quasi sempre, perché è un' opera difficilissima in cui tutti devono dare il massimo in quanto a sensibilità e comprensione e se manca qualcosa, siano i cantanti o il direttore, la musica non viene servita degnamente. Ho trovato anche Bernstein e Klemper nelle loro prove abbastanza deludenti, o per meglio dire sentivo che la musica meritava ancora di più. Ora posso dire di aver finalmente trovato un'interpretazione di altissimo livello che restituisce completamente la profondità del Lied. I cantanti sono superlativi, con una dizione chiarissima e una vocalità priva di qualsivoglia virtuosismo, quindi con un canto tipicamente liederistico di grande naturalezza e spontaneità. L'orchestra è sempre equilibrata e impeccabile nelle dinamiche e nei timbri originalissimi. Insomma finalmente una versione che rende giustizia a questo capolavoro.
  3. nachtigall

    Notizie dal mondo della musica classica

    Io invece sono in genere contrario proprio al concetto stesso di regia. Per me c'è la musica e stop. Sarò io troppo rigido ma mi pare che i registi non abbiano nulla da dire a livello estetico e che quasi sempre sia un'operazione velleitaria, una forma di ciarlataneria.
  4. nachtigall

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Verdi in tedesco però non si può sentire, e in generale la traduzione delle opere la trovo aberrante.
  5. nachtigall

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Strauss Frammento di Schlagobers; Suite da Josephs Legende; dal solito boxino di Kempe. In teoria questo dovrebbe essere lo Strauss minore di poco interesse o così almeno mi aspettavo, mentre invece la qualità mi è sembrata comunque ottima. Dal frammento di Schlagobers sembra che Strauss nonostante il suo essere raffinato e il suo spiccato senso estetico - cosa che lo rende un po' un'eccezione fra i compositori tedeschi, solitamente non molto sofisticati e che raramente hanno dimostrato di poter concepire nelle loro grandiose costruzioni l'umorismo o la "frivolezza" - condivida con i suoi compatrioti l'incapacità di creare musica per il balletto, visto che il tutto risulta comunque troppo denso e pesante. Però a me il balletto non interessa e la musica risulta molto bella. Mentre Josephs Legende ( o almeno la suite) una volta ribadito quanto scritto sopra può benissimo essere accostato agli altri poemi sinfonici. A me ha ricordato molto lo Zarathustra per il carattere della musica in generale. P.S: l'unica pecca del boxino è che non contiene alcune opere come ad esempio le musiche festive di Strauss che mi sarebbero interessate molto.
  6. nachtigall

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Per curiosità ho ascoltato anche questo. Da metà in poi sembra Miles Davis che ha studiato composizione. Comunque non male, nonostante la complessità scivola via con piacere.
  7. nachtigall

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Veramente o è una battuta? Ho cercato in rete ma non ho trovato nulla. Se fosse vero sarebbe curioso sapere nel dettaglio quale sia il procedimento. Il pezzo l'ho ascoltato e mi è piaciuto molto, una sorta di "naturlaut" che si presta molto anche alla ritualità.
  8. nachtigall

    L'ultimo CD acquistato (musica classica)

    Io i file audio sul computer non li ascolto, però uso molto file lossless che trasferisco su DAC. Sono comodi perché non occupano appunto spazio fisico, anche se pure io acquisto CD quando capita di passare da quei pochi negozi angora esistenti specializzati in musica classica. Per esempio poco tempo fa ho comperato questo: Non l'ho ancora ascoltato ma sono già sicuro che è perfezione pura.
  9. nachtigall

    L'ultimo CD acquistato (musica classica)

    Grazie!
  10. nachtigall

    L'ultimo CD acquistato (musica classica)

    Scusate, vorrei fare un piccolo sondaggio: ma voi di solito acquistate proprio i CD (supporto materiale) oppure il digitale? Acquistate tramite internet? Lo fate perché siete affezionati al CD?
  11. nachtigall

    Filosofia

    Ovviamente dipende dal corso e dal docente, però in generale sono mirati a valutare non tanto quello che si conosce ma la capacità di ragionare. Negli scritti ci sono problemi da risolvere, in cui è necessario avere qualche idea e saperla sviluppare giustificando i vari passaggi. Se si passa poi c'è l'orale, in cui di solito si approfondiscono alcuni aspetti degli scritti e il docente comunque valuta la capacità di riflessione chiedendo magari qualche dimostrazione . In generale comunque un buon paragone secondo me è quello con l'apprendimento delle lingue straniere. Sapere nozioni non ti serve a nulla, bisogna essere immersi nella lingua e avere competenze comunicative; farla funzionare per saper parlare,scrivere,ecc... con disinvoltura.Quindi pratica, pratica, e ancora pratica.
  12. nachtigall

    Filosofia

    Ahah! ascolta, ti ripeto, questi sono discorsi, prova ad andare a vedere come sono gli esami poi mi fai sapere!😀 Anche uno che ha talento per l'astrazione se non studia sodo ogni giorno non arriva nemmeno a finire il primo semestre, senza contare che dipende anche in quali condizioni si arriva alla partenza, ossia quanto si è studiato al liceo. Del resto basta guardare quale sia la percezione reale ed i dati. Gli studenti iscritti a fisica nel 2016-17 erano meno del 2%, lo stesso vale per matematica, nonostante siano gli indirizzi che hanno il tasso di occupazione ad un anno dalla laurea più elevato. Nonostante ciò il tasso di abbandono è fra i più elevati. Comunque è ovvio che è inutile proseguire la discussione, prendo atto cordialmente che abbiamo opinioni diverse. Nel mio caso però l'esperienza credo sia più completa visto che ho conosciuto entrambi gli ambienti, tu se ho capito bene hai seguito due corsi a fisica( di solito da filosofia vengono a seguire meccanica e analisi 1) ma poi gli esami li hai fatti?😀
  13. nachtigall

    Filosofia

    Io non ho mai detto né che una sia meglio dell'altra né che devono essere in competizione, ho detto che una richiede più fatica e basta.Chi ha provato lo sa. Un'altra cosa fondamentale è che di solito chi non è mai stato in un laboratorio anche solo per fare qualche semplice esperienza, difficilmente comprende veramente cosa voglia dire metodo sperimentale ,dove non è assolutamente vero che si hanno tutte le risposte ,anzi, è vero il contrario, si hanno dei metodi statistici con livelli di confidenza, ciò che conta è se il ragionamento è valido e affidabile. In qualunque esperienza a nessuno interessa se la risposta è si o no ma quanto affidabile sia il tuo ragionamento e con quale probabilità.
  14. nachtigall

    Filosofia

    A me veramente pare che come interpretazione sia estremamente forzata (arrampicarsi sugli specchi forse è meglio dei capelli). Se invece di un professore di filosofia fosse stato qualcun altro a reagire così chissà che discorsi. La persona rivolge una domanda gentilmente e si sente dire in modo stizzito: "Lei parla come i giornalisti, non arriva a nulla", "Lei vada dove vuole"," Sono tutte cazzate", secondo me se andava al bar trovava qualcuno di più civile . Se per voi questo è un buon modo di fare allora si vede che sono strano io.
  15. nachtigall

    Filosofia

    Penso di aver capito che tu non pensi che esista solo la realtà materiale ma che esista anche un aspetto esperienziale della realtà. Opinione con cui non ho alcun problema, sostenuta tra l'altro da una valanga di fisici e neuroscienziati. Il punto è che non c'entra nulla con quanto si diceva.😀
×