Vai al contenuto

Il Milanese

Members
  • Numero contenuti

    354
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Il Milanese

  • Rank
    Qualcuno
  • Compleanno 24/01/1979

Visite recenti

1342 visite nel profilo
  1. Sig. Milanese!... non so se si ricorda. Tutto apposto? il canto? procede?

  2. Il Milanese

    Lucia Aliberti

    Meglio di no
  3. Il Milanese

    Cecilia Bartoli

    Concordo con Lenny. Non è una questione di astio, ma i belati caprini sono la pura verità...se ascolti i suoi trilli noti che sono inesistenti, ma è semplicemente un veloce picchettato che assume appunto il suono del belato.
  4. Il Milanese

    Cecilia Bartoli

    Grazie per il video della Damrau Lenny! Non sapevo ne fossi un estimatore. Diana è anni luce dai saltelli e dai belati caprini della Bartoli (che passa, tra l'altro, da soprano a mezzo a suo piacimento >.>).
  5. Il Milanese

    Musica corale rinascimentale e barocca

    Meno male che abbiamo Andrew tra noi Sei sempre illuminante
  6. Il Milanese

    L'ultimo CD acquistato (musica classica)

    Grande Pertusi!!!
  7. Il Milanese

    Qual'è la miglior Leonora???

    Allora, prima di tutto scusa se rispondo solo adesso. Il video della Jones non me lo fa vedere perché dice che è un video privato, quindi non mi posso esprimere. Per quanto riguarda la Janowitz, interpreta molto bene, ma, soprattutto nella prima parte dell'aria, schiaccia notevolmente i suoni, con conseguente perdita di corpo del suono stesso. Capisco che può non essere un difetto in sé, ma io preferisco voci molto più rotonde, e mi permetto di suggerire l'ascolto di Karita Mattila:
  8. Il Milanese

    L'ultimo CD acquistato (musica classica)

    Spettacolo! Ce l'ho anch'io. Mi piace tantissimo Lang Lang! Prendi anche Dragon Songs se non ce l'hai già
  9. Il Milanese

    Qual'è la miglior Leonora???

    Ah..io credevo Leonora del Trovatore Mi spiace caro Lenny...il Fidelio proprio non lo reggo
  10. Il Milanese

    I sopranisti

    Concordo con Andrew, il contralto è sempre stata una voce maschile, le donne vere contralto sono pochissime. Mi viene in mente Kathleen Ferrier o Ewa Podles. Il passaggio dal maschile al femminile nel soprano, invece, è stato molto meno doloroso
  11. Il Milanese

    Topic di presentazione

    Benvenuta nell'arena
  12. Il Milanese

    Chiara Taigi

    Questo topic è dedicato al soprano romano Chiara Taigi Ho avuto modo di ascoltarla per la prima volta l'altro giorno alla Deutsche Oper in "Suor Angelica", impegnata nella sostutuzione di Amarilli Nizza indisposta. La sua voce ha un colore unico, quasi contraltile nei gravi, morbido e pastoso negli acuti. Nonostante una regia che non chiedeva quasi niente a livello di movimenti, è riuscita a fornire un'interpretazione personale, convincente ed intensa della suora pucciniana. Al termine, gli applausi per lei sono scrosciati fragorosi, e mi ha fatto veramente piacere poterla sentire. Chi ha avuto lo stesso mio piacere? Segnalo da ultimo (soprattutto per quelli di Milano), che la Taigi canterà il 13 giugno in un concerto all'Auditorium di Milano per il sostegno dell'Orchestra Verdi. Se qualcuno ha la fortuna di partecipare commenti pure.
  13. Il Milanese

    Bach e il cinema

    Scusate se vado a ripescare un commento tanto antico...ma nel sito del film e nel trailer c'è sfoggio di strumenti moderni Sul sito c'è addirittura una foto di scena con un oboe moderno a chiavi Per dare un contributo costruttivo al topic, mi pare che non siano stati citati: Casa Ricordi, di Carmine Gallone (un vero Kolossal italiano..da vedere!) Puccini, sempre di Carmine Gallone Verdi, miniserie dell'82 di Renato Castellani
  14. Il Milanese

    Carriera? Non solo bravura...

    Temo di doverti dare ragione, purtroppo chi organizza concerti/opere, è più attratto dalla legge del mercato che lo porta a richiedere nomi di grido, piuttosto che affidarsi a giovani emergenti anche se di ottimo livello.
  15. Il Milanese

    Carriera? Non solo bravura...

    Ciao a tutti. Che la bravura da sola non basta a far carriera nel mondo della musica è già stato appurato anche qui sul forum. Per far strada ci vogliono altre componenti...e in questo topic mi vorrei soffermare su una in particolare. Secondo voi, è possibile venire notati e quindi diventare conosciuti, sostituendo qualcuno, magari all'ultimo momento? Alcune carriere sono iniziate così. Tra di esse quelle della Tebaldi, della Simionato e di Toscanini. A voi sono mai successi casi simili? Quanto questa componente è importante secondo voi? Per quanto mi riguarda, a me non è mai capitato, ma penso che possa essere un motore non indifferente di notirietà, specialmente quando si va a sostituire qualcuno in un grande ambiente.
×