Vai al contenuto

Ro

Members
  • Numero contenuti

    77
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Ro

  • Rank
    Nessuno (per adesso)

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Come da titolo, vendo questo fantastico flauto Briccialdi top di gamma in argento 925 spessore Heavy. (Testata, corpo, trombino e meccaniche) Caminetti saldati, sol fuori linea, piede al si, molle in oro bianco e tamponi Straubinger. "Il flauto é un ordine speciale, percui é un modello con anche la meccanica in argento"....il suo valore supera gli 8000 euro. Il flauto é perfetto, per scrupolo l'ho fatto totalmente revisionare alla casa madre, percui é come nuovo, sia esteticamente che funzionalmente. Lo vendo perché ne ho due uguali e voglio finanziare l'acquisto di un sax
  2. Non so cosa dire, secondo me il pregio maggiore di un qualsiasi strumento a fiato è l'equilibrio, il fatto che sia più sonoro, magari a discapito della qualità del timbro, non mi dice granchè, bisognerebbe valutare strumento per strumento, è molto difficile generalizzare.
  3. In generale, gli strumenti vintage suonano leggermente diverso rispetto a quelli di nuova produzione, anche perchè quelli nuovi assecondano un po il gusto del momento ....di chi li suona, probabilmente quelli di adesso hanno un suono piu moderno, che ognuno puo descrivere con parole sue, bisognerebbe poi chiedere cosa significa : "Più sonoro".
  4. I flauti sono fatti tutti allo stesso modo, sia quelli da 100 euro, che quelli da 50000 euro, non esiste un modo diverso di farli, perchè ci sono operazioni che a macchina non è possibile fare. Si prende un tubo.....(estruso a macchina) che viene prodotto in serie da grosse ditte che fanno trafilati in argento, oro, o altri metalli, poi ci si posizionano sopra le colonnine che supportano le meccaniche, e queste devono essere saldate a mano, o dentro a dei forni appositi, e poi in seguito vengono montate le meccaniche ed effettuati montaggio dei tamponi e fatte le regolazioni. Quindi,
  5. Essendo un flauto usato, con degli anni sulle spalle, il suo valore non si discosta molto dalle 4/5000 euro se proprio vogliamo essere sinceri, quindi o trovi un privato che cerca proprio quel modello ed è disposto a spendere, oppure devi fare i conti con la concorrenza dei flauti nuovi che ci sono al momento sul mercato, che tutto sommato vanno bene, hanno tutto quello che serve e che i flautisti cercano (un po anche per moda del momento) e che si comprano a prezzi piu vantaggiosi, con la garanzia e l'assistenza del negozio, perchè chi compra considera anche questa cosa. Esempio, io acqu
  6. A me sembra che nel cambio non migliori niente.........che poi i DS siano fatti meglio dei vecchi SR mi sembra una barzelletta!! Ci sono dei simpaticoni in giro!!!😃
  7. Io mi terrei quello che hai, senza nemmeno pensarci!
  8. Questa purtroppo è la realtà..........
  9. Nel caso del legno, che era in effetti la ragione della domanda, essendo un prodotto di nicchia, dato che i flauti in legno non sono poi cosi diffusi, puo darsi che produrli comporti maggiori costi.......di sicuro è piu complicato lavorare il legno rispetto al metallo.... se i prezzi siano giustificati è un altro discorso e sinceramente, mentre sull'argento e oro posso dire la mia, riguardo al legno non saprei valutare con precisione quali siano i costi e le difficoltà di fabbricazione, e quanto influiscano sul prezzo finale, ma di sicuro il discorso che ho fatto sopra puo in parte calza
  10. No, non ci sono motivi plausibili che giustifichino il costo, e lo posso affermare con cognizione di causa, la materia prima costa molto poco, in un flauto di argento ci sono piu o meno 250 euro di costo del metallo........ un tubo trafilato industrialmente puo costare 10/20 centesimi di euro al grammo di manodopera, quindi niente......e tutti i costruttori usano tubi trafilati industrialmente, quasi tutti provenienti dallo stesso produttore. Le meccaniche vengono prodotte in microfusione, un procedimento anch'esso usato in orifeceria, e il costo è piuttosto basso. Di artigianal
  11. Misteri della fede! Perchè un tubo con quatro fori costa come una Toyota Yaris?
  12. Chi fa musica di professione non è tenuto a fare beneficienza, anzi, casomai ha tutto il diritto di trarre il massimo profitto dal proprio lavoro, altrimenti avrebbe fatto il volontario in Africa!
  13. Beh......a sfilare due perni non è che ci voglia molto.........ne una laurea in ingegneria!
  14. Fabbry non farti impressionare dai terroristi, il tuo è un buon flauto e se per te non è un problema la mancanza del trombino al si, tienitelo e portalo a qualcuno che te lo smonti e te lo lubrifichi un po. Non preoccuparti nemmeno della meccanica.......linea o fuori linea non cambia niente, smontare un flauto in linea è talmente rapido e semplice che ci vogliono 10 minuti esatti esatti per effettuare l'operazione di lubrificatura. Se invece serve ritamponarlo, allora il discorso è diverso, in questo caso devi solitamente fissare un appuntamento, e il lavoro richiederà piu tempo e una spe
  15. Ti assicuro che vivere di musica è molto bello e appassionante, ma per un musicista è davvero dura sbarcare il lunario, quindi per sopravvivere si fa quel che si puo, e non ci vedo niente di male......ne a vendere il proprio flauto ad un allievo, ne a prendere una piccola, ti assicuro piccolissima percentuale, da un negoziante, in cambio di un po di pubblicità. L'importante è agire onestamente, nel senso che se un maestro, o chiunque, da un consiglio o suggerisce un determinato strumento, con obiettività, è comunque un servizio che dà, mette a disposizione di un novizio la propria esperie
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy