Vai al contenuto

Gabrio

Members
  • Numero contenuti

    1
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Gabrio

  • Rank
    Nessuno (per adesso)
  1. Gabrio

    Prima esperienza

    Ciao a tutti, mi presento! Sono un (non più) giovane aspirante clarinettista. Alla "veneranda" età di quasi 29 anni ho deciso di iniziare a suonare il clarinetto! Leggendo qua e là tra i vari post di questo forum mi sono fatto un'idea su ciò di cui avevo bisogno. In primis, ovviamente, di un clarinetto. Nonostante fosse da molti di voi sconsigliato, la paura di poter mollare nell'intento mi ha spinto ad acquistare la classica "cinesata" economica, pagata un centinaio di euro su amazzonia con tanto di libro guida per principianti e cd-rom (ovviamente clarinetto in sib). Oggi è arrivato e sono stato un pomeriggio intero a casa a sperimentare qualcosa. Premetto che molto probabilmente non avrò mai l'occasione di seguire un maestro, sia per problemi di tempo che per una questione economica. Però so che avrei abbastanza tempo ogni giorno per dedicarmi allo strumento. Conosco già il mondo "teorico" della musica, essendo (diciamo) un chitarrista. Devo dire che mi aspettavo di peggio dal sistema della trasposizione delle note, tutto sommato basta calarsi nell'idea che tutto sia un tono sotto e comunque "la musica non cambia" (in tutti i sensi ). Finito il mio tema di presentazione, vi pongo i miei primi tre quesiti da inesperto principiante. 1) Come molti di voi immagineranno, le più evidenti difficoltà le ho avute durante i primi minuti, per via dell'imboccatura. Seguendo i vari video sul Tubo alla fine sono arrivato a far suonare il clarino, ma con due "problemi". In primis, non riesco a farlo suonare con potenza quando uso le chiavi di entrambe le mani. In secundis, spesso mi capita di stonare emettendo quei suoni striduli da far scappare pure una coppia di cani in calore durante l'accoppiamento: è normale durante questi primi approcci o devo preoccuparmi? 2) Dopo circa due ore sono riuscito a trovare la quadratura del cerchio, emettendo un suono decente, ma mi sono accorto che lo faccio senza appiattire le labbra sui denti inferiori, ma piuttosto lasciando molle il labbro inferiore sull'ancia, senza pressione alcuna. Quanto è necessario usare la tecnica consigliata ai fini dei futuri progressi? Posso continuare a suonare così o è necessario correggere la cosa da subito? 3) Visto il tipo di clarinetto economico (Windsor) mi conviene comunque sostituire il bocchino? Otterrei miglioramenti considerevoli? Concludo dicendo che ho imparato la prima scala su note basse. Per le altre ci vorrà un po' più di tempo perché le chiavi sono tante. Vi ringrazio anticipatamente per le vostre eventuali risposte, nel frattempo continuerò a seguire questo libro per principianti trovato in allegato e a stiracchiare qualche nota con il mio nuovo compagno di vita. :-) PS In teoria avrei una quarta domanda: mi sono accorto che spesso i suoni escono peggio perché non premo con vigore sui fori (probabilmente rimane qualche fessura aperta). Questo è problema provocato dall'assenza di tecnica o dal clarinetto economico? :-)
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy