Vai al contenuto

reter

Members
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

Visite recenti

309 visite nel profilo

I successi di reter

Nessuno (per adesso)

Nessuno (per adesso) (1/21)

  1. Prova a usare l'olio di lino per l'esterno,in questo modo non dovresti asportare la "vernice" nera qualora venga via. Comincia a pulire e vedi se si sgrassa in questo modo...altrimenti dovresti passare come dici tu all'alcool ma, quello può portare via la "vernice",che visibilmente potrebbe restare sulla carta usata per strofinare. Riguardo l'interno, usa l'olio di mandorla. In erboristeria ce ne sono di completamente naturali.Puoi trovarlo anche in farmacia o in un negozio di sanitaria,profumeria... Ovviamente copri tutti i tamponi prima di procedere. Personalmente lascio agire l'olio almeno ventiquattro ore...e ne faccio almeno una doppia applicazione. Quando riprendo a suonare lo strumento è un vero piacere,molto più "pronto" e "spontaneo" come si dice in gergo dalle mie parti...
  2. Posso dire la mia sul pomarico jazz doppia stella. Lo uso da un anno circa. Premetto che ciò che sto per scrivere sono solo LE MIE SENSAZIONI ,di clarinettista non professionista e non vi è NESSUNA intenzione di screditare i prodotti di cui parlerò. Tutto poi è molto soggettivo e, l'unica soluzione ottimale è provare con calma in un negozio fisico il prodotto da acquistare(quando è possibile). Personalmente vivendo a Sud Italia e in un posto in cui non ci sono negozi musicali, ho dovuto affidarmi ai commenti dei forum e ordinarlo on-line. E' per questo che ho deciso di portare la mia esperienza,giusta o sbagliata che sia,per chi si possa trovare nelle mie stesse condizioni. Si deve dire poi che, la preparazione tecnica che si possiede e il livello di allenamento è determinante e, può fare sul serio la differenza sui prodotti provati. La mia è più che modesta e non eccezionale. Il musicista non è la mia professione nè ho frequentato il conservatorio. Detto ciò, devo esprimere un giudizio complessivo ottimo sul becco in questione. Non ho termini di paragone con altri becchi jazz, ho comprato questo e...mi ci sono trovato bene. Magari in futuro, appagherò la mia sete di conoscenza... Per la musica leggera è fenomenale. Armonici e glissati vanno che è una meraviglia. Il suono è davvero bello e ricco e con esso colori e sfumature. Suono con un clarinetto in ebano non è prestigioso e, non ho problemi di intonazione. Il suono mi diventa più brillante e meno scuro quando le note vanno oltre il pentagramma. Oltre che per il jazz, per cui è nato, l'ho usato anche per la musica classica e devo dire che non si comporta male anche se a volte capita di non riuscire a controllarlo e, parte qualche fischio. Probabilmente è un mio limite...magari stringo troppo...Tranquilli però, nel jazz non mi capita mai e riesco a domarlo ben bene! L'ho usato con ance che vanno dalla numerazione 2,0 al 3,5 e ,mi sembra di averci montato anche una 4,0 e una 5,0 una volta ma,solo per farci una prova... Ho usato ance di molti modelli: V12, 56 rue lepic,plasticover,lavoz,mitchell and lurie,rico grand concert, t.black, rico blu,arancioni e sicuramente altre che dimentico... Si comporta con tutte egregiamente,poi la scelta della marca dell'ancia è estremamente soggettiva e può dipendere anche dai gusti personali. Riguardo alla loro durezza, preferisco le medium hard o le 2,5. Le 3.0 le trovo leggermente faticose,specie quando sono nuove e quando l'umidità non è dalla nostra parte. Di sintetiche non ne ho testate ma,vorrei farlo...mi consigliate qualcosa? La legatura che uso è una rovner in tessuto da circa 30 euro. P.s. Potreste consigliarmi invece un becco per la musica classica? Le mie priorità sono : controllo,suono ricco e poco chiaro anche nei registri alti/altissimi, possibilità di giocare con le sfumature,intonazione ovviamente e staccato agevole. Chiedo troppo? :D Beh ,nel caso cercherò di aumentare le ore di studio...! :D Buona domenica a tutti.
  3. Attenzione a strofinare troppo e, se non avete già conoscenza del clarinetto su cui operate,vi consiglio di andarci cauti anche con i prodotti usati per sgrassare. E' facile che possiate opacizzare il colore del legno. Provate solo con l'olio come dice "il nero" e con estrema delicatezza,magari ci vorrà solo più tempo...
  4. Salve a tutti! Mi sono appena iscritto. Reter_
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy