Vai al contenuto

Francesca Minna

Members
  • Numero contenuti

    10
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Francesca Minna

  • Rank
    Nessuno (per adesso)

Visite recenti

692 visite nel profilo
  1. Ciao a tutti! Vendo custodia rigida BAM per violoncello 4/4, ottime condizioni, leggerissima (2.9 kg). La custodia è perfetta e perfettamente funzionante. Cardini e lucchetto di chiusura come nuovi e con le tre chiavi originali. Componenti interne tutte originali. Segni di usura leggerissimi, quasi invisibili. Anzi, capace che vengano anche via! Ho anche la relativa documentazione di acquisto. Accludo, oltre agli spallacci originali, il sistema zaino sempre BAM che da solo costa 180 euro. Vendo solo su Roma, non spedisco, al prezzo complessivo di 800 euro... non trattabili, ragazzi,
  2. Francesca Minna

    Il VIBRATO

    Ciao a tutti, ho un problema con il mio vibrato, che è pesante, artificioso, faticoso, spesso troppo nervoso. Immaginate i cantabili nel concerto in La minore di Saint-Saens ... praticamente una poesia d'amore declamata da un bambino di sei anni all'esordio della scuola elementare. Scherzi a parte, è un problema che ho da sempre e non posso fare a meno di collegarlo all'aver iniziato a studiare da adulta, quindi ad avere qualche impedenza fisica. Il mio professore dice che invece fisicamente sono "giusta", ma che il vibrato non lo capisco. Naturalmente ho provato molti tipi diversi
  3. Penso che ci siamo passati tutti (o quasi) quindi butto li una domandina a tutti quelli che le hanno affrontate: come cavolo si studiano? Scherzi a parte: sto studiando la suite numero 2, dopo aver studiato la numero 3 (lo so, non mi fate domande in merito). Sono sopravvissuta alla dolcezza amara del preludio e ora sto litigando furiosamente con l'Allemanda. Più la studio, più mi sento frustrata perché il risultato è pesante, sgraziato quando non proprio stonato. Mi sembra che lo studio non sia efficace e che non faccio altro che stancarmi. Il mio favoloso insegnante, che è un barocc
  4. Del Klengel non mi ha mai accennato... per ora sono al Dotzauer II, i 113 studi, al numero 13, sto finendo il Lee e agli sgoccioli del Francesconi. E mi sto divertendo con la sonata in do maggiore di Breval. Ma ho piena fiducia nel mio maestro che ha qualcosa come 30 anni di esperienza didattica nei conservatori
  5. Grazie Spartan, lo temevo... lo temevo perché mi sento ancora un pezzo di legno, sarà difficile aumentare la pressione sulla corda e mantenermi rilassata. Ma piano piano... Grazie ancora e buon anno
  6. Mh no sulla corda vuota ottengo un suono migliore. Ma credo che sia soprattutto perché sono concentrata sull'arco, senza dover pensare alla sinistra, almeno ho questa impressione. Purtroppo ho ancora destra e sinistra piuttosto dipendenti l'una dall'altra. Per esempio, se cerco un fortissimo, istintivamente oltre a poggiarmi di più sull'arco, indurisco anche la sinistra. Altro miglioramento lo noto quando ho memorizzato il pezzo o lo studio: se non mi devo concentrare sulla partitura, riesco a curare di più tutto il resto, dal fraseggio alle dinamiche e alle varie pressioni. Sinceramente non
  7. Grazie Spartan. Ecco, l'altro mio dubbio era proprio l'arco, che è rimasto il cinese preso per lo strumento vecchio. Mi regalerò un nuovo arco il prossimo anno, ma ho già fatto uno sforzo economico notevole per il violoncello e mi tocca aspettare un po'. Il cello non credo proprio che abbia difetti. Le corte sono state montate dal liutaio stesso e soprattutto quando lo suona il maestro non sento quell'obbrobrio, e visto che lo suona col mio arco credo proprio che il problema sia tutto mio. Urrà! Credo che sia un problema di pressione sia della sinistra che della destra, non riesco ancora ben
  8. (Naturalmente intendevo QUARTA corda, ma non riesco a modificare il titolo )
  9. Ciao a tutti, piena crisi da vacanze di natale e maestro in - meritatissime - ferie. Ok, non mi perdo in troppi preamboli e arrivo al dunque. Quando suono la quarta corda esce... come dire... una vera schifezza. Vabbè, mi sa che qualche preambolo ci vuole. Vi do una ideuccia di quello su cui mi sto scarnificando il cranio e i polpastrelli. DOTZAUER! E vabbè, lo so, ci siete passati tutti. Sono al secondo volume quindi sono già bella che impanicata con le posizioni; e il numero 13 dei 113 studi. Più altre cosette molto didattiche ma non sto a tediarvi, perché non è tanto il cosa, ma il com
  10. Ciao a tutti Mi chiamo Francesca e sono una polistrumentista. Anche se il termine è azzardato e la mia ex insegnante di pianoforte dice che sono una psicopatica e basta. Non ha tutti i torti, in fondo Amo la musica in ogni sua forma ed espressione, e nonostante sia una appassionata di musica classica non è impossibile vedermi saltellare per casa a ritmo di hip hop. Ma limitarmi ad ascoltarla non mi è mai bastato, ed ho dovuto mettere le mani su tutti gli strumenti a cui sono potuta arrivare. Ho studiato il pianoforte per 12 lunghi anni e il flauto traverso per tre. Nel frattempo, con un semp
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy