Vai al contenuto

Leo Ravera

Members
  • Numero contenuti

    29
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Leo Ravera

  • Rank
    Nessuno (per adesso)
  1. Vi propongo alcuni consigli per imparare a memoria il repertorio jazzistico. Questo è il mio metodo, per me funziona piuttosto bene, malgrado la mia memoria non sia affatto eccezionale. Nell'articolo trovate anche due tutorial per l'improvvisazione, basati sui brani "Take the A Train" e "Autumn Leaves". https://www.leoravera.it/2018/06/03/come-imparare-memoria-gli-standard-jazz/ Fatemi sapere cosa ne pensate, grazie!
  2. Chi inizia a suonare il pianoforte si trova ad affrontare simultaneamente quattro materie di studio: tecnica pianistica, lettura dello spartito, indipendenza delle mani, teoria musicale. In che ordine e come è giusto affrontarle, nei primi mesi di studio del pianoforte? Ecco cosa propongo ai miei allievi. https://www.leoravera.it/2018/03/04/imparare-suonare-pianoforte-studiare-tecnica-lettura-indipendenza-teoria/ Come al solito, aspetto il parere di chi suona il piano, anche a livello iniziale, e può dire quali sono le difficoltà maggiori che ha incontrato o incontra. Grazie in anticipo!
  3. Leo Ravera

    Il più grande Jazzista

    I sondaggi di questo tipo sono pur sempre un gioco, e quindi gioco anch'io! Se vogliamo una figura rappresentativa dell'intero jazz, a mio parere non può essere che Miles Davis, perché è quello che ha attraversato più stili diversi: bebop, mainstream, jazz modale, jazz rock. Altre figure sono insuperate nel loro ambito ma sono rappresentative di un momento storico più limitato, ad esempio Charlie Parker che è il maestro indiscusso del bebop. Oppure Louis Armstrong il più grande dell'era swing! Vediamo a chi verrà assegnato questo speciale "pallone d'oro" della musica jazz!
  4. Leo Ravera

    Come si improvvisa su un pezzo?

    Scale e accordi sono fondamentali, e per suonarli bene ci vuole anche una discreta padronanza tecnica dello strumento. Un'altra cosa importante è però lo stile: pur suonando sempre su scale ed accordi, ogni stile ha le proprie particolarità. Quanto sono diverse le improvvisazioni in stile swing anni '30, bebop anni '40, rock, latin-jazz! Quindi per imparare ad improvvisare è importante scegliere uno stile di partenza, una musica che sia per noi piacevole da ascoltare, e cercare di carpirne gli elementi stilistici, oltre che le formule amoniche legate a scale-arpeggi. Io consiglio di iniziare con il jazz anni '20/30, ad esempio Louis Armstrong, perché è più facile capire come ragionano quei musicisti, suonano cose comunque comprensibili ed è più facile imitarli. Il jazz più moderno è progressivamente più elaborato e più difficile da decifrare. Infine, per chi volesse provare, ho messo online degli esercizi per chi comincia da zero a improvvisare (gratuiti). Li trovate a questo link: http://www.leoravera.it/improvvisazione/ Se provate ad utilizzarli, per piacere lasciatemi un commento e ditemi com'è andata!
  5. Leo Ravera

    Indovinelli musicali

    Ciao a tutti, sperando che abbiate trascorso una piacevole estate, vi coinvolgo (se volete...) in un mio passatempo estivo: ho inventato alcuni indovinelli di argomento musicale. http://www.leoravera.it/2016/02/11/giocare-con-la-musica-cinque-indovinelli/ Chi vuole giocare con me e provare a rispondere è il benvenuto! grazie a presto
  6. Leo Ravera

    Cadenza II V I, una compagna di studio

    Segnalo la seconda parte della guida, dedicata questa volta alla cadenza minore http://www.leoravera.it/2016/02/09/la-cadenza-minore-ii-v-i/ Spero possa essere utile, ringrazio in anticipo chi vorrà leggere e farmi sapere cosa ne pensa
  7. Leo Ravera

    Jazz & Derivati....(bossanova,samba,pure brasil...)

    Fortunatamente la musica italiana ha preso molto dal Brasile, a partire dai bellissimi album della Vanoni con Toquinho e Vincio de Moraes. Oltre a Mina, Jannacci, Fabio Concato, Fossati ecc. Chico Buarque incise in italiano un album intero, con arrangiamenti di Ennio Morricone. Non ebbe troppa fortuna, Mina e Vanoni sono state più fortunate ed hanno contribuito a diffondere la musica brasiliana in italia.
  8. "The Dark Side Of The Moon" dei Pink Floyd è uno dei miei album preferiti. Ho provato ad osservarlo da diversi pun ti di vista, scoprendo ogni volta qualcosa di sorprendente e di nuovo. http://www.leoravera.it/blog/ Grazie per l'attenzione, a presto Leo
  9. Per farvi gli auguri di buon Natale e buon anno vi propongo l'ascolto di tre classici natalizi, con qualche curiosità. Tre modi diversi di vedere il Natale... in musica. http://www.leoravera.it/2015/12/21/bing-crosby-white-christmas/ Auguri a tutti, a presto Leo
  10. Leo Ravera

    Come si impara a suonare il jazz?

    Una riflessione su come si impara a suonare il jazz e su come sviluppare un proprio originale linguaggio musicale. http://www.leoravera.it/blog/ Mi auguro vogliate intervenire e dirmi come la pensate, il problema è chiaro, la soluzione un po' meno...
  11. Ho realizzato un gioco musicale sull'argomento dei tempi semplici e composti. Nelle tracce audio si può apprezzare la bella voce di Anna D'Acunto, che si è gentilmente prestata a registrare il gioco insieme a me. Spero lo troviate divertente ed utile. http://www.leoravera.it/2016/02/10/semplice-o-composto-un-gioco-musicale/
  12. Leo Ravera

    John Coltrane, My Favorite Things

    Ho trascritto ed analizzato "My Favorite Things" di John Coltrane, un disco intenso e bellissimo in perfetto equilibrio tra innovazione e tradizione. Spero che la mia guida possa essere un utile approfondimento per appassionati e musicisti, o per lo meno un suggerimento di ascolto per chi non conoscesse questo album meraviglioso. Ringrazio in anticipo chi vorrà leggere e commentare, buona estate a tutti. Leo Ravera http://www.leoravera.it/blog/
  13. Leo Ravera

    Ma la musica è un lavoro?

    Dopo una lunga riflessione, sono arrivato alla conclusione che la musica non è un lavoro. Ecco perché: http://www.leoravera.it/2016/02/09/la-musica-e-un-lavoro/
  14. Leo Ravera

    un gioco musicale: la cassaforte

    Ho pubblicato un gioco musicale, basato sul ritmo: http://www.leoravera.it/2016/02/10/un-gioco-musicale-la-cassaforte/ Spero che troviate il gioco divertente e non troppo facile, ringrazio in anticipo chi vorrà giocare con me. Leo Ravera
  15. Leo Ravera

    Cadenza II V I, una compagna di studio

    Ciao SKOW, abbiamo duellato a lungo se non ricordo male... un saluto cordialissimo, a presto
×