Vai al contenuto

faber_57

Members
  • Numero contenuti

    38
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su faber_57

  • Rank
    Nessuno (per adesso)

Contact Methods

  • Sito Internet
    www.faberest.it

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Luogo
    Nei pressi di Torino

Visite recenti

332 visite nel profilo
  1. Ho fatto numerose prove in "cieco", e cioè senza sapere che cosa suonava, tra mp3 a 320k, formato CD e alta definizione, e non ho mai colto alcuna differenza. Tieni conto che le prove le ho eseguite con cuffie Stax elettrostatiche, note per la totale trasparenza. A mio avviso il vero problema del tuo "impianto" è il trasduttore finale: quello sì è importante ed ogni soldo speso nel migliorarlo è speso bene. Personalmente spenderei i soldi per una buona cuffia.
  2. Secondo me il valore non è dato dalla fisicità del supporto, bensì di quanto abbiamo emotivamente investito in quella precisa registrazione. Mi spiego meglio. Sempre più spesso registro da Sky o da varie radio concerti in diretta. Me li ascolto e, quando gradisco, arrivo a suddividerli in singoli brani, taggarli e metterli al sicuro nei miei hard disk. Non sono CD fisici, ma li ho perfettamente sempre presenti e li amo come amo il primo CD che acquistai una trentina di anni fa. Anch'io ho qualche migliaio di CD in bella mostra, ma sono in fondo solo oggetti di arredamento che testimoniano la mia passione. Il vero amore lo provo anche solo per un banale file che però ho in qualche modo scelto ed amato.
  3. Mi date un parere sulle versioni di riferimento dei due quartetti? Ho appena ascoltato il primo nell'interpretazione del Quartetto Chilingirian e mi è piaciuto molto.
  4. faber_57

    Luigi Boccherini

    Avevo ascoltato qualche album della serie dei quintetti e ne ero rimasto favorevolmente colpito. Ho poi acquistato il "boxone" con la quasi integrale e sto ora ascoltando in sequenza tutti i quintetti e devo dire che ne sono affascinato. Al di là di classifiche e confronti improponibili trovo come costante di questo corpus una vena danzante semplicemente irresistibile. Non ho riscontri con altre formazioni, ma la Magnifica Comunità mi pare ben all'altezza del compito. Insomma, tra tanta musica riscoperta magari di valore non proprio eccelso, questo Boccherini vale davvero la pena di ascoltarlo. Grazie per la segnalazione del libro di Della Croce del quale spero di recuperare una delle rare copie ancora disponibili.
  5. In qualsiasi brico o ferramenta trovi gli spinotti che vuoi ai quali puoi collegare un cavo per la 220 con l'ausilio di un cacciavite (normalmente a croce). Puoi anche banalmente tagliare un cavo dalla parte dello spinotto che vuoi sostituire, farlo passare dal buco e poi collegargli lo spinotto comprato al brico.
  6. Contraccambio con la 40 di Mackerras della quale ti avevo parlato e che trovo molto riuscita.
  7. Personalmente apprezzo moltissimo il Mackerras interprete delle opere di Janacek. Mi ha anche colpito positivamente il suo approccio con le ultime sinfonie di Mozart per la Linn (con un equilibrio orchestrale filologico e, secondo me, molta espressività). Mi è piaciuto molto addirittura, contro ogni previsione, il suo Serse in inglese (!). Su Sullivan non ci piove, ma non è che ci siano così tante interpretazioni di riferimento. Ecco perchè questo cofanetto mi incuriosisce. Ti sarei grato se proseguirai con le recensioni man mano che ascolti i dischi. Ciao.
  8. Mi dici qualcosa su questo box? Anche a livello tecnico. Grazie. P.S. Mi riferivo al box di Mackerras/EMI.
  9. Ho visto che i libri della Molteni e della Lipperini sono tutto sommato introduttivi. Potrebbe interessarti un libro come quello di Hermann Keller, che analizza il profondità il clavicembalo ben temperato? Lo trovi anche in libera lettura su scribd.com. E' molto tecnico, ma forse è questo che cerchi.
  10. Buscaroli ha scritto una biografia. Se per stile compositivo ti riferisci ad analisi approfondite sulla tecnica di composizione, temo non sia il libro giusto.
  11. E che cosa ne pensate di Markevitch? Quel poco che ho sentito (Icaro) non mi è dispiaciuto.
  12. Se seguissi il cuore acquisterei il box subito. Ma una vocina mi dice che il pessimo suono monofonico mi farebbe abbandonare presto l'ascolto. Puoi dire qualcosa per far tacere la vocina?
  13. Sei una miniera di suggerimenti preziosi. Preso al volo, visto che quei pochi che ho già (e dei quali centellinavo l'acquisto per l'alto costo) sono bellissimi. Grazie di esistere!
  14. Appena in tempo! E' già salito di prezzo...
  15. Personalmente sono molto attratto dalla seconda e dalla terza, che ho nelle edizioni di Martinon, Ozawa, Leinsdorf e Jarvi; le interpretazioni di Jarvi le ritengo di gran lunga migliori delle altre (soprattutto Martinon e Ozawa non ne escono granchè bene). La strepitosa registrazione Chandos poi aiuta molto: sinfonie come queste hanno anche bisogno di una perfetta resa sonora. Se qualcuno ha ascoltato Kitajenko ci dia un parere.
×
×
  • Crea Nuovo...