Vai al contenuto

vasilievic

Members
  • Numero contenuti

    145
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di vasilievic

  1. Se ti è piaciuta Lucia, ti piaceranno anche i Puritani: stessa temperie romantica di cappa e spada con annessa scena della pazzia, melodia accattivante (ancor più che in Donizetti), happy end quasi a sorpresa (con un finale un pochino precipitoso, a mio modo di vedere). A me la Lucia dello scorso anno non è sembrato uno spettacolo memorabile, forse il più debole della stagione (al “Valli” di Reggio Emilia). Per i Puritani molto conteranno, ovviamente, gli interpreti.
  2. vasilievic

    Scacchi

    Mi sembra di ricordare dal glorioso Chicco e Porreca che la differenza fra Partita Italiana e Gioco Piano fosse proprio nella 4^ mossa: 4. c3 = Italiana 4. d3 = Gioco Piano. Per i due che hai citato si parla di Gioco Piano e Gioco Pianissimo. La sostanza non cambia, ma in questo caso mi sento nazionalista. Comunque (per quel che vale), a Pistoia sono della mia stessa idea:
  3. vasilievic

    Scacchi

    Mi sembra che il Gioco Piano si differenzi dall'Italiana per la mancata spinta in c3 (che nella Ponziani avviene prematuramente). In c3 va il Cavallo (e normalmente il pedone D si ferma in d3).
  4. Chiedo scusa se mi intrometto: molto interessante, grazie!
  5. Sto prendendo una cantonata, oppure ho letto da qualche parte che le malelingue lo vorrebbero figlio naturale di Prokofiev? (E questo spiegherebbe la scelta del cognome della madre...).
  6. Io invece mi sono ascoltato la tanto vituperata Quarta (op. 47) nell'esecuzione di D. Kitajenko e poi di N. Järvi. Che dire? Mi è piaciuta assai di più che la “blasonata” Quinta. Là mi sembra che Prokofiev si sia imposto quasi a forza di comporre una Sinfonia “con tutti gli attributi” e mi risulta pesantino (il terzo movimento dove vuole andare a parare?). La Quarta invece è quasi sbarazzina, con idee disposte così come vengono, quasi fosse una suite senza pretese (e in un certo senso lo è anche). Ho qualche riserva sul secondo movimento, ma per il resto la trovo più che piacevole. La mia favorita rimane comunque la Terza (e mi manca ancora la Sesta).
  7. Sembrerebbe essere suo, a giudicare dalla riduzione per percussioni e piano (ed. Salabert): dall'anteprima risulta proprio la data del 1958 (e la dedica a Félix Passerone). (Compare anche in un programma d'esame del Conservatorio di Brescia).
  8. Per me numero uno: mi rassomiglia quella dolce figura alla Netrebko giovane. P.S. Però classificare la Callas sopra la Moffo proprio non ci sta (beninteso, parlando di avvenenza fisica)
  9. Grazie! La Quarta proprio non la conosco (per me fa il paio con la Sesta). Eppure amo molto Prokofiev, cui ho in mente di dedicare una settimana di ascolti vinilici. Che ti pare di Kitajenko? Contraccambio con un pezzo che mi ha dato filo da torcere in questi giorni, per via di quel coro iniziale, che è un vero e proprio clandestino: Molto più saggio era stato lo stesso Karajan cinque anni prima, nella registrazione presso la scuderia EMI: A tutti coloro cui io debba controdediche (... e che non soffrano di orticaria di fronte a “capolavori” del genere).
  10. vasilievic

    Scacchi

    È vero... come osservava anche @mdm67, 'sti ragazzi di oggi sono troppo bravi ragazzi. E poi NON HANNO FAME!!! E vabbè, ci sarà da sonnecchiare... (ma in fondo in fondo spero sempre che il Karjakin mi faccia ricredere: è innegabile che abbia vinto con pieno merito).
  11. vasilievic

    Scacchi

    C'è però da aggiungere che Aljechin non aveva mai battuto Capablanca prima del match del 1927 (e vabbé, altri tempi...).
  12. vasilievic

    Scacchi

    Peccato che a quei tempi le news dai grandi tornei (le informazioni in generale, direi) arrivavano col contagocce...
  13. vasilievic

    Scacchi

    Nel complesso, un Torneo dei Candidati sciropposo (arridatece Fischer e Tal!).
  14. Buona Pasqua a tutti anche da parte mia! Lorenzo Perosi La Risurrezione di Cristo Oratorio in due parti - per soli, coro e orchestra. Orchestra dell'Angelicum di Milano C. F. Cillario LP Ars Nova C2S/142
  15. vasilievic

    Scacchi

    Anand ha perso per il tempo, vero? Era in difficoltà, ma la posizione finale non mi sembra compromessa. [Ancora quattro interminabili turni, con Karjakin-Caruana all'ultimo...]
  16. vasilievic

    Scacchi

    Non parlo più. Mi sa che porto male...
  17. vasilievic

    Scacchi

    Mah, dopo il magico 2014 mi sembra che si sia spento. Non gli ha fatto un gran bene tornare statunitense... Forse mi son perso qualcosa, ma dal Torneo dei Candidati mi aspettavo qualcosina in più. A questo punto faccio il tifo per l'usato sicuro: il buon “vecchio” Anand - che peraltro è quello che finora ha vinto più partite di tutti -.
  18. vasilievic

    Scacchi

    Mi sembra un giocatore da match individuale, più che da torneo [il «Re delle patte»: così Fischer aveva a suo tempo definito Trifunovic].
  19. vasilievic

    Scacchi

    Nakamura si è giustamente preso la sua vendetta, ma – nel bene e nel male – la partita l'ha fatta Topalov, che mi sembra ormai abbia poco da perdere e si permette di prendersi dei rischi. Peccato che fra la 31^ e la 32^ mossa il bulgaro abbia perso il bandolo della matassa (in una posizione comunque molto complessa e - se non ho visto male - con pochissimo tempo a disposizione). Mi stupisce la scarsa vena di Caruana, che sta giocando un torneo tutto sommato mediocre.
  20. vasilievic

    Scacchi

    E domani quale sarà la partita non patta? Dovessi scommettere: Topalov-Karjakin 1:0
  21. vasilievic

    Scacchi

    Vero, ma il torneo è ancora lungo: bastano due vittorie consecutive per alterare l'equilibrio.
  22. vasilievic

    Scacchi

    Nessun commento su questi primi turni del Torneo dei Candidati? Mi sembra che il gioco stia latitando e prevalga la prudenza. A questi livelli, forse è inevitabile. Nakamura lo vedo piuttosto dimesso (poco male, è il più antipatico del gruppo) e da Topalov non sai mai cosa aspettarti. Nonostante tutto faccio il tifo per Caruana, ma anche a me non dispiace Svidler.
  23. @Wittelsbach Devi digitare la chiocciolina e, senza lasciare spazio, scrivere il nome della persona che vuoi taggare: già dopo le prime lettere ti si apre una finestra a scorrimento nella quale puoi selezionare il nome che ti interessa (chiedo scusa a zeit se mi intrometto io. P.S. Quel Sibelius me lo prendo in dedica anch'io, se non ti dispiace... ).
  24. Ah, caspiterina! E infatti era qualcosa di famigliare... Bene, mistero risolto...!
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy