Vai al contenuto

franatra

Members
  • Numero contenuti

    106
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su franatra

  • Rank
    Qualcuno
  • Compleanno 25/04/1950
  1. leggo solo oggi. Io ti consiglio Yamaha ,di plastica è il meglio. Non male il suono. Di Leblanc,ottima marca, conosco solo il modello in plastica, comunque molto buono ma a stesso prezzo.Non penso che Leblanc di legno costi poco. Ciao Francesco
  2. Mi ricollego dopo molto tempo. Amo il cristallo. Penso sia impossibile non riconoscere se non si è prevenuti o interessati, che il cristallo suoni meglio, cioè abbia un più bel suono. Questo viene normalmente riconosciuto almeno e soprattutto per il basso e il piccolo.(a me sembra evidente anche col soprano). Tuttaltra cosa è riconoscere il bocchino con cui il musicista suona meglio o ha un suono migliore, è questo è estremamente variabile e soggettivo. Per quanto mi riguarda Pomarico è ormai il riferimento assoluto, a me piacciono molto anche Elandais e i Bucchi riusciti. All'aperto suono normalmente un Pomarico di legno che mi piace tantissimo. Pomarico ha poi una marcia in più che è il Sig,Clerici !!! Ciao Francesco
  3. da tempo non partecipo al forum per motivi di tempo, ma vorrei segnalare ai suonatori di clarinetto basso, che Pomarico, cioè il Sig. Clerici propone ora un nuovo bocchino per il basso veramente eccellente, Provare per credere!!! Attenzione alle ferie Ciao Francesco
  4. Da tempo non partecipo al forum, ma l'argomento è interessante. Innanzitutto mi incuriosisce che si scelga già il top di gamma. Chi suona già il basso, non ha bisogno generalmente di pareri esterni. A mio modestissimo parere di dilettante, suonare il basso è come suonare un altro strumento. Per quanto riguarda la domanda,sono d'accordo con "clarinetto 1 ", certo i vecchi bassi Selmer sono un'altra cosa. Cordiali saluti Francesco
  5. Dopo mesi che non mi collego, appena aperto trovo una discussione interessante. Io sono un dilettante, ho preso l'anno scorso lo stesso tuo clarinetto. Nella mia esperienza ho conosciuto diversi clarinettisti che hanno problemi simili ai tuoi. Spesso avviene quando non hanno per lo strumento un interesse particolare. A mio modesto avviso la prima cosa è quella di non stringere, ma di non stringere davvero. Metti un bocchino giusto, io ne uso uno chiuso di cristallo o di ebano e un' ancia Vandoren 2,5. Non provare neanche quello in dotazione. Come dice Maestro rispetto al clarinetto soprano, si imbocca un pò di più, ma non farci caso, l'imboccatura ti verrà spontaneamente giusta. A me il basso piace tantissimo, mi sembra anche più facile da suonare decentemente. Lo Yamaha mi sembra per il prezzo un buon strumento soprattutto sulle note basse Ciao Francesco
  6. Dopo mesi che non mi collego, appena aperto trovo una discussione interessante. Io sono un dilettante, ho preso l'anno scorso lo stesso tuo clarinetto. Nella mia esperienza ho conosciuto diversi clarinettisti che hanno problemi simili ai tuoi. Spesso avviene quando non hanno per lo strumento un interesse particolare. A mio modesto avviso la prima cosa è quella di non stringere, ma di non stringere davvero. Metti un bocchino giusto, io ne uso uno chiuso di cristallo o di ebano e un' ancia Vandoren 2,5. Non provare neanche quello in dotazione. Come dice Maestro rispetto al clarinetto soprano, si imbocca un pò di più, ma non farci caso, l'imboccatura ti verrà spontaneamente giusta. A me il basso piace tantissimo, mi sembra anche più facile da suonare decentemente. Lo Yamaha mi sembra per il prezzo un buon strumento soprattutto sulle note basse Ciao Francesco
  7. Leggo ora dopo tempo immemorabile, questa discussione. La domanda è precisa e mi viene subito da rispondere che io preferisco le opere, le arie, le sinfonie, i recitativi ecc... di Verdi. Con questo non intendo denigrare l' alro, affatto, lo ritengo un grandissimo compositore; ma io preferisco Verdi. Si potrebbe spiegare e argomentare, ma non ne sento affatto la necessità , semmai in altri post. Ciao Francesco
  8. franatra

    Pomarico

    X Sauro : Ciao, scusami , non sono solito controllare la posta così di frequente. Ma oggi sono disoccupato. Permettimi di farti notare che se ti trovi così bene col 5RV, avresti dovuto sciegliere non il 2 Pomarico ,ma il modello Closed che si avvicina di più. Non mi dici se hai ancora il Bucchi, penso di no. Da modesto dilettante, mi permetto di osservare che noto delle incongruenze tra ciò che riferisci soprattutto sullo "sfogo" ,ho l' impressione che l'apertura che hai preso non ti sia adeguata, se suoni chiuso "e non stringi" , i Pomarico da scegliere sono chiusi. Sui ritocchi ai bocchini ,sto diventando un archivio. Generalmente viene peggiorato o rovinato il bocchino. Dal punto di vista psicologico è estremamente comprensibile chi si applica a questa attività e a me fa anche un pò tenerezza. Pensa che c'è anche chi crede che acquistando un clarinetto nuovo o un bocchino nuovo, questi suonino da soli per noi.Ovviamente scherzo... io. Altra osservazione che mi viene è che provare qualsiasi strumento non è affatto facile, soprattutto perchè bisogna modificare solo una variabile per volta. Nel caso dei bocchini il rischio maggiore è quello di non tenere in considerazione l' ANCIA. Comunque recentemente ho visto provare con un Tosca una decina di Vandoren dello stesso numero per 2 ore...pensi che sia stata una prova attendibile? Scrivimi quando vuoi, anche privatamente. Ciao Francesco P.S. permettimi di contraddirti, quando dici che non essendo professionista ti accontenti. Ciò che hai fino ad ora scritto denota una grande sensibilità, appropriatezza e volontà di miglioramento. A mio avviso il dilettante è in una posizione di privilegio per molti aspetti. Professionista sopratutto è chi fa una cosa per lavoro. Gli aggettivi che si possono aggiungere alle categoie poi, sono tanti.
  9. Peccato, se mi scrivevi prima.... Comunque ho comprato lo Jupiter da Somaini,a Parè, ma non funziona. Il prezzo è stato buono ,e Somaini e i suoi tecnici molto gentili e bravi, però le chiavi non vanno. Cioè all' inizio funzionano, poi dopo un pò e soprattutto al freddo non si aprono più, sia quelle del portavoce e anche quella del mi basso. Comunque sono già ritornato due volte ,e un pò hanno migliorato la situazione.Appena riaprono,dopo le feste, ritorno. Ho provato ieri,e all' inizio andava tutto benissimo, ma dopo un' ora e mezza si è ripresentato lo stesso problema. Il problema maggiore si ha col portavoce. Comunque non è sufficiente allentare le viti, anzi non serve proprio a niente Ciao Francesco
  10. franatra

    Pomarico

    X Sauro: Scusami ma vi è molta differenza tra il tuo Pomarico nero e il 5RV, come minimo dovevi scegliere un Pomarico più chiuso. Ti consiglio se sei in zona, di andare personalmente; sono gentilissimi oltre che bravissimi. A proposito di Bucchi, il tuo lo hai ancora, di che anno è. Ciao Francesco
  11. franatra

    Bocchini cristallo nero

    Pomarico ha iniziato la commercializzazione dei suoi bocchini in cristallo, ma di colore nero. Avete esperienza? Siete pro o contro? A me sembra una novità attuale e importante e che ne valga la pena parlarne Ciao Francesco
  12. franatra

    Pomarico

    Ciao, ti consiglio di visitare il sito in modo più approfondito, che ci sono tutte le corrispondsenze. Comunque il modello che si avvicina di più è il più chiuso cioè lo emerald. Se usi 5RV (che comunque è un ottimo bocchino e credo sia il più usato al mondo) prova tranquillo Pomarico, vedrai che ti troverai bene, soprattutto per la qualità del suono. Ciao Francesco
  13. franatra

    Pomarico

    Ho visitato il nuovo sito di Pomarico: www.pomaricompieces.com notevolmente innovativo e di ottimo impatto visivo. Spiccano i bocchini di cristallo nero. Ovviamente mi sono recato subito a provarli; con grande soddisfazione. Provare per credere!!! Ciao Francesco
  14. Desidero dedicarmi allo studio di questo strumento. Sono grato per ogni consiglio anche sui modelli e marche. Mi accontento di un clarinetto di plastica Ciao Francesco
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy