Vai al contenuto

Arnold

Members
  • Numero contenuti

    60
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Arnold

  • Rank
    Nessuno (per adesso)

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Visite recenti

512 visite nel profilo
  1. Arnold

    Concerto Molter

    Salve a tutti clarinettisti!! Qualcuno di voi sa per caso dove é possibile acquistare la riduzione per clarinetto piccolo e pianoforte del concerto numero 1 di J.M. Molter? Ho trovato la parte del clarinetto però non la riduzione del piano. Grazie in anticipo per le vostre risposte Arnold
  2. Arnold

    Patricola

    Salve a tutti, Volevo solo dirvi che poco tempo fa sono andato dai Patricola a farmi revisionare gli strumenti (ho una coppia di Sib e La in grenadilla) e ho avuto modo di provare un modello in grenadilla del nuovo strumento in la 2017 al quale sono state apportate delle modifiche nella distribuzione del legno da quanto ho capito. Devo dire che effettivamente lo strumento in la è molto migliorato e, mantenendo le caratteristiche degli strumenti Patricola, è molto più facile da suonare e molto più simile al Sib a livello di emissione. Volevo soltanto rendervi partecipi di questa nuovo miglioramento applicato allo strumento in la. Arnold
  3. Arnold

    Ance e note acute

    Ciao, Forse il fatto che non riesci ad arrivare alle note più acute è perché tendi a stringere.Io ti consiglio, per evitare che questo accada, di pensare a spingere il becco verso i denti superiori.In questo modo il rischio di stringere diminuisce e a stare attento a come respiri.Le ance dure facilitano secondo me nel registro acuto e secondo me danno in genere un suono più scuro ed è per questo che le preferisco.Ovviamente bisogna saperle usare perché oltre a riuscire a suonarle fisicamente bisogna riuscire a ottenere sempre l' attacco nel pianissimo e a gestire l'intonazione.Ognuno deve quindi trovare il giusto compromesso ancia bocchino in base al tipo di esigenza che ha dal punto di vista del suono dinamiche intonazione....... Prova molte ance e bocchino e vedrai che prima o poi troverai il materiale d'atto a te. Nel frattempo stai attento a non stringere e a come imbocchi.Forse un motivo per cui non ti escono è che imbocchi troppo poco. Ovviamente queste sono solo delle ipotesi perché ovviamente non ti ho sentito suonare . Ciao Arnold
  4. Arnold

    Nuove ance Vandoren V21

    Ciao io le ho provate, Secondo me non sono male e forse perché le hanno appena lanciate ho l' impressione che siano più uguali fra loro mentre per esempio le traditional sono una diversa dall' altra.Almeno a me capita di trovare in un pacchetto delle traditional o ance dure come tronchi o ance tenere come il burro ma quasi mai della durezza ideale. Devo dire che da quando le ho provate sotto consiglio del mio insegnante le ho sempre usate in alternanza con le v12.Forse anche rispetto alle v12 sono un po' più omogenee ma credo perché le hanno appena lanciate, speriamo resti così.In ogni caso ti dirò che quando trovo nelle v 12 l' ancia ideale la preferisco ad un' ancia delle v 21. Arnold
  5. Arnold

    Chiedo aiuto sulla cura del suono

    Ciao penso che visto che sei al quinto anno tu avrai sicuramente un' idea sul suono che vuoi ottenere e delle esigenze rispetto al materiale che suoni. Il parametro con cui devi scegliere il materiale è in modo che si avvicini il più possibile a soddisfare tutte le tue esigenze che sono tue e di nessun altro perché siamo diversi e abbiamo gusti diversi. Io potrei dirti cosa cerco nel materiale quale è il mio bocchino ideale e quali sono i mie parametri e le mie esigenze ma cosi rischieresti di comprare un bocchino che soddisfa le mie esigenze e non le tue. In ogni caso prova tanti becchi stai attento a intonazione suono emissione facilità d' attacco e scegli quello che più ti soddisfa. Arnold
  6. Arnold

    Chiedo aiuto sulla cura del suono

    Ciao io le vandoren traditional non le uso perché per me sono troppo diseguali fra di loro e alla fine trovo o ance troppo dure o tenere come il burro.Le v12 sono meglio però io preferisco le v 21 che forse perché sono appena uscite almeno sono più uguali fra loro. L' unica pecca e che forse sono un po' più morbide ma giusto un filo.In ogni caso prova varie ance poi vedi tu.Ultima cosa mi era sfuggito che suoni un profilo 88 forse potrebbe essere che tendi a stringere anche perché il becco è meno inclinato.Io ti consiglio di provare i becchi licostini a me piacciono ti danno un suonomigliore e ho l' impressione che l' ancia vibri il doppio rispetto ad n vandoren.Ovviamente le mie sono impressioni.Comunque sono usati da tanti bravi clarinettisti.In ogni caso per il materiale io posso stare qua otto ore a dirti cosa per me è migliore e perché ma potremmo trovare sicuramente altri bravi clarinettisti che la pensano diversamente. Alla fine deve piacere a te il materiale che suoni quindi il mio consiglio è prova il maggior numero di ance becchi strumenti ecc.... e poi senza pregiudizi giudica tu quale è il materiale più adatto a te. Arnold
  7. Arnold

    Chiedo aiuto sulla cura del suono

    Ciao qualche consiglio da uno studente come te, Sicuramente il suono lo devi avere in mente e studiare tanto per riuscire a ottenerlo.Un consiglio che ti posso dare è innanzitutto quello di curare l' impostazione stai attento o non stringere con le labbra e alla risonanza cioè quando suoni pensa alla U.In pratica sempre senza rilassare il labbro pensa invece che sorridere ad aumentare la distanza farla lingua e il palato sempre però con il labbro tirato .Ovviamente non troppo perché poi ti sballa l' intonazione che rischia di diventare calante. Di questa cosa non sapevo niente prima di una lezione che ho fatto con un clarinettista delle mie parti e ti assicuro che ti aiuta molto ad ottenere un suono più scuro.Per quanto riguarda il materiale penso che le 3 sul B 40 siano n po' troppo tenere e penso sia dovuto anche a questo il fatto che non sei soddisfatto del suono io ti consiglierei di aumentare pian piano in modo da arrivare alle 3 e mezzo o sarebbe l' ideale le 3 e mezzo più.Ovviamente otterrai un suono più scuro e più potente però stai attento sempre all' attacco nel pianissimo che rischia di essere difficile da produrre e al fortissimo che devi essere capace di mantenere senza morire di fatica. Ci vorrà parecchio studio però ti assicuro che dopo la differenza si sente. Spero di esserti stato utile Ciao Arnold
  8. Arnold

    ammissione preaccademici

    Ciao se fai l' ammissione da zero ti fanno leggere una riga semplice in chiave di violino, poi una sequenza ritmica, poi ti suonano una melodia al piano e tu devi ricantagliela poi ti fanno riconoscere gli intervalli, cioè ti suonano una nota e ti dicono che nota è,poi te ne suonano un' altra è tu gli devi dire di che nota si tratta. Per esempio ti suonano un do poi un altra nota e tu gli devi dire che nota ti hanno suonato. Se invece fai l' ammissione al secondo anno ti fanno un dettato melodico (in pratica ti dicono la prima nota della melodia e poi tu devi scriverla)in do maggiore poi un dettato ritmico (ti dicono il tempo un prof fa tatatatata con la voce e tu devi scrivere il ritmo) poi ti fanno leggere un noleggio in due chiavi basso e violino poi devi fare un solfeggio cantato e infine domande di teoria. Per dare l' esame del secondo anno è la stessa cosa solo che il dettato non è più in do maggiore e ovviamente il resto è più difficile. Il terzo è praticamente lo stesso solo che il dettato e un po' più complicato E in più il terzo anno c' è l' ascolto, in pratica un prof suona un pezzo al piano e tu devi dire se il modo e maggiore o minore, il tempo, l' epoca se ci sono modulazioni e altre cose che non mi ricordo. Per il quarto anno di solfeggio invece ci sono solo dettati.Dettato ad una voce, dettato a due voci e ascolto con CD (quindi devi dire che l' organico oltre che alle cose dell' ascolto del terzo anno), ma a differenza degli altri tre esami non c' è né solfeggio, né dettato ritmico, né teoria. Probabile che non sia proprio così ovunque ma comunque non penso che il programma vari di molto in caso informati nel conservatorio in cui vuoi fare l'ammissione Ciao Arnold
  9. Arnold

    il forte caldo vi limita?

    Ciao, per me se lo strumento avesse crepe o tamponi che non chiudono non suonerebbe proprio nel senso che ti uscirebbero fischi o non riusciresti a fare certe note e penso che il fatto che non sei soddisfatto del suono possa essere dovuto soprattutto a ancia e bocchino.Non so che bocchino usi quindi ho un po' di difficoltà ad aiutarti ma comunque penso che l ' esigenza di montare ance più dure possa essere dovuto al fatto che cerchi un suono più scuro e potente ma mi raccomando non commettere l' errore che spesso faccio anch' io.Per ottenere un suono scuro montare ance troppo dure, ma poi oltre a dare l' impressione di stare per esplodere da un momento all' altro rischi di perdere l' attacco nel pianissimo e di dover faticare veramente troppo per tenere un fotrissimo.Comunque penso che il caldo umido possa rendere più dure e non più tenere le ance, facendole invecchiare prima. Io personalmente penso che il fatto che trovi le ance tenere possa essere dovuto al tipo di ance che suoni.Le vandoren blu traditional tendono ad essere molto disomogenee e a me capita di trovare ance o tenerissime o troppo dure all' interno di un pacchetto.In più se magari non compri l' intero pacchetto puoi rischiare di avere la sfortuna di trovare solo ance tenerissime.Io ti consiglio di provare le nuove v21 che forse proprio perchè le hanno appena lanciate almeno sono più uguali fra loro e quando trovi il numero più adatto a te sei a posto. Spero di esserti stato utile Arnold
  10. Arnold

    Marche e modelli di clarinetto

    Ciao, io ti consiglio di provare il maggior numero di strumenti possibile e di vedere quale ti piace di più.Lo strumento è una cosa personale ci sono tanti clarinettisti molto bravi che suonano Buffet altri Selmer, Patricola ecc..... Comunque se io fossi in te piuttosto che puntare su uno strumento da 2000 euro o sull' usato aspetterei ancora un po' e proverei i Buffet o i Patricola. I Patricola per me sono degli strumenti meravigliosi. Io ho il sib da circa 4 anni e il la da meno di un anno e ti posso dire che non mi hanno mai stufato e non mi è mai venuta in mente l' idea di cambiarli. I miei hanno una buonissima intonazione un suono omogeneo e soprattutto un timbro che mi piace moltissimo in più hanno una meccanica curatissima senza parlare poi della qualità del legno.L' unica e la sola cosa che ho constatato di negativo è che, almeno sul mio, rispetto al prestige del mio insegnante( Che per altro è un orchestrale ed ha uno strumento giusto un po' sfogato....)ha un po' di meno suono sulle note della mano destra quando di deve suonare veramente ma veramente forte.Però penso che la qualità del suono sia decisamente superiore come peraltro l' intonazione e la meccanica. In ogni caso i selmer buoni(che comunque a me non piacciono poi così tanto) costano ben più del Patricola e per questo penso sia inutile prenderli in considerazione. Ciaooo
  11. Arnold

    Acquisto clarinetto

    Ciao, il mio consiglio è quello di provare il maggior numero di strumenti possibile e di vedere quello che più ti si addice.Ci sono tanti bravi clarinettisti che suonano buffet, altrettanti che suonano Selmer, Patricola, ecc....Come al solito l' importante è il risultato. Io personalmente non ti consiglio gli strumenti da studio tipo e11 o e13 perchè vanno bene per i primi anni.Dopo un paio d' anni sentiresti l' esigenza di passare a qualcosa di superiore.Inoltre sono sempre un po'scettico sugli strumenti usati.Penso infatti che se una persona vende uno strumento un motivo c'è e forse lo struento non è il massimo.Ma sicuramente, non avendo l' opportunità di comprare uno strumento professionale nuovo, ti consiglio di puntare sull' usato cercando di provare il maggior numero di strumenti possibile, per vedere quello che più ti piace.Magari proprio per capire quale strumento è migliore per te vai in uno dei negozi più forniti, tipo dampi, ecc...e fatti un giro di tutti gli strumenti nuovi che hanno e poi cerca su internet se qualcuno vende lo stesso strumento usato anche se ovviamente non è la stessa cosa ma è giusto per avere un' idea.Quando lo provi però cerca di stare particolarmente attento, in particolare alle condizioni del legno(stai attento alle crepe) alla meccanica e soprattutto all' intonazione perchè suonando con altre persone è importantissima);anche perchè con l' usato non si sa mai........... Arnold
  12. No .Quello che crea problemi di intonazione non è il sol diesis articolato ma il mib grave perchè come ti ho detto bisogna modificare la cameratura per intonarlo essendo lo strumento "più lungo" ma ciò raramente funziona bene e gli strumenti completi hanno spesso problemi di intinazione. Tuttavia non so quanti strumenti del genere siano in commercio: I Patricola fanno il virtuoso 5 che ha solo il sol diesis articolato probabilmente anche altri marchi ma non li conosco.Stai attento però che il mio maestro con il suo strumento quando usa il sol diesis articolato ha dei problemi a fare il sib a forchetta con il portavoce. Ciao
  13. Ciao, io personalmente non saprei se consigliarti un clarinetto completo discendente al mib.Di solito essendo più lungo di un normale sib si modifica la cameratura per l' intonazione ma questi strumenti hanno spesso ugualmente molti problemi di intonazione(il mio prof in conservatorio ne ha uno che è completamente stonato).In più se tu non suoni musica classica probabilmente( anche se non lo so perchè non sono un jezzista) non ti capiterà di trasportare parti per clarinetto in la eseguendole con il sib e quindi dubito ti serva arrivare al mib grave.In più se osservi al giorno d' oggi non ci sono molti professionisti (parlo per la musica classica) che utilizzano questi strumenti proprio perchè generalmente danno problemi di intonazione.Io ti consiglierei piuttosto di comprere un normale strumento professionale usato o da studio in legno della marca che preferisci. Arnold
  14. Arnold

    Patricola

    Salve a tutti clarinettisti, oggi sono stato da Patricola e dopo due anni è arrivato anche il fratellino in la. Il clarinetto è molto intonato(a differenza di altri strumenti di marche diverse che ho provato che avevano parecchi difettucci di intonazione) ha un suono molto bello pastoso, scuro e a differenza di quanto temevo non eccessivamente faticoso da suonare e oltre ad essere molto omogeneo fra i vari registri ha una buona potenza di suono anche se un po' inferiore a quello in sib (anche perchè quello in sib ha due anni ed è più che sfogato). Devo dire che sono veramente soddisfatto del mio acquisto Ecco le foto:
  15. Arnold

    Pezzo clarinetto solo

    Salve maestro lo devo suonare per un concorso e poichè suono già weber e devo portare anche un pezzo per clarinetto solo senza sforare i 13 minuti totali perchè altrimenti mi penalizzano. Mi serviva un pezzo abbastanza breve e abbastanza tecnico . La ringrazio arnold
×