Jump to content

Madiel

Admin
  • Posts

    23,797
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Madiel

  1. hihihi, domani e domenica madiel spaparanzato sul letto fino all'una (che goduriaaaa) anzi, cercherò di eguagliare il mio record (tre meno cinque del pom) io avevo 14 anni nel lontano 1986..... se mi azzardavo a rimanere a letto fino alle 3 meno 5 volavo io e il letto fuori dalla finestra (ma già dalle 9 di mattina) Che tempi strani, eh
  2. potresti completare la tabella di scriabin per favore?.....mi sono reso conto che i colori che vedo io corrispondono piu' o meno a quelli di pruno, ma spostati di una seconda maggiore....poi mi sono detto ma certo! tu suonando il clarinetto chiami do quello che in realta' e' un sib....vorrei vedere se tra scriabin, pruno me ed altri ci sono delle concordanze....e poi una domanda se la sinestesia e' una patologia (senza uso di sostanze psicotrope intendo) anche l'orecchio assoluto ne e' una? e i tedeschi e gli anglosassoni che hanno l'orecchio assoluto sentono ad es. Do o C Reb o Dflat nelle loro orecchie?....cioe' voglio dire se uno ha l'orecchio assoluto ce lo ha da prima di prendere coscienza del nome della nota oppure no? per Scriabin dovrei controllare da qualche parte, al momento la tabella completa non credo di averla. Usò il clavier à lumière anche nel Mistero (la sua ultima e più ambiziosa composizione, rimasta incompiuta e terminata da altri). Tempo fa avevo letto una stroncatura del Prometeo, alcuni dicono che le sue sinestesie sono del tutto gratuite (in effetti le cromie abbinate alle note sono differenti da quelle di Schoenberg, cosa molto interessante da sottolineare). Musicalmente mi sembra una delle sue cose migliori, tra l'altro fa un largo uso della dissonanza pianistica. E' quanto meno strano per me apprezzare questo compositore perchè, in linea di massima, lo trovo insopportabile.
  3. e non dimentichiamo che lo scritto di Goethe "La teoria dei colori" è stato poi applicato alla tonalità dei timbri ! E' tutta colpa sua in fondo Altri studiosi moderni invece affermano che la sinestesia in musica è un fenomeno assolutamente gratuito e soggettivo. Il concetto di tonalità di timbri è stato ripreso in particolare da Josef Matthias Hauer e Schoenberg (questo fu influenzato da e influenzò Kandinsky). Hauer, inventore di un sistema para-seriale detto dei "tropi", affermava che gli intervalli hanno una relazione con le funzioni simboliche della tonalità. Studiò tutte le possibili variazioni sul caso e pervenne alla convinzione che in un particolare intervallo ci fossero contenuti i caratteri timbrici di uno strumento. Scriabin invece applicò le sue teorie sinestetiche nel Prometeo (1911), scritto per pianoforte, coro, organo orchestra e clavier à lumière. Quest'ultimo strumento usava la notazione musicale convenzionale ma ad ogni tasto invece di un suono corrispondeva un colore che veniva proiettato nella sala: al do il rosso, al do diesis/re bemolle il viola, al re il giallo ecc. Più o meno nello stesso periodo (1913) Schoenberg scriveva Die Gluecklische Hand (La mano felice), opera in cui i caratteri dei personaggi e il loro stato d'animo viene rappresentato con luci colorate abbinate a determinati accordi di suoni. Gli scritti di Kandinsky sul colore hanno invece ispirato, più recentemente, alcuni compositori come Schnittke
  4. non se ne fa scappare uno lo ziomad..... mmmmhhhh..... lo zio cack ha mangiato male stasera
  5. ciao cenzino, benvenuto nel forum. Credo che alla tua domanda risponderà volentieri Barilotto. Lui respira circolare tutto l'anno
  6. Madiel

    FilmS musicali

    assolutamente indifferente, mi preme puntualizzare che Mozart non era il rivoluzionario sociale che pretendete di far passare
  7. Madiel

    FilmS musicali

    divertente la frase "nonostante l'opposizione del re"... evidentemente non si rendeva conto, l'autore, che se il re voleva non si rappresentava nulla di nulla nè a Parigi e nè a Vienna, cambiava poco in regime assoluto tra Francia e stati asburgici. Eh, in effetti il merito sarebbe più di Da Ponte che del WAM
  8. Madiel

    FilmS musicali

    allora perché ti scagli contro gli attuali sovrintendenti-compositori-direttori artistici? anche loro rispecchiano evidentemente i gusti e i desideri degli ascoltatori medi. Laurenti ha bevuto molto stasera solo ora Mad... Salieri era potente e famoso perché era il compositore di corte... Mi stupisce che tu che non apprezzi il teatro di Mozart possa apprezzare "Les Danaides" o "Europa riconosciuta" Se mettiamo sulla bilancia le opere di Salieri con il Flauto magico, Don Giovanni o le Nozze... beh è difficile sostenere che sia sottovalutato rispetto a Mozart, teniamo conto che erano praticamente coetanei. La differenza di potere e prestigio forse sta nel fatto che Mozart non piegava la testa a me non frega una mazza nè di Mozart e nè di Salieri. So solo che Mozart lavorava nelle condizioni in cui lavoravano tutti i musicisti della sua epoca. Vediamo di rimettere i piedini per terra e di non vederlo come un romantico ante litteram tutto preso dalla contestazione del sistema. Se Mozart avesse avuto come estimatore Leopoldo II avrebbe piegato la testa e dato anche il c****o, come tutti gli altri Per quanto riguarda i "testi scandalosi" aggiungo solo che molto più rivoluzionario di lui fu Pepusch con la sua Beggar's opera del 1728. Le Nozze di Figaro furono progettate e ideate su richiesta diretta di Giuseppe II, che aveva scopi politico-sociali ben precisi (umiliazione della feudalità decadente e delle gerarchie ecclesiastiche in primis attraverso una rivoluzione "sociale" prima ancora che politica). Dunque nessuna provocazione ma semmai operazione voluta col benestare dall'"alto" in pieno giuseppinismo.
  9. Madiel

    FilmS musicali

    allora perché ti scagli contro gli attuali sovrintendenti-compositori-direttori artistici? anche loro rispecchiano evidentemente i gusti e i desideri degli ascoltatori medi. Laurenti ha bevuto molto stasera
  10. Madiel

    FilmS musicali

    se Salieri era potente e famoso evidentemente piaceva al pubblico dell'epoca, rispecchiava i gusti e i desideri degli ascoltatori medi.
  11. Madiel

    FilmS musicali

    Si salieri incontrò davvero Mozart e, se non sbaglio lo ammirò molto. Non sapevo che l'avversione Mozart Salier fosse frutto di Rimskij-Korsakov, non lo immaginavo proprio. invenzione di Puskin, non di Rimsky-Korsakov
  12. uufffff, non s'interrompe un'emozione sul più bello
  13. ghghghghghghghghgh, lo sapete che sono cattivo per natura IO
  14. certo: sciuman, sciopén (con l'accento perchè era francesizzato ), sciubert.... l'ottocento non merita considerazione neanche nella grafica (esclusi due o tre autori)
  15. ci mancava solo sciuman.....
  16. bravo Herr Doktor !!!!!!!!!!!!! Io e lei siamo fatti l'uno per l'altro ! invece di scappare con cack perchè non fugge col sottoscritto ? Ho un attico con vista sull'isola di Tavolara Ovvìa...io per sputare sul Polacco ho dovuto prima ascoltare tutto quel che ha scritto...lei non aveva ascoltato nemmeno le Ballate... Quanto all'offerta di Sposalizio...beh...stacchi il numeretto! e ci credo che ha dovuto ascoltarselo tutto, Herr Doktor, lei ha una comprensione musicale ridotta e lentissima. Prima di capire l'arcano si è sparato in vena decine e decine di pezzi. Pensi un pò, io ho classificato Sciopén a 15 anni ascoltando i suoi notturni e gli studi. Poco prima il concerto per piano n.1. Da quel giorno mi sono detto MAI PIU' Decisione veloce e senza appello. Altro che sentire Studi, Ballate, Polacche e manfrine varie per anni e anni.... io il gusto di farmi del male non ce l'ho
  17. concordo, anche se per il Sacre preferirei il Boulez primi anni settanta. Aggiungo che l'edizione di Abbado 1981 del Pétrouchka è di assoluta prima grandezza. Idem il Pulcinella del 1975. Questo è il Claudio che mi piace e non lo nego Attenzione...evento degli eventi! Lieber Doktor non faccia ironia e commedia partenopea, ho spesso scritto che Abbado lo preferisco più per il 900 che sul resto Stravinsky è uno dei casi
  18. concordo, anche se per il Sacre preferirei il Boulez primi anni settanta. Aggiungo che l'edizione di Abbado 1981 del Pétrouchka è di assoluta prima grandezza. Idem il Pulcinella del 1975. Questo è il Claudio che mi piace e non lo nego
  19. Lo detesti anche tu? non lo detesto in linea di massima, ha diretto spesso bene e molto bene qualcosa. Però con Stravinsky non va proprio, è preferibile ascoltare Pétrouchka e Le Sacre in altra edizione. E avrei da ridire anche sul Gershwin di Inbal. Non parlatemi di de Waart perchè poi mi girano
  20. mmmmhhhhh.....Haitink mit Stravinsky...... ....mmmmhhhhh
  21. Lei vuol farmi cacciare eh? deve aver firmato il contratto sbagliato
  22. hanno fatto pace e a causa di Sciopén non c'è più religione
×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy