Vai al contenuto

Madiel

Admin
  • Numero contenuti

    22869
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Madiel

  1. E adesso ti becchi questo, visto e considerato che adori Telemann Telemann: Tafelmusik, Ouverture I
  2. Panufnik: Metasinfonia @glenngould
  3. Ha ragione il nostro glenn, vadi @il viandante del sud
  4. Antheil: Sinfonia n.1 "Zingareska"
  5. Conosco solo la musica orchestrale e direi sia un autore interessante, anche se non originalissimo. Molto influenzato da Shostakovich agli inizi, scrisse sette sinfonie che niente devono a Sibelius - assai singolare per un finlandese di quella generazione! I concerti per pianoforte riecheggiano Prokofiev, non conosco quelli per violino. Si tenne lontano dalle avanguardie, ma la sua musica non suona mai arretrata, un compositore eclettico e moderno per essenza, ma con un piede saldo nel neoromanticismo. Nel complesso fu un isolato impegnato politicamente (le prime sinfonie furono ispirate alla resistenza finlandese durante la 2a guerra mondiale). Scrisse poco!
  6. Boh, comunque quel disco Naxos mi pare di averlo ascoltato. In tutta sincerità, per scrupolo ho sentito il pezzo, ma mi pare robaccia. Certo che quelli della Naxos sono incredibili, buttano soldi e tempo a registrare musica di un carneade di nessuna importanza (e che venderà pochissimo visti i presupposti dello stile), quando invece possono chiudere qualche buco del repertorio maggiore. Stasera mi riascoltavo la gran bella 3a Sinfonia del finlandese Englund e notavo che in circolazione esiste solo una incisione, oltre al fatto che questo ottimo compositore è praticamente ignorato dalla discografia.
  7. Direi orrenda, come tutte quelle della serie Boulez-Sony uscite alla fine degli anni novanta-primi duemila.
  8. Beh, posso dirlo senza paura: il peggiore The Planets mai ascoltato in via mia era proprio diretto dalla signorina in questione, provare per credere A mio giudizio direi proprio orrendo (oltre tutto anche arrangiato !), ma non è che altrove con altri autori mi abbia fatto chissà quale impressione A proposito di preparazione, mi è capitato di leggere interventi "critici" di musicisti e addetti ai lavori con tanto di diploma riguardo alla musica, ed è meglio tacere sia sui contenuti espressi che sulle carriere culturali di lorsignori... Il cosiddetto pezzo di carta non assicura qualità a prescindere, però è anche una scemenza tentare di preordinare le opinioni per paura delle critiche negative. Io, comunque, non sono un critico professionista e posso permettermi ancora di dire che tizio e caio fanno schifo Male che vada, mi arresteranno per lesa maestà, ma porterò come discolpa la mia ignoranza Inoltre, non possiedo uno smartphone
  9. Non vorrei sbagliarmi, ma questo pezzo lo avevi già ascoltato e me lo avevi dedicato. Di sicuro l'ho sentito poco tempo fa... Credo che Zador fosse ricordato più che altro come arrangiatore e compositore di musiche per i film, è stato il solito compositore immigrato europeo andato a fare fortuna negli USA negli anni trenta e poi ritrovatosi con un pugno di mosche. Ricambio con la Lulu-Suite da questo cd:
  10. Proprio no! Un compositore che sostanzialmente non mi dice nulla di nulla, un artigiano e niente di più.
  11. Madiel

    Necrologi

    No, l'aveva scritto alla fine degli anni sessanta, il secondo volume mi pare uscito un decennio dopo, all'epoca era già noto. Francamente, non credo sia essenziale sapere se ha scopato con tizio o caio, o sapere che tizio o caio avevano gusti X o Y, oppure altri vizietti nascosti. E' quel genere di testi che servono, più che altro, a definire un contesto sociale, ma che musicalmente non servono a nulla.
  12. Madiel

    Necrologi

    Il suo libro di memorie, mi pare in due parti, è famosissimo in USA. Racconta tutti i pettegolezzi del giro musicale classico gay statunitense a partire dagli anni quaranta, una cosa veramente imbarazzante.
  13. Santo cielo, cosa hai fatto! Di questa roba ne abbiamo parlato qualche anno fa, credo quando uscì il cd. Fece sch... praticamente a tutti coloro che intervennero nella discussione Una esperienza terrificante per me, roba da inserire nell'IPSE DIXIT - e spero di essermi autocensurato a suo tempo
  14. ahia.... Non l'ho ascoltato questo cd, ma ho una certa idea della musica di Ferrero. Vediamo cosa ci dici...
  15. ahahah, spero di no! Non mi ci vedo ad aggirarmi per la casa come uno zombie ascoltando Wagner con la bava alla bocca! ------ Ghedini: Appunti per un Credo (1962) Orchestra della Toscana, Rustioni
  16. Madiel

    Necrologi

    Un compositore che verrà rivalutato molto presto. Piuttosto, rimarrà ricordato per le sue memorie pettegole e i suoi diari ancora inediti.
  17. Scoperto l'arcano della durata lunga di Guyuhmgan: nella edizione del 2007 l'autore ha aggiunto sei minuti di musica in più! Comunque, pezzo ancora più bello nella versione "ingrassata".
  18. A proposito di Herreweghe, mai capito la predilezione che a volte in forum si ha per questo direttore. Perfetto nel repertorio barocco, direi il suo di elezione, ma per lo più insignificante nel resto (ha lavorato anche nel '900). Dopo anni di ascolti il mio giudizio resta invariato!
  19. Evidentemente ha prevalso il no! Molti utenti nel tempo hanno trovato un lavoro, si sono sposati, hanno figliato, in qualche caso sono anche scomparsi. La vita reale ha cancellato la vita del web, com'è giusto che sia. Ricordo ancora il forum com'era nel 2003, quando si parlava solo del genio di Rachmaninov!
  20. Ehhh, ma questa era una presa per il sedere! Uno scherzo in cui ci sono caduti in molti qui in forum, il famoso compositore dimenticato von Rosenkrantz! Con un utente del forum avevamo confezionato anche le copertine di finti cd! 🤣🤣🤣 Torna a galla dallo scarico anche bachetto! La sua bile era dovuta al fatto che trovavo penose le sue composizioni! Tra l'altro, non erano piaciute a nessuno qui in forum e lui ha iniziato a svelenare contro le avanguardie. Tutta colpa di Boulez! 🤣
  21. Direi proprio di no! Pensa che qualche mese fa, a fine estate per l'esattezza, provai anche a riascoltarmi la Mass of Life, considerata il suo capolavoro. Ho tentato, sono sopravvissuto ai primi due movimenti, tutto sommato potabili, ma al terzo sono collassato. Trovo insopportabile la musica "informe", ma è evidente da cosa ascolto che noi due non possiamo essere amici Sostanzialmente, al di là della satira e dell'umorismo, tra i giudizi sopra espressi poco è cambiato da quel tempo. Ho dato altre possibilità a Sibelius, tutto sommato mi è sempre piaciuto, ma confesso che con questo signore ho un cattivo rapporto: troppa distanza tra cuore e ragione.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy