Vai al contenuto

Madiel

Admin
  • Numero contenuti

    21162
  • Iscritto

  • Ultima visita

5 Seguaci

Su Madiel

  • Rank
    Orione e Pleiadi

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Luogo
    Daquì
  • Interessi
    Sesso, automobili e yacht di lusso, vacanze ai tropici

Visite recenti

161989 visite nel profilo
  1. Mamma mia, Silvestrov... povero Giordano! ---- Berg: Sonata per pianoforte op.1 Yvonne Loriod, pianoforte
  2. Zender e Salonen vanno benissimo. C'è poca scelta in questo repertorio, ma per fortuna è di qualità. Ricambio Maderna con Berg: 3 Pezzi dalla Suite Lirica New York Philharmonic, Boulez
  3. Eh, ma sei proprio reazionario !
  4. Questo disco ce l'avevo, comprato due anni fa mi pare. La direzione della 2a sinfonia, a lungo andare, non mi ha convinto proprio, non sopporto quel tipo di suono sottile, arioso, nel repertorio post romantico. Inoltre, preferisco un Mahler più di "pancia". Invece, Stele di Kurtag che accompagna è magnifica, la concezione lucida e cristallina che in Mahler mi dà fastidio qui va benissimo. Edizione nettamente superiore a quella di Abbado con i Berliner. Passabile il Kol Nidre di Schoenberg, ma preferisco ancora quello di Boulez.
  5. Ponce: Concierto del sur, per chitarra e orchestra (1942) Alfonso Moreno, chitarra; Orchestra sinfonica dello stato del Messico, Batiz @il viandante del sud
  6. Nel titolo del video non si può mica scrivere tutto, non ci sta Le cose migliori sono sempre da noi... ---- Chavez: Sarabanda, per orchestra d'archi (1943) idem
  7. C'è scritto nella descrizione del video !
  8. Jimenez: Tres Cartas de México, Suite Sinfonica (1949) Orquesta Filarmonica de la ciudad de Mexico, Batiz
  9. Assolutamente ridicolo! Anche Rituel in memoriam Bruno Maderna, sempre nello stesso cd, è da considerare opera maggiore di Pierino
  10. Pare proprio di sì, con buona pace di Urvizzo (uno dei tre cd che butta via nel famoso video contiene proprio questa edizione)
  11. le apollinee Variaciones Concertantes
  12. Boh ! In disco ricordo solo opere proprie, anche perché la sua attività principale non era sul podio. Ricordo registrati in studio un numero notevole di lavori solo suoi: un paio di sinfonie, diversi concerti e qualche lavoro sinfonico, un paio di balletti, le sinfonie da camera, le maggiori opere liriche e il gruppo delle opéras-minutes e qualche lavoro sparso da camera (suonò pure in Scaramouche). Un corposo lascito di incisioni che vanno all'incirca dai primi anni trenta fino alla fine degli anni sessanta del passato secolo (almeno una cinquantina).
  13. Mi pare sia una caratteristica del Milhaud direttore, in effetti ha lasciato alcune registrazioni molto incisive (ritmo marcato, sottolineatura del tessuto contrappuntistico, evidenza delle dissonanze e contenimento del lirismo dei movimenti lenti). Si nota lo stesso con la 4a, la 8a e la 10a, quest'ultima diretta dal vivo (ce l'abbiamo su Wellesz). Direi siano da considerare il riferimento in questo repertorio.
  14. Un capolavoro, la citarono in forum anni fa! E nessuno, già allora, che faceva il tifo per Lebrecht
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy