Vai al contenuto

Madiel

Admin
  • Numero contenuti

    19054
  • Iscritto

  • Ultima visita

5 Seguaci

Su Madiel

  • Rank
    Extraterrestre

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Luogo
    Daquì
  • Interessi
    Sesso, automobili e yacht di lusso, vacanze ai tropici

Visite recenti

114031 visite nel profilo
  1. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Beh, c'era il contemporaneo Ives, forse il più grande di tutti, ma si potrebbe anche aggiungere un Gershwin, volendo pure un Cowell o un Riegger. Insomma, di grandi la musica americana del primo novecento ne ha avuti tanti. Il disco di Tilson Thomas è ottimo, ma in tutta sincerità trovo inarrivabili Sun-treader e Men and Mountains diretti da von Dohnanyi con la Cleveland Orchestra. Tilson Thomas è sempre un po' ingessato, più rilassato con la Buffalo Philharmonic nella successiva incisione Cbs, ma ho sempre qualche difficoltà a definirlo un riferimento. Gli manca quel tanto di tocco eroico che fa molto pioniere americano. La musica di Ruggles è dura e inesorabile, ma non è sgraziata. L'integrale Cbs ristampata in due cd da Other Minds si trova ancora in giro a due soldi, io l'avevo comprata proprio su Amazon, uno dei miei primi acquisti tre anni fa, a circa 10 euro. Non mi azzardo a commentare Mozart con Boulez, altrimenti mi tocca lodare il primo e insultare il secondo Troppo imbarazzante Ricambio con un accademico proprio secondario (che ne dicano alcuni), oggi scomparso giustamente dalla circolazione Piston: Symphony No.2 Boston SO, Tilson Thomas Ascoltando questa sinfonia, nel gruppo delle famose sinfonie americane del 1943-1944, proprio non vedo motivi per rispolverarla in disco o in sala da concerto. Un po' di romanticismo sospiroso nel movimento lento, qualche tocco neoclassico qua e là che ricorda certi inglesi coevi, però è tutto così generico, non c'è una battuta memorabile.
  2. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    E ora un gigante della musica statunitense Ruggles: Sun-treader Boston SO, Michael Tilson Thomas
  3. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    E si lamenta, caro Viandante ? Allora le mandiamo una caravella di salvataggio!
  4. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    rispetto a quei brutti signori che stavi ascoltando fa la figura di un compositore radicale Le Impressioni dal vero I sono considerate il capolavoro giovanile di Malipiero, direi a ragione. Rispetto a tutta la musica italiana del periodo sono estremamente moderne, l'autore ha percepito fino in fondo la lezione di Debussy, ma senza diventare un epigono. Sono spariti gli sviluppi e le ampie impalcature formali tipiche della musica tedesca, la materia appare all'improvviso, ma ci illumina solo per un attimo. Sono formate da piccoli frammenti dalle sonorità sfuggenti e allusive, l'orchestrazione è morbida e assai flessibile, il tono è per lo più pastorale e malinconico. Niente astrazioni, ma neppure l'influenza della decadenza gallica, sono assenti mollezza e voluttà. Al più, per la loro essenzialità potrebbero ricordare certi bozzetti giapponesi formati da pochi tratti essenziali schizzati su uno sfondo indistinto. Musica che richiede un po' di pazienza per essere apprezzata a pieno, il discorso musicale è come tra le righe. Le successive Impressioni cederanno un poco alla descrizione di fenomeni naturali, diventando quasi pittoresche, spesso caratterizzate da una orchestrazione più piccante. --- Henze: La Selva Incantata ON Montepellier, Leyer
  5. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Henze: Sinfonia n.3 Berliner Philharmoniker, Henze
  6. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Schmidt, rispetto ai vari Pfitzner e Marx, è quasi un signor compositore. Per lo meno, rispetto al primo sapeva tenere le opere sinfoniche sotto un minimo di controllo. Per il resto, autore abbastanza anonimo. Klenau è un falso allarme --- Malipiero: Impressioni dal vero (1910/1911) Orchestra Sinfonica di Roma, La Vecchia
  7. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    azz, sono stato scoperto! Adesso ti devo uccidere!
  8. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Concordo, molto bello anche il Preludio! Credo sia un lavoro tardo e autonomo dalla scena, mai impiegato in un'opera lirica. Un chiaro esempio delle potenzialità espressive dell'autore. Ricambio con Leigh: Concertino per clavicembalo e orchestra d'archi (1934) London PO, Braithwaite, Pinnock
  9. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    peggio che trash, è inclassificabile sotto ogni aspetto Dieci milioni di visualizzazioni, segno che ormai la fine dell'umanità è vicina... Schreker è godibile anche fuori dalla scena teatrale, dove a volte è un po' stucchevole nelle sue morbosità gratuite, tipicamente vittoriane. Scriveva con competenza e aveva una certa ambizione, così che diversi intermezzi e ouvertures godono di vita propria (anche grazie all'autore, che li usava per diffondere le opere complete). Gradisco molto il Nachtstuck. Riguardo a Berwald: non lo conosco molto, ma in quel poco ascoltato (le sinfonie) non vi ho mai ravvisato niente di veramente moderno o memorabile. Più aria fritta che sostanza.
  10. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Constant Lambert: Pomona (1926) English Chamber Orchestra, Norman Del Mar --- Stasera mi è capitata una disavventura. Cercavo delle cose su youtube, quando il sistema mi ha consigliato questo video di uno (per me) sconosciuto tizio ho avuto un mezzo accidente entro i primi cinquanta secondi
  11. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Qualche cosa si può fare, perché la musica non viene fuori dal nulla. Almeno le analogie con i compositori coevi sono lecite perché Ives viveva nel suo tempo e, per quanto fosse proiettato nel futuro - o meglio, in un suo universo ideale -, non scappava a certe dinamiche storiche o sociali del mondo occidentale. Bisogna solo contestualizzarle. Nella Scuola di Boston non troverai tracce di originalità. I suoi componenti volevano solo riallacciare un discorso solido e continuo con la musica europea post brahmsiana, la modernità come categoria estetica e creatrice non faceva parte dei loro orizzonti intellettuali. Anche le influenze popolari sono evanescenti e molto educate, al massimo possono essere considerati come dei buoni classicisti accademici, ma niente di più. --- Questo è per i fanatici di Scriabin
  12. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    E tu pensa agli organici demenziali con le implicazioni sonore e armoniche che derivano, come From the Steeples and Mountains (1901 ca.). Se si osserva in un'ottica europeo-centrica, sembra proprio provenire da un altro mondo. Eppure, non tutte le opere del primo Ives sono sempre frutto di precisa volontà dell'autore. A volte, nascono dalle circostanze, come l'organico stranissimo della cantata The Celestial Country (1899 o 1900), dovuto a una commissione. L'esecuzione era stata affidata a un gruppo amatoriale, così l'autore fu costretto ad arrangiarsi alla buona. Perfino in lavori così, Ives riusciva a ottenere qualcosa di originale, o per lo meno d'interessante.
  13. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    E, naturalmente, ci sono gli americani. Ives faceva già cose strane nel 1895, ma è un altro (nuovo) mondo
  14. Madiel

    Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    C'è però da dire che il ripiegamento verso organici più ridotti, o per meglio dire verso sonorità più limpide, era già nell'aria in Francia e altrove verso il 1908/1910. Già Mahler scriveva dal 1900 sinfonie sterminate e di lunghezza bruckneriana, ma estremamente diversificate nelle sonorità, spesso impiegava pochi strumenti per gli effetti più strani. Lo stesso faceva Busoni, che in più raramente scriveva per orchestre gigantesche. Il wagnerismo si stava consumando e già si intravedeva una nuova era, ma questo non significa che venisse per forza rinnegato. Un caso interessante è proprio quello di Holst, che attorno al 1908 scriveva il suoi primi cori tratti dal Rig Veda, o altri pezzi con organici piccoli e dalle sonorità diafane, ma che parte senz'altro dall'armonia wagneriana e ha una certa difficoltà ad abbandonarla fino al 1919 circa.
×