Vai al contenuto

Ives

Members
  • Numero contenuti

    8238
  • Iscritto

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

I successi di Ives

Turbo user

Turbo user (12/21)

  1. Ives

    Necrologi

    Ossignur, RIP. Grande Maestra della coloratura e ottimi mezzi tecnici. Eccellente in Mozart e Strauss. Grande Gilda con Sinopoli, anche. Poi tentò pure la strada del Belcanto.
  2. Autore che Bruckner mi pare apprezzasse, soprattutto per la musica sacra. Faceva un barocco architettonico e contrappuntisticamente eclettico. Decisamente accademico.
  3. Ives

    Hurwitz & co.

    https://www.prestomusic.com/classical/articles/4298--presto-music-classical-podcast-episode-23-wilhelm-furtwangler-with-rob-cowan-david-hurwitz
  4. Villa-Lobos Choros n. 10, "Rips The heart" (Rasga o Coração) BBC Singers - New World Symphony Orchestra Michael Tilson Thomas
  5. Ives

    Hurwitz & co.

    Eccolo 😁
  6. Ives

    Hurwitz & co.

    La Missa Solemnis beethoveniana. Opera gigantesca per dimensioni e ispirazione, anche in relazione alla precedente messa dell'autore, di fattura artigianale, è un capolavoro di difficile approccio, che tende ad alternare in forme complesse e che si estendono a dismisura, il rimando alla polifonia classica (bachiana, handeliana e palestriniana, ma trattata con impeto e furore mai sentiti prima) e uno stile moderno fatto di una religiosità intima e sofferta, espressa in un linguaggio nutrito di corali e di Lied, su base essenzialmente armonica. Le migliori versioni in disco. C'è anche il vecchio Toscanini (RCA) e un live a Cleveland di Szell praticamente introvabile. Zinman è una "truffa", audio scadentissimo e tempi eccessivamente schizoidi. Rilling (Haenssler) discreto.
  7. Handel Siroe, Re di Persia HWV 24 / Act 2 - Gelido in ogni vena Ildebrando D'Arcangelo - basso Modo Antiquo - Sardelli Uno dei punti culminanti e degni di nota di un'opera assai mediocre e minore di Handel.
  8. Ives

    Hurwitz & co.

    La Warner l'ha pagato...
  9. Ives

    Hurwitz & co.

    Il grande box Warner dedicato alla musica rinascimentale. Tanto Josquin ma non solo. Josquin era la più grande "star" della scuola franco-fiamminga di musica liturgica e aveva Lutero tra i suoi ammiratori più appassionati. Di fatto, vita e morte, celebrazione e passione, tutto è comunicato con chiarezza assoluta in esecuzioni complessivamente di buon livello.
  10. Ives

    Hurwitz & co.

    Quando i direttori non danno quello di cui avrebbe bisogno un pezzo, in termini di splendore ed eccitazione sonora. L'esempio del Macbeth straussiano.
  11. Vecchia copertina anni '80 della Chandos, con la stupenda Carole Farley. Moglie di José Serebrier.
  12. Ives

    Hurwitz & co.

    Ancora eredità Markevitch: il cofanetto della Scribendum con 21 CD. Molte cose sono già nei più editorialmente rifiniti cofanetti Eloquence, a cui si aggiungono varie cose live e rarità assortite (almeno 3 dischi titolati "The Concert Hall Recordings"). Il contenuto qui:
  13. Ives

    Hurwitz & co.

    Vero, anche se lo specifica Hurwitz, soprattutto su Gerhard. Ma anche Shosta su quelle sinfonie non credo abbia avuto in mente Sibelius e chissà se lo conosceva all'epoca. Credo che Hurwitz faccia solamente un discorso di associazione formale, come a sintetizzare il tutto in un unico movimento. Su autori USA e UK influì molto anche la tradizione esecutiva sibeliana in quei paesi, che è tuttora molto sviluppata. Le prime due sinfonie di Beethoven. Totalmente sottovalutate dai grandi direttori del passato, sono invece due gioielli di umorismo musicale e costruzione formale, già ampiamente beethoveniani, veri anelli di congiunzione con Haydn (con qualche spunto mozartiano): ampiezza, abbondanza di materiale tematico, dinamiche contrastate, vena umoristica che però ha ben poco di settecentesco. Le migliori versioni in disco. Bene Mackerras e Dausggard, ma posto i miei riferimenti...
  14. Sibelius Symphony No. 7 Op. 105 Iceland Symphony Orchestra Petri Sakari
  15. Ives

    Hurwitz & co.

    Dopo la Settima di Sibelius. Autori che, chi più chi meno, si sono ispirati o sono stati influenzati dalla sinfonia più originale per struttura e germinazione tematica, del grande compositore nordico. Da Barber a Englund, da Hartmann a Hanson, da Shostakovich a Tippett....consigli per gli ascolti.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy