Vai al contenuto

KingOfTheClarinet

Members
  • Numero contenuti

    572
  • Iscritto

  • Ultima visita

Risposte risposto da KingOfTheClarinet

  1. salve a tutti! vorrei prendere un libro che mi aiuti a riscaldare lo strumento.. degli esercizi da fare ogni giorno prima della lezione!! dal legato allo staccato.. note lunghe ecc.. vorrei un libro perché ho difficoltà ad organizzarmi lo studio! grazie

    Vade Mecum

  2. A parte la dubbia utilità di un puntale che serve esclusivamente per tenere lo strumento e non credo che influisca sul suono,la cosa di cui sono estremamente certo, è che il nome dello strumento in questione è CLARINETTO... Il Clarino è uno strumento appartenente alla famiglia degli ottoni!


    Comunque tornando al Topic, io sapevo che il puntale nel basso servisse solo ed esclusivamente ad appoggiare lo strumento a terra e alzarlo o abbassarlo a seconda della stazza del musicista! Poi boh.


  3. Comunque mi sono informato con il mio maestro e dovrei fare il corso pre-accademico intermedio o avanzato...forse per questi livelli non è indispensabile lo strumento professionale, che ne dite?

    Demy basta girarci intorno! Se hai voglia di comprare il nuovo semiprofessionale prendilo! Non muore nessuno! Però sappi che tra un po' di tempo sentirai l'esigenza di cambiarlo per un professionale! Prova qualcosa e decidi!

  4. Capito...invece l'R13 che è la versione più economica dei modelli professionali della Buffet ci potrei terminare il conservatorio?

    L'R13 secondo me è un clarinetto che funziona meglio dell'RC! Io lo preferisco! E lo trovo molto più bello, avendo comunque una cameratura più larga dell'RC

  5. Sono completamente d'accordo con ciò che ha già scritto Maestro! Aggiungo solo che vista la situazione se proprio devi comprare uno strumento nuovo punta allo yamaha 650! A parer mio migliore del buffet in tutti i fronti! Sopratutto nel registro di gola! Le note sono molto più omogenee

  6. Grazie per risposte, domani vado a comprare l'M30, quindi dovrei pure comprare la relativa legatura, voi me ne consigliate qualcuna in particolare? E' molto importante nel complesso del bocchino? Grazie

    Io ti consiglierei una fascetta in metallo, per una miriade di motivi.. Uno dei più validi è il fatto di essere una fascetta che tiene ben salda l'ancia e che non si allenta andando avanti nel tempo e poi fornisce un suono più brillante e più potente, quindi con l'M30 è una fascetta a parer mio perfetta!

  7. Ciao, grazie per la risposta, allora il bocchino e la fascetta sono quelle originali della buffet, lo strumento è tutto di serie! Quindi hanno 10 anni. Così l'unico modo per migliorare questo strumento è cambiare il bocchino giusto? Il bocchino sicuramente lo compro, anche perchè se in un ipotetico futuro, compro il Patricola, mi servirà. Tu cosa mi consigli allora? M30 o B40? Magari ho la fortuna di trovare un B40 buono come il tuo...O C'è qualche altro modello? In linea di massima, tanto per saperlo, a cosa serve cambiare barilotto e campana? Ti ringrazio e complimenti per il tuo Patricola, t'invidio!

    Secondo me, se hai la possibilità di provarli sarebbe meglio, sennò compra direttamente l'M30 "Suono scuro, staccato un po' più pronto ma meno volume sonoro" o il B40" staccato un po' più ostico suono più brillante e un po' più di volume" Se decidi di prendere il B40, prendi la versione Profile 88 Serie 13, secondo me tutt'altro mondo!

    Anche io suono Patricola, e ti assicuro che c'è una bella differenza con uno strumento da studio. Cambiare il barilotto ti potrebbe far sembrare lo strumento un pò più facile da suonare e leggeremente più sonoro, la campana potrebbe migliorare un pò le note basse, ma come ti ha già detto King, si tratta di lievissime sfumature. Ti consiglio di tenerti i soldi da parte e più avanti prenderti un Patricola. Per quanto riguarda il bocchino invece l'M30 è un'ottima scelta, anche il B40 va bene, però è leggermente più difficile da gestire, il B40 ha un ciglio abbastanza largo che non aiuta nello staccato e negli attacchi, inoltre essendo un pò più aperto dell'M30 e avendo una camera diversa richiede un pò più fiato ed è più difficile ottenere delle sfumature in termini dinamici, ha il vataggio però di avere un pochino di volume in più.

    Quoto in pieno!

  8. Mi dispiace dirtelo ma uno strumento da studio non si può migliorare in niente, cambiare barilotto e campana "Barilotto Backun 200 EURO, Campana Backun 500 euro" non comporterebbe nessun tipo di vantaggio, poiché vanno a modificare leggerissime sfumature su strumenti professionali, e comunque talvolta peggiorano la situazione! Io avevo un Tosca e con i Barilotti Backun non si poteva ascoltare!


    Gli unici barilotti " fa anche campane ma non le ho provate" che mi hanno leggermente,LEGGERMENTE migliorato il Tosca sono i mazzocchitti che comunque non ho comprato poiché circa 7 mesi fa ho acquistato una coppia di Patricola in legno di rosa!


    Parliamo di cose serie: IL BOCCHINO!


    Cambiare il "Bocchino attuale" con un M30 comporterebbe dei benefici sostanziali solo se stessi utilizzando un bocchino Buffet!!


    Secondo me l'M30 è un bel bocchino che ha un suono più scuro del B40. Io utilizzo maggiormente un B40 88 13 solo ed esclusivamente perché sono stato fortunato ad averne trovato uno che funziona davvero bene, ma il mio M30 lo tengo sempre come bocchino di riserva! Se suoni un B40 non credo troverai più giovamento a cambiarlo!


    Che bocchino fascetta e ance utilizzi??


    Quanti anni ha il bocchino??


    Marco


  9. Io sono comunque del parere che dovresti prendere uno strumento professionale usato! Richiede poca manutenzione, è uno strumento con cui puoi far tutto e non lo dovrai mai cambiare perchè potrebbe rendere poco, cosa che invece potrebbe succedere con l'E13.


    Se suoni in banda, secondo me poi uno strumento nuovo anche se semi professionale, si potrebbe rovinare di più e ti prenderesti solo di collera.


    Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale!Usato professionale! :)


    e comunque aggiungo che tra E13 e yamaha 650 è da preferire lo yamaha!


    Anche se la buffet ha una lunga tradizione, la yamaha con tutti i fondi che possiede, è riuscita a creare degli strumenti davvero niente male "parlo della fascia medio- bassa" personalmente ho provato clarinetti sopra il 650, ma erano dei strumenti di qualche anno" più di qualche anno" e non mi sono piaciuti in niente, sia sib che la! " Yamaha SE - Custom SE" d'altro canto lo yamaha 650 era davvero un bello strumento, ma comunque aveva qualcosa in meno di un Generico Professionale!


  10. Ciao, io, come anche Maestro suonavo un clarinetto Buffet " A dire il vero lo suonicchio ancora" poi, parlando e riparlando sono andato a provare i patricola... Beh che dire? Davvero i migliori strumenti che io abbia mai provato!! Ho preso la coppia in rosewood, che tutti mi invidiano per la facilità e il suono limpido!! Ti posto un link di mercatino musicale dove un negozio vende un Patricola usato, anche se un po' vecchiotto, hai la fortuna di poterlo spedire in fabbrica e di farlo aggiornare, quindi farlo diventare uno strumento attuale, completamente gratis" A parte campana e barilotto che si pagano"


    http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_clarinetto-sib-fratelli-patricola-professional-come-nuovo_id3231057.html#pics


    E poi non so.. Per come sono fatto darei un occhiata anche a questo!


    http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_selmer-clarinetto-modello-recital-in-sib_id3058396.html#pics


    Poi rc- prestige r13 festival. vedi tu insomma ^^


    Marco :pardon:


  11. Come ti ha già detto Maestro, se vuoi imparare come si deve e non avere problemi, devi puntare su questi modelli!


    http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_yamaha-ycl-250-clarinetto_id1386672.html


    http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_yamaha-ycl-450n-clarinetto_id3152151.html


    http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_buffet-crampon-a-paris-b-10_id3197089.html


    http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_clarinetto-sib-buffet-crampon-b12_id3196975.html


    Questi sono i migliori clarinetti di fascia bassa, ad eccezione dello yamaha 450 che è un intermedio!!


    Se hai la possibilità, prendi un 250 anche usato! Sono dei clarinetti resistentissimi!!!


    Io ho cominciato con quello, e c'è l'ho da 6 anni! Tutt'ora funziona e lo uso in banda, e con tutta la pioggia che si è preso, non ha mai avuto bisogno di revisioni ne di cambiare tamponi!! :)


    Grassi, Floret o rolings.. Durano 4 mesi e poi li puoi buttare!!

  12. Allora, premettendo che non ha senso quello che ha detto il tuo Maestro, sei liberissimo di scegliere qualsiasi strumento tu voglia suonare, basta che dedichi anima e corpo allo studio dello stesso! Il fatto di avere le labbra carnose non ti impedisce di studiare e apprezzare il clarinetto " Io ho le labbra molto carnose e sopravvivo comunque :) "... E come dire, se non hai ogni dito che è mezzo metro non puoi suonare il pianoforte!! Stranamente tutte le pianiste che conosco hanno le dita lunghe la metà delle mie! Digli chiaro e tondo al tuo Maestro che vuoi studiare il Clarinetto, se si oppone cambialo immediatamente. Si possono raggiungere molti traguardi, anche se hai la bocca da trombettista!! ahaha E comunque, tanto per la cronaca, Alessandro Carbonare e Gabriele mirabassi " Due artisti del clarinetto di fama internazionale, non hanno proprio le labbra fini" :)



    Marco :rolleyes_anim:


  13. Io direi che sono mezzo e mezzo!


    Ho un licostini 5g in carbonio ed è un bellissimo becco! L'unica pecca è che essendo "aperto" le ance da utilizzare stanno sulle 2.5 massimo 3 e questo mi fa perdere un po nel suono! Se dedicassi dello studio a questo becco e perciò riuscissi a montare le 3.5 sarebbe il becco dei miei sogni! Per ora sono stabile con un b40 13 88


  14. Gioele, un buon clarinetto è un buon clarinetto. Nella realtà non esiste il clarinetto più adatto al jazz che alla musica classica.

    Quindi in base al tuo budget puoi solo cercare uno strumento solido, intonato e con una risposta timbrica che senti a te congeniale. Il resto del lavoro sta a te. Se non vuoi spendere troppo e avere un strumento di ottima qualità ti posso consigliare di provare gli Yamaha 450 e 650. Allo stesso prezzo degli Yamaha nuovi puoi trovare ottimi strumenti usati, ma verifica che lo stato degli stessi sia buono. I Buffet a 21 chiavi e i Selmer s9, s10 li trovi tranquillamente con 7-800 eu.

    E comunque non è assolutamente vero che nel jazz si sono sempre usati clarinetti Selmer. Io lavoro principalmente in contesti differenti dalla musica classica, suonando clarinetto e sax e ti posso dire che la varietà nelle scelte dei clarinettisti jazz non manca ne è mai mancata.

    Poi, indipendentemente dal linguaggio musicale che intendi coltivare il suono sullo strumento va sviluppato. Suonare il clarinetto in contesti diversi dall'orchestra non dovrebbe significare superficialità nella cura di quello che si fa, cioè non è che chi studia musica classica debba mirare al bel suono e chi studia jazz no. Che poi vaghino nelle bettole di periferia sedicenti "jazzisti" intenti a masturbare i propri spernacchianti legni è cosa trascurabile, ed esempi analoghi non mancano del resto nemmeno nei nostri conservatori. Ma, appunto,il suono lo fai tu, rispetto allo strumento da acquistare puoi solo orientarti verso quello che può in qualche modo renderti più agevole e divertente la tua ricerca e il tuo tentativo di progredire. Insomma, prova più strumenti che puoi e segui quello che ti dice l'istinto.

    Da che mondo è mondo, i clarinetti più usati e gettonati erano i selmer serie 9 e serie 10!! Si preferivano all'rc proprio perché avendo la cameratura più grossa potevi sfruttare di più il suono! Ma comunque è possibile fare dell'ottimo jazz con qualsiasi clarinetto! Il lavoro lo fa il musicista!
  15. Devo aggiungere un ultima ma importantissima cosa... Quando presi la mia coppia provai anche il piccolo Patricola, sempre rigorosamente in legno di rosa... Ho lasciato davvero un pezzo di cuore in questo piccolo grande strumento... Meraviglioso davvero! Bassi profondi, note alte facilissime da far uscire! Fate conto che non avevo mai provato un piccolo in vita mia, studio da 5 anni, e li per li lo provai con un ancia a cavolo e un Pomarico in cristallo... Beh sono riuscito a far uscire senza nessunissimo problema anche le note più acute, ostiche nel soprano! Davvero una grande famiglia! Grandi persone! La cura e l'amore che mettono in ogni strumento come se fosse un figlio si avvertono non appena si fa uscire la prima nota! Sono un semplice studente di conservatorio, e onestamente non so neanche a cosa mi possa servire il piccolo in mib, ma fatto sta che non appena avrò i soldi in mano, la prima cosa che farò sarà prenotare il viaggio per milano linate, e il treno per Tortona, dove mi aspetta un altra incredibile giornata all'insegna del divertimento, della spensieratezza e della simpatia e maestria della famiglia Patricola!


    Marco


  16. Ragazzi, ormai non ci sono più dubbi! Patricola è il top! Sono stato in fabbrica il 28 con "Maestro" e come sempre gentilissimi sono venuti a prendere me e la mia famiglia alla stazione di tortona,appena arrivati ci hanno accompagnato a mangiare e siamo saliti in fabbrica! Anche se il tempo era poco, mi si sono presentati davanti: 1 strumento in rosewood con le chiavi dorate, 5 sib in rosewood e 5 la in rosewood e 2 coppie in ebano! Non ero partito con il presupposto di doverli prendere anche perché gli unici Patricola che abbia mai provato erano tutti in ebano.Comunque, comincio la prova, il primo strumento che provo è un sib in legno di rosa... Dalla prima nota con questo strumento, ho capito che dalla fabbrica non sarei uscito senza una coppia! Sotto la guida attenta di Marco, riusciamo a diminuire sempre di più il numero degli strumenti, fino a trovare il sib perfetto! Con il la, la cosa è stata molto più semplice! Ho trovato il migliore strumento al primo colpo! Uno strumento che cantava! Un legato pauroso nelle note basse... Il suono che si proiettava con una facilità impressionante, il peso inesistente dello strumento, rendevano il La in legno di rosa uno strumento meraviglioso! Subito dopo aver preso i miei strumenti, ho scelto i barilotti, e ho preso 64-65-66-67!Ho dato una rapida soffiata con i barilotti, perchè andarli a scegliere avrebbe creato troppa confusione..... quindi... DOPO i barilotti mi sono state messe davanti una marea di custodie, tra bam, patricola,"custodie speciali" singole doppie e triple, scelgo due bam, una singola e una doppia per i miei strumenti!Dopo aver pagato facciamo un brevissimo giro della fabbrica, e vedo e tocco realmente le montagne di legno che viene messo a stagionare per 13 anni, nelle sue fasi di lavorazione.Dopo, gentilissimo come sempre Angelo ha accompagnato me e la mia famiglia di nuovo in stazione.Sarei voluto rimanere di più dai Patricola, ma sfortunatamente eravamo troppo in ritardo! Posto qualche foto: 93558610200724875157621.jpg58031710200724876517655.jpg Marco


  17. Nuovo o usato? La varietà è tantissima! Per il jazz si sono sempre usati i selmer , ma è vero che il suono lo fa il clarinettista e il bocchino più che lo strumento! Quindi io consiglierei Patricola! Ottimi strumenti,ottima meccanica e la capacità di plasmare il suono a tuo piacimento con molta facilità!

  18. Alla faccia! Il poggia pollice kooiman utilizzato anche da carbonare, che trasferisce il peso dello strumento su tutto il pollice e mano destra invece che solo sull'ultima falange del pollice non costa poco! Ci aggiriamo sui 300 euro più montaggio, che non è una passeggiata visto che per montarlo serve praticare due buchi in più a strumento "finito" non proprio pratico! Secondo me un aggeggio del genere ha un suo scopo quando si suona magari un recital in la con chiave di risonanza, o anche un recital normale, che comunque pesa tantissimo! Ma nei clarinetti normali è solo un rischio montarlo visto che possono insorgere crepe dovute ai buchi praticati sullo strumento! Un buon collarino da 8 euro sistema le cose!! A presto!

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy