Vai al contenuto

KingOfTheClarinet

Members
  • Numero contenuti

    572
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di KingOfTheClarinet

  1. Se tutto è montato correttamente evidentemente con le labbra stringi troppo e l'ancia si chiude non facendo passare l'aria! Ma non hai un maestro che può seguirti? Comunque se il problema è questo cerca solo di non stringere!
  2. Ciao, non conosco la marca Opus, però so che esistono dei modelli della marca Leblanc che riportavano come nome proprio OPUS. se posti qualche foto del pezzo superiore dove è scritto il modello sapremo sicuramente aiutarti meglio! Ciao
  3. Non credo che esistano esercizi per allenare le labbra alla pressione del clarinetto. Penso che la cosa migliore siano le note lunghe, fatte anche solo per 10 minuti al giorno ristabiliscono davvero la resistenza che serve per suonare. Bisognerebbe trovare un aggeggio che simula perfettamente il becco del clarinetto, io personalmente conosco l'esistenza di questi aggeggi, ma sono più per i trombettisti.
  4. Ciao, Allora, il bonus si riferisce a uno sconto pari al 65 per cento del valore dello strumento in questione, fino ad un massimo di 2500 euro. Ad esempio se tu dovessi comperare uno strumento di 4500 avresti 2500 Euro di sconto pieni, proprio perché i 2500 rientrano nel 65 % del valore dello strumento, mentre se dovessi comprare uno strumento di 3000Euro circa lo sconto sarebbe bari a 1890 euro circa, proprio perché il 65% del valore dello strumento si attesta intorno a questa cifra, quindi dovresti aggiungere il restante. Il sito della Ripamonti è questo, @http://www.la
  5. Ciao, a parte che non sono mai stati i clarinetti migliori di tutti, anche perché non esiste un clarinetto che ha annullato tutti i difetti dovuti al tipo di cameratura che il questo tipo di strumento comporta. A mio parere ti converrebbe andare da Daminelli a Bergamo ed andarti a scegliere un ottimo buffet. Rc e Rc prestige in particolare, sono davvero ottimi. Ti dico daminelli solo perché essendo un negozio particolarmente grande avresti più scelta, ma comunque puoi provare buffet in qualunque negozio di musica che tratta clarinetti. Sennò se proprio vuoi rimanere sugli itali
  6. Ciao e benvenuto. Leblanc è una marca di Clarinetti e non un modello specifico, ne facevano tanti, quindi dovresti farti consigliare anche il modello! Da quello che so ormai la Leblanc è stata acquisita dalla Conn-Selmer e non produce più i clarinetti di una volta!
  7. Ciao, e ben arrivato! Se posso darti un consiglio, secondo me dovresti mettere da parte un budget un tantino più consistente, e prendere uno yamaha! in particolare, per cominciare i modelli che hanno un ottimo rapporto qualità prezzo sono i YCL250E e YCL255E. Il 255 è semplicemente un evoluzione del modello 250, quindi il mio consiglio è di orientarti sul 250 che costa di meno essendo stato soppiantato dal 255 e che comunque suona molto molto bene! Io ho preso il mio primo clarinetto all'età di 11 anni, e fu lo Yamaha YCL250E che tutt'ora possiedo! ora ne ho 19, quasi 20 e tutt'ora,
  8. Ogni strumento può avere dei difetti, per questo è sempre bene provarli e scegliere dopo un attenta analisi! Non so quanto sia grave il problema da te descritto, ma sicuramente qualcosa si può fare! Vai da un riparatore COMPETENTE e magari insieme cercate di trovare una soluzione! Possibilmente sarà una cosa da niente, come i tamponi che non aprono abbastanza in quelle determinate chiavi, e quindi l'aria quando esce va a sbattere con troppa forza in quei tamponi producendo i sibili che descrivi! Esistono anche tantissime posizioni per "Sistemare" le note dello chalumeau, però s
  9. Innanzitutto non è un clarinetto basso in mib ma un clarinetto basso in sib discendente al Mib. Uno dei becchi più utilizzati per basso, come anche per il sib è il B40! Che va benissimo in ogni caso, e hai la certezza che funzioni in maniera ottima! I pomarico sono artigianali e ognuno suona in maniera diversa quindi non te li consiglio! Andrebbero provati e selezionati.
  10. Alla fine quindi presumo tu abbia preso Yamaha!!!
  11. In fabbrica sfortunatamente c'è poco da fare confronti! Dai Patricola la sala ha così tanto eco che sembra di stare in una chiesetta! Non capirai molto. Ti auguro di scegliere cosa sia meglio per te!
  12. Assolutamente Yamaha"Solo con questi nuovi modelli" Io ho avuto Patricola " Una coppia in legno di rosa" e secondo me non c'è paragone.
  13. Tra il Patricola e i nuovi Yamaha non c'è assolutamente paragone! I nuovi Yamaha hanno un bel suono, un ottima meccanica il legno è molto bello e sono intonatissimi. i Csgiii sono strumenti molto riusciti e i nuovissimi Master Model sono ancora meglio!
  14. Nei becchi in Cristallo vanno molto bene le V12 "No Blu No Rue La Pic e no V21"! Molti utilizzano le ance di plastica che sembrano andare particolarmente bene con il Wizard, ma comunque le migliori ance da utilizzare nei bocchini di cristallo sono proprio le Pomarico! Quando suonavo cristallo prendevo anche le ance da loro e andavano tutte PERFETTAMENTE!
  15. Secondo me i Patricola sono dei clarinetti abbastanza buoni, ma non al livello dei Buffet e Selmer veramente riusciti! Quelli sono un altra cosa! I Patricola in linea di massima sono tutti molto intonati e omogenei, ma peccano di poco suono, una meccanica troppo leggera e poco compatta sotto le dita, e di un suono che tende a diventare un po stridulo, e questo non lo dico io, ma tutte le persone che lo hanno acquistato e che ora non lo hanno più! Se fosse davvero un clarinetto perfetto credo che nessuno si sarebbe anche solo sognato di venderlo! Anche io lo acquistai e a primo acchito sembrava
  16. I Patricola stufano dopo poco! Li ho avuti e venduti dopo un anno rimettendoci praticamente il 50% del valore perché non li vuole nessuno. Di Selmer non esiste solo il recital! Il Seles e il privilege sono molto leggeri e molto tradizionali! Ora la buffet ha lanciato un nuovo RC che mi sembra davvero un gran strumento! Ho provato un clarinetto in la della nuova serie ed è bellissimo, nulla a che fare con i vecchi! Strumenti molto curati!!" Forse la buffet ha finalmente capito che da un po stava producendo solo porcherie! Come Yamaha il nuovo modello csgiii è di gran lunga superiore ai vecchi e
  17. O prendi un buffet o prendi Selmer! Sono le due Marche migliori per ora sul mercato! Io ho optato per Selmer, che di recente ha presentato un nuovo clarinetto chiamato Seles che non è niente male, è nuovo dovrebbe stare sui 2200!
  18. Con 800 ti consiglio un usato! Puoi vedere cosa c'è in internet! Ci sono gli Rc sia 17 chiavi che completi e i selmer un po datati ( serie 9-10 ecc)
  19. In caso prova a levare la plasticover e utilizzare un ancia più tenera e sopratutto di legno! Dovrebbe andare sicuramente meglio'
  20. Sfortunatamente non so risponderti, ma comunque puoi dare un occhiata alle pagine 11 e 12 del libro di Adriano amore : Il clarinetto in Italia nel primo 900. Si trova in internet gratuitamente! C'è una spiegazione del sistema e anche delle foto illustrative! Comunque un congegno simile se non erro è stato realizzato dalla Selmer con il sistema mazzeo che mi pare molto simile! Buona ricerca!!
  21. Continuo comunque a non essere d'accordo con te su vari punti!Un clarinetto in la sarà sempre più duro di un sib e per questo moltissimi strumentisti cercando di ovviare a questo "inconveniente" montano un barilotto di marca diversa, o montano un ancia più semplice con una legatura che fa vibrare di più l'ancia, o in casi dove lo strumento è davvero duro è consono tamponare lo strumento in gorotex poiché essendo un materiale che assorbe pochissimo il suono fa vibrare di più il tutto. Dici che i barilotti vanno cambiati solo se si ha un "grave problema di intonazione"e che quindi si ottiene com
  22. Ah un ultima cosa, se il discorso dell'ego fosse riferito al mio nickname che utilizzo qui, come puoi andare a verificare all'interno del mio profilo ho creato questo account circa 5 anni fa, quindi quando avevo 12 anni, penso che una cosa del genere ci possa stare considerando l'età.Scusa Maestro per l'off topic.
  23. Scusa se te lo dico, ma un ragionamento del genere non ha molto senso!Il cambiare strumenti ricercando determinate caratteristiche non credo sia una malattia o come la definisci tu o il tuo "amico-clarinettista-psicologo" feticismo dello strumento! È semplicemente avere in mente delle determinate caratteristiche di suono che accompagnate a dello studio concreto e ad uno strumento specifico possono essere raggiunte, è palese che con la stessa ancia bocchino e fascetta non si ha lo stesso suono suonando Patricola e poi suonando Recital! Uno strumento non è per tutti,quindi è bene ricercare lo s
  24. Beh, il tempo passa, i gusti cambiano e anche le esigenze di uno strumentista! Prima di prendere i Patricola avevo un Tosca, che ho cambiato con i Patricola perché mi veniva uno strumento troppo Facile da suonare e volevo uno strumento più duretto! I Patricola andavano bene, poi con il tempo anche loro sono diventati Semplici! Sarà perché avrò cominciato a soffiare più forte, sa che si saranno sfogati, alla fine non mi hanno più soddisfatto! Secondo me possiedono meno suono di un Buffet o di un Selmer anche se qualitativamente non è brutto! La meccanica è sempre leggerissima! Cioè, qua
  25. Vendo come da titolo Patricola sib legno di rosa! Info su questo annuncio su mercatino musicale http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_vendo-clarinetto-patricola-in-sib-legno-di-rosa-rosewood_id3825048.html
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy