Vai al contenuto

giacon_it

Members
  • Numero contenuti

    9
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su giacon_it

  • Rank
    Nessuno (per adesso)
  1. Essendo padovano, ho avuto modo, mentre studiavo organo , di assistere a molti concerti di padre Pio Nocilli. L'ho sempre ritenuto un grande interprete della musica organistica romantica ( Guilmant era uno dei suoi cavalli di battaglia, per non parlare di Widor) mentre ho sempre avuto qualche perplessita' nell'interpretazione di Bach e della musica barocca in generale. Essendo io piuttosto "tettesco di Cermania" , prediligo le interpretazioni alla Walcha, mentre padre Nocilli utilizzava registrazioni un po' poco filologiche. Forse anche l'organo di S Giustina non e' particolarmente adatto alle
  2. Preferito Helmut Walcha secondo : Michel Chapuis Sara' che sono "venuto su" ascoltando la sua integrale dell'opera del Maestro, ma mi piace soprattutto per la fantasia nella registrazione Qualche altro estimatore di questo interprete ?
  3. scua te , mi e' scappato il post. Il "rigatino" era quasi considerato oro e quando lo tagliava mi zio ci metteva un' attenzione a livello chirurgico. Ma credo che il segreto per costruire dei buoni strumenti fosse la passione e l'inventiva. In tempi in cui l'elettronica era una bestia sconosciuta , costruire una memoria permanente a relay non era un'impresa semplice. Ricordo benissimo che mio zio me ne fece vedere una a cuore aperto sopra il pavimento della bottega e la provai memorizzando le varie combinazioni e poi togliendo piu' volte l'alimentazione per vedere se venivano "ricordate". E r
  4. wow ! grazie mille ! credo che faro' proprio un giro a Verona dove mi hai indicato. Mi e' piaciuta la frase che hai scritto, perche' ricalca perfettamente quanto vedevo in fabbrica . Esempio : il legno era stivato in maniera quasi maniacale , diviso per categorie e per uso finale. Il "rigatino" era q
  5. ah ah ah !! ma sei veramente un sadico !! :thumbsup_still: ma la vecchietta da messa ultima e' l'esemplare di razza umana piu' coriaceo del mondo ! Altra figura storica. Durante tutta la mia infanzia "organistica" l'organo era situato ben nascosto dietro l'altare . Una volta restaurato, la consolle e' stata spostata in posizione piu' visibile , sul lato destro dell' altare . Matrimonio del mio amico . Organo nuovo di restauro. Marcia nuziale in corso, sposa in arrivo , parenti commossi.....tilt totale dello strumento, registri a tutta forza, i comandi non rispondono, tutta la chiesa mi
  6. Salve a tutti, mi chiamo Franco Giacon, sono di Padova . Ho studiato organo con il compianto maestro Mario Voltolina, organista per anni presso la basilica di S.Antonio. Non sono riuscito a completare gli studi , ho dovuto scegliere tra organo e universita', ma la passione mi e' rimasta . Ho una discreta collezione di musiche d'organo barocche , il mio periodo preferito, non solo di Bach ma anche di altri autori. Il mio interprete preferito e' Helmut Walcha , ma mi piace molto anche Michel Capuis. Ho l'edizione integrale in vinile dell' opera di Bach da lui incisa per la Telefunken a cavallo
  7. "mistero della fede" intonato con il "tutti" , per ragioni misteriose e tuttora sconosciute. Bilancio: tre vecchiette quasi morte, salto mortale del prete, salto del sottoscritto sulla panca. "santo" non intonato , nonostante i ripetuti inviti del prete Motivo: messa ultima della domenica dopo partita di rugby, organo imboscato dietro l'altare e organista (io) clamorosamente addormentato "resta con noi signore la sera" tre toni piu' alto Motivo: dimenticato di rimettere a posto traspositore , prete quasi strozzato, assemblea in difficolta' Durante la predica si brucia la lampada dell' or
  8. Buonasera a tutti. E' il mio primo post in questa "ala" del sito, preciso subito che sono un organista molto appassionato ma poco piu' che dilettante , vantando solo una buona esperienza in accompagnamento liturgico . La ragione del mio post e' la seguente: fin dalla primissima infanzia ricordo con immenso piacere la fabbrica di mio zio Piero Giacon, a Padova, e ricordo con altrettanto piacere i pomeriggi trascorsi assieme a lui riparando qua e la per Padova vari strumenti . Mio zio se ne e' andato qualche anno fa , aveva sospeso l'attivita' di organaro ormai da anni facendo solo piccole manu
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy