Vai al contenuto

Amleto

Members
  • Numero contenuti

    82
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Amleto

  • Compleanno 22/03/1984

I successi di Amleto

Qualcuno

Qualcuno (2/21)

  1. grazie a tutti per gli auguri

  2. Buon compleanno!!

  3. Auguri di buon compleanno!

    rispetto alla musica e aumento QI, ci sono esperimenti accreditanti lo sviluppo di abilità cognitive in chi studia musica prima degli 11 anni

  4. per me arisa è fantastica..... e la sua immagine è studiata a tavolini (quasi certamente) vedrete il successo che avrà.........
  5. lo comperato da Bussotti a firenze , e ti giuro che non ci ha messo ancora mano nessuno e và splendidamente se vuoi ti faccio sentire qlc registrazione. ciao
  6. Vabbè ragazzi.... che discorsi certo..... se uno è per stracci di certo non si può mettere a studiare pianoforte cosicome però non sio pùò nemmeno mettere a fare l'niversità però! perchè le spese a sti punti sono le solite . queste sono spese straordinarie che direi di non mettere in conto.... io personalmente per esempio ho comperato il pianoforte oramai da 6 anni e non ci ho speso ancora nemmeno una lira e nemmeno l'ho fatto mai accordare e per il momento và ancora eccelentemente bene.
  7. questa risposta non l'ho proprio capita ( scusate se faccio un doppio post ma non l'avevo notata prima ) ...... 1) che diffferenza farebbe se uno vive o no con i genitori?? le spese sono sempre quelle , nel mio conservatorio poi c'era moltissima gene che lavorava e veniva anche da lontano, certo non sarà sempre possibile abbinare lavoro con studio , ma in parecchi casi probabilmente è fattibile ( teniamo conto che dove frequentavo io bastavano 2 gg a settimana di lezione obbligatoria se non anche 1 in certi casi) 2) se la famiglia non vuole che studi musica che discorso è? a parte che è rarissimo che un genitore non ti permetta di poter studiare e poi non è un caso da prendere in considerazione .... perchè se la famiglia non vuole non puoi frequentare nemmeno lezioni private( o anzi.... tantomeno) 3) se a uno piace veramente fare una certa cosa di sicuro il tempo per fare tutto se lo trova.... per risponderti alla "provocazione " "(ma t'immagini portare avanti scuola, conservatorio e lavoretto?!) " ti faccio sapere che io stesso ho frequentato per parecchi anni il conservatorio assieme ad un attività lavorativa(che mi rendeva sui 700-900€ mensili) non che il liceo scientifico , certo ci vuole un pò di buona volontà ma era mio desiderio farlo e sono riuscito a farlo.
  8. si vabbè , mettere in conto anche le spese per mangiare non mi sembra logico , i soldi per mangiare si spendono anche a casa , non è che uno quando è a casa mangia gratis .... e poi ok, la benzina il treno ecc ecc...... queste sono spese che ci sono anche ad andare ad un altra qualsiasi scuola a partire probabilmente dalle medie sino ad arrivare all'università. a parte la tassa di iscrizione e l'assicurazione se fai il corso ordinario non hai null'altro da pagare
  9. ma io non capisco!!! io ho frequentato il conservatorio per 8 anni da interno e le mie spese erano solamente la tassa iniziale ad inizio anno accademico dove al decimo anno mi pare che avessi pagato sui 130 o 140 euro , e poi c'era l'assicurazione che costava sui 20 euro all'anno. Punto fine delle mie spese!!! anche un figlio di un operaio da 1000€ può permettersi queste cifre! Ma sono l'unico????
  10. Amleto

    Software musicali

    certo lo fanno praticamente tutti, il problema è che se il midi non è di ottima qualità ( e spesso è cosi) quello che esce è un pastrocchio di note
  11. Amleto

    Software musicali

    quasi nulla , solamente la grafia musicale che è leggerissimamente migliorata
  12. Amleto

    Tecnica

    mirougil ha fatto notare che se uno non è in grado di studiare un pezzo a mani separate di sicuro non può farlo a mani giunte, e con ciò nulla a che dire. Il problema però è alla base, se uno non sà stuiare un pezzo a mani separate significa che quel pezzò è tropo difficile per l'allievo in questione, quindi l'unica cosa da fare è sceglierne uno più facile. Se il pezzo però è di difficolta adeguata non vedo il motivo per cui si debba leggere a mani disgiunte, certo che se non si abitua l'allievo fin da principio a leggere a mani giunte nel proseguo della sua evoluzione di pianista. Cmq sia ognuno la pensa a suo modo e difficile arrivare a dare una conclusione unica , per me studiare a mani giunte sin dai primi esercizi del beyer è sicuramente molto più propedeutico che non a mani separate , ed i miei allievi li abituo cosi , se tu credi che sia meglio il contrario agirai di conseguenza. ciao
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy