Vai al contenuto

Giorgio Micheletti

Members
  • Numero contenuti

    13
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Giorgio Micheletti

  • Rank
    Nessuno (per adesso)
  • Compleanno 09/01/1976
  1. e poi si arriva come nel mio caso, in cui più provo strumenti diversi per acquistarne uno e più mi confondo le idee senza riuscire a decidermi
  2. quella non lega due note uguali, quindi è una normale legatura e come dice il Bayer stesso: "i suoni che stanno sotto le legature devono essere eseguiti in modo che non risulti nessuna disgiunzione fra di loro"
  3. Semplicemente tieni premuto la nota per tutta la durata della legatura: a pagina 48 ad esempio, esercizio 65, ultima riga in basso 3a e 4a battuta: il do legato lo porti premuto dalla terza alla quarta battuta.. quindi sarà con mano destra ..la, si do----------------- e la sinistra fa la scala... quando termina la terza battuta, alla quarta ti trovi con il do legato dalla terza ancora premuto, la sinistra suona il do centrale e la destra comincia a scendere con il si dopo che tu hai suonato il do. spero di esser stato abbastanza chiaro!
  4. guardandovi e sentendovi mi vergogno di associare il mio nome al pianoforte... I miei più sinceri complimenti a tutti!!!
  5. Beh.. io ho cominciato da zero a 32 anni. Da zero totalmente: mai suonato nulla (giusto il flauto a scuola) e non sapevo leggere le note sul pentagramma.. "grazie" ad una frattura ad un piede (in ferie....) ho cominciato quella che era sempre stato un desiderio... cominciare a studiare pianoforte... Ho cominciato da solo.. da autodidatta... ma poi ben presto mi son reso conto che un Maestro che mi seguisse, mi avrebbe permesso di imparare meglio, stufarmi di meno e soprattutto correggere da subito eventuali problemi di posizione e postura. Ho un piano Casio CDP-100, comprata usata, ma che tutt
  6. La mia esperienza, ovvero ciò che sto vivendo e che mi porterà a optare per un digitale che sostituirà il mio attuale Casio CDP-100: -Vivo in una corte al primo piano, sopra e sotto ho dei vicini. -Suono prevalentemente la sera, dopo il lavoro e dopo cena, spesso fino a tarda notte -L'unico posto in cui potrei mettere un verticale acustico, è in sala, vicino ad una parete esterna, con tetto con le travi a vista: rovente in estate e freddissimo in inverno. -vicino a dove tengo il pianoforte c'è la tromba delle scale... -a parità di investimento (2500 euro) si può acquistare un ottimo piano dig
  7. Al momento sto usando una Casio CDP-100.. discreta tastiera ma pessimo suono....
  8. Da principiante mi son reso conto che quando sono "caldo" le mie mani di legno si muovono meglio... Come riscaldamento eseguo spesso i piccoli esercizi della lezione precedente sul Bayer, in modo da migliorarli e memorizzarli (per quanto possibile) dopodiché proseguo con gli esercizi nuovi... per le scale.. ho appena fatto quella di do... sono un pivellino ancora
  9. Con le note ho cominciato da zero... riconoscevo solo il -si- in chiave di violino.. ignorando persino che esistessero altre chiavi all'inizio Attualmente sto ovviamente studiando anche il solfeggio parlato sul Pozzoli.... Per quanto riguarda gli esercizi del Bayer, posiziono le mani, e comincio molto lentamente prima con la sinistra, ripeto più volte e poi con la destra sola.... Quando "sento" che cominciano ad andare da sole, le unisco... finché non raggiungo la velocità indicata. Si tratta però di esercizi molto molto brevi... non ho ancora incontrato brani di Maestri...
  10. Per me gli studi sono ancora dedicati al tentativo di slegare due mani che paiono ancora due tronchi di legno... per ora.. esercizio 66 (se non ricordo male) del Bayer.. una sorta di Walzer abbastanza carino
  11. Grazie davvero Mirou Comincerò proprio con i link che mi hai gentilmente suggerito! Eh già.. lavoro di giorno... per le passioni ci sono i week end e la notte Ascoltarmelo? Sono un grande appassionato di Rachmaninoff!... la preferita rimane naturalmente il 3° Concerto per pianoforte che mi emoziona in modo indescrivibile... "seconde" scelte rimangono: Preludio Op.3 N°2 Preludio Op.23 N°5 (Che ho sentito suonata da Kissin e trovo fenomenale) (hai mai fatto caso che il finale del primo e secondo concerto sono identici? Si dice fosse la sua firma ) però forse ora siamo un po' OT quindi
  12. Confermo, è quello che sto usando io attualmente... La tastiera non è affatto male. Di negativo c'e' una polifonia di appena 16 note in stereo e 32 in mono e un campionamento/amplificazione appena decente, tanto che preferisco suonarlo con le cuffie piuttosto che senza Per studiare e iniziare però ha un'ottimo rapporto prezzo/prestazioni (confermatomi sia dal mio Maestro che da diversi negozianti)
  13. Benvenuto Giorgio!! Spero che ti troverai bene nella nostra comunità. Un saluto.

    Alex

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy