Vai al contenuto

triko92

Members
  • Numero contenuti

    44
  • Iscritto

  • Ultima visita

I successi di triko92

Nessuno (per adesso)

Nessuno (per adesso) (1/21)

  1. Bach: il calvicembalo ben temperato per l'esame Clementi: gli studi del gradus per l'esame Beethoven: sonata op. 2 n. 3 Chopin: concerto n. 1 op. 11 Chopin: studio op. 10 n. 2 Liszt: praticamente 5 dei 6 studia da concerto (uno l'ho finito) poi altre cose di Chopin quà e là e altro ancora però non scrivo tutto perchè adersso sto concentrando il mio studio principalmente su questo.
  2. triko92

    Trascendentale

    eccomi.. allora dall'opera 10 il n. 1, 2, 7 dall'opera 25 n. 6, 8, 10, 11 naturalmente è una scelta soggettiva, e poi dipende dal pianista, dalle capacità... ad esempio per le mie caratteristiche tecniche è più facile l'op 10 n. 2 dell'op. 10 n. 1 mentre per un mio amico è il contrario... poi la scelta che ho fatto qui è molto "di getto".. forse dovrei finire di studiarli tutti per fare una scelta esatta.
  3. si il primo concerto..mi sono dimenticato di scrivere concerto ci si sente su msn!! ciao
  4. triko92

    Trascendentale

    Oltre agli studi di Liszt, anche alcuni degli studi di Chopin possono essere considerati trascendentali.
  5. Io mi commuovo quasi con tutta la musica che adoro! diciamo che piango spesso quando la ascolto! ma anche quando la suono.. ultimamente mi commuovo mentre suonio il clavicembalo bene temperato e il primo di Chopin che sto studiando...
  6. per alleggerire i gesti pianistici, per perdere la rigidità ecc..ecc. puoi fare l'esercizio che avevo consigliato in un altro post: prendi due accordi, uno con la mano destra e uno con la sinistra in cui siano coinvolte tutte le dita di entrambe le mani. devi prendero dall'alto e appoggiartici, senza inarcare le spalle e scaricando la forza in un colpo solo. poi cerca di essere più rilassato sia fisicamente che psicologicamente! sicuramente il problema è che irrigidisci le spalle o le inarchi, oppure suoni stando seduto curvo o con la testa curva "sul collo"... ciao!
  7. ehm... uuuuu!!! che tonto che sono!!!! ahahah... sarà il mio esaurimento!!!! a furia di suona.. diventiamo tutti un po' rintuntiti!!!!! eheheeh
  8. Che bello un sondaggio su Bach, il mio compositore preferito!!!! :) a me piacciono tutti, però dal primo volume i miei preferiti preferiti sono 2, 6, 10, e dal secondo 2, fa diesis minore (adesso mi sfugge il numero) e 24.
  9. Cmq non ci sono conseravatori buoni a conservatori cattivi, ma buoni insegnanti e cattivi insegnanti! A roma ci sono insegnanti bravi e insegnanti non bravi! dipende da quale insegnante ti capita! ma questo in tutti i conservatori! non conta il conservatorio, ma l'insegnante! Per Rachmaninoff: io sono entrato con 10 e non ero raccomandato
  10. triko92

    Le masterclasseS

    Senti, io studio con un pianista che è stato allievo di Vincenzo Vitale... 1 La tecnica vitaliana non porta la tendinite, evidentemente l'hai studiata male 2 le scale le studiano tutti, non solo vitale, allievi di vitale, e allievi di allievi di vitale 3 è normale che un docente a un corso di perfezionamento insegni la sua tecnica pianistica!!! 4 ti è andata pure troppo bene con la De fusco, che se solo ti rivolgi con questo linguaggio a Pier Narciso Masi o ad Aquiles Delle Vigne (illustri maestri, che io stimo, e spero di studiare con loro un giorno) penso ti rimandano a casa in 3 minuti
  11. studiati il 21 che è molto molto bello, divertente e soprattutto utile!! e poi il 19 è utilissimo per gli arpeggi spezzati.
  12. Martha Argerich... e se vuoi su you tube c'è l'esecuzione dal vivo del primo di Chopin nel 1996 suonato proprio da lei.. lo suona con una passione, un trasporto ed una "disperazione"... pazzeschi! lode a martha!!!!
  13. Anche io adoro Angela Hewitt su Bach! P.S. I love Bach!!!
  14. 1 Non ho mai ascoltato Gilels su Scarlatti ma non penso che lo suonasse come se fosse stato un brano di Prokofiev: un bravo esecutore deve prima di tutto rispettare il tempo in cui viveva il compositore che ha scritto l'opera!!! e poi come ha detto Angela Hewitt, l'esecutore deve mettere al primo posto la personalità del compositore e non la sua. Se l'esecutore ha poi una bella personalità quella emerge da sola. 2 Io non facevo un discorso a livello di "dinamiche": il bello di eseguire i clavicembalisti al pianoforte è il fatto che il pianoforte permette i crescendo i diminuendo ecc ecc..e permette molte altre cose che il clavicembalo non permette che il clavicembalo non permette! Però bisogna sempre rispettare quello che è l' "atteggiamento clavicembalistico"! Io parlavo di fraseggio, di staccato, di timbro! è anche un discorso di gesti: Se trovi delle ottave su un brano per clavicembalo, non le esegui con lo stesso gesto con cui eseguiresti le ottave su Prokofiev. 3 L'autore più difficile per il fraseggio è Bach 4 Il pianoforte non è un clavicembalo ma bisogna pensare al clavicembalo quando si suonano i clavicembalisti. Non esiste che su un clavicembalista un pianista tira fuori un fortissimo o delle botte pestate come se stesse suonando Prokofiev appunto.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy