Vai al contenuto

Tutte le attività

Questo stream si auto-aggiorna

  1. Ieri
  2. Grazie, mapossiedo già il triplo cd !
  3. Per un eventuale acquisto, ai fini d'un migliore ascolto o di preservazione di beni culturali, non posso che consigliare l'edizione originale (anziché la ristampa, ogni volta da verificare quanto fedele): Kaikhosru Shapurji Sorabji, selezione "Legendary Works For Piano", Michael Habermann, pianoforte 3 CD 2003 BMS 5060212960030 (ASIN:B002NVA540)
  4. E' morto oggi il celebre pianista Gabriel Tacchino.
  5. Segnalo: la rivista "Calibano" del Teatro dell'Opera di Roma (al volo non trovo un sito ufficiale) che si avvia con un numero Zero (gennaio 2023 EAN:9791280263650) sull'argomento in questione.
  6. BWV 22 Jesus nahm zu sich die zwolfe (Gesù prese con sé i Dodici) Anno di composizione: 1723 Cantata BWV 22 - Italian Translation (bach-cantatas.com) L'analisi del testo della cantata non esime da una commozione dell'animo difronte alla cura delle parole pregnanti del poeta (ignoto, forse Gottfried Lange come suggerisce C. Wolff, tranne i versi dell'ultimo movimento che sono da attribuire alla poetessa Elisabeth Kreuziger [1524]). Tutto verte sulla citazione del Vangelo di Luca 14, versetto 31 e 34: "31 Poi prese con sé i Dodici e disse loro: «Ecco, noi andiamo a Gerusalemme, e tutto ciò che fu scritto dai profeti riguardo al Figlio dell'uomo si compirà. 34 Ma non compresero nulla di tutto questo e non capivano ciò che egli aveva detto." Il versetto 34 diventa il testo della fuga del corale introduttivo. Quindi tema centrale è l'incredulità degli apostoli, esortando ad una conversione più fedele e devota "poiché la carne ed il sangue, come i tuoi discepoli, comprendono con difficoltà quello che hai detto" come dice il basso nel recitativo del terzo movimento. L'aria intonata dal contralto successiva al coro introduttivo sembra una confessione di fede da parte di un nuovo discepolo che sfocia poi nell'emblematico recitativo affidato al basso dove emblematico appare il contrasto messo in rilievo tra l'immagine del monte Tabor, dove avvenne la Trasfigurazione di Gesù e i fedeli "volevano costruire una solida fortezza", e il Golgota.
  7. Ives

    Hurwitz & co.

    Il controverso Mozart operistico di Klemperer. Di riferimento solo il Flauto con Gedda e Janowitz, avvolto nella dorata maestosità della concertazione marmorea del grande direttore, ma privo purtroppo dei dialoghi. Benino il Cosi e il Don Giovanni, mediocri le Nozze.
  8. Grande espediente quello di trattare il soggetto della Maddalena per affrontare una tematica così personale e comune a chiunque come quella della dicotomia tra l'amore carnale/passionale e l'amore intellettuale/spirituale. Ho trovato il libretto e sto seguendo l'oratorio, molto interessante. Sono ancora alla parte iniziale dove si alternano l'amore celeste e quello terreno. Un ringraziamento a @Majaniello
  9. Buona Giornata a tutti gli amici e a tutte le amiche ForuMattinieri/e con la Toccata di Charles Marie Widor eseguita all'organo di Saint Sulpice a Parigi https://www.youtube.com/watch?v=7masa_eQwtM
  10. È proprio l'anno del Napoli . Io in questi giorni sto pian piano vedendo su Raiplay tutta una serie di vecchi documentari di Augias sui grandi direttori d'orchestra. È molto carina, penso possa piacere a qualcuno di voi. Ci sono Jochum, Maag, Dorati, Markevitch, Ozawa, Sawallisch, Kubelik, Boulez, Muti, Mehta, Schippers, Gui e (forse) Solti. P.S. Per che se lo chiedeva: la radio in moto non è un problema, per metà si sente solo il motore 😁.
  11. Ultima settimana
  12. E' palese che @Majaniello lavori per il Dipartimento "Turismo e Cultura" della Regione Puglia 😁 Intanto, cassapanca Gardiner-Erato, nella quale tra i classici del barocco, spuntano gli autori del suo periodo francese, con nomi anche meno noti come Messager, di cui propose il Fortunio:
  13. Forse, sulle voci può aver ragione, ma sul resto...🙄
  14. Grande ascolto @Snorlax, di Lucrezia da sentire pure questa: ricambio con Pritchard, che ricordo essere un direttore che apprezzi: L'Arlecchino è la mia opera di Busoni preferita (ma va?! ), anche se credo di non averla mai capita fino in fondo, il libretto è pieno di satira pungente e così ricco di riferimenti... la musica però è irresistibile e geniale, piena di citazioni stilistiche e talvolta vere parodie. Devo dire che la direzione di Pritchard è vitalissima e molto teatrale, nonostante l'audio non si possa paragonare alle registrazioni più moderne, anzi forse come ritmo generale è la migliore che io abbia ascoltato. Vabbè non vi taggo tanto siamo sempre noi 😛
  15. Il tizio che ha caricato il video: Questo sublime e commovente oratorio, appartenente al genere del "Sepolcro", è da considerarsi una delle composizioni più ispirate mai scritte nella storia della musica. Sfortunatamente, è oggi conosciuto in irritanti misinterpretazioni di esigui "complessi barocchi" e voci dai registri improponibili che ne hanno distorto la musica, attraverso tempi insopportabilmente lenti, goffi ritmi e grotteschi accenti. L'interpretazione che qui propongo, trasmessa per radio alcuni anni fa e ancor oggi praticamente sconosciuta, corregge tutte le succitate brutture. A me semplicemente ha stupito la scoperta, è un repertorio davvero lontano dai direttori italiani non specialisti... tra l'altro l'ha fatto a Salisburgo! Napoli-Vienna 1-0
  16. Magari sarà l'esecuzione del secolo, ma in questo repertorio è sempre stato un pò inutile. Bene la divulgazione, soprattutto se associata al suo nome, ma poi la parte musicale si riduce sovente a mera routine. Questo è pane per i vari filologici, non ci vuole un vero e proprio direttore di stampo classico, quanto un abile concertatore/cembalista.
  17. Ives

    Hurwitz & co.

    Varie analogie tra Haydn e Mahler...
  18. Incredibile, ho trovato quest'oratorio diretto da Muti! 😮 Performed by: A. Bonitatibus, E. Gubanova, F. Fagioli, M. Polenzani Conductor R. Muti / Salzburg 2007
  19. 1703 1704 1704 1705 (Il martirio di Santa Susanna - non inciso) 1707 1708 1715 1717
  20. Mi sono chiesto quanti dei 35 oratori di Scarlatti sono stati registrati (dato che delle 65 opere ne circolano appena tre o quattro). Così ho deciso di compilare una piccola discografia illustrata che condivido con voi, non avendone trovata online una completa e aggiornata. Mi sono basato su wikipedia, lo so che non è il massimo dell'attendibilità però era la lista più facile e veloce da trovare, considerato che alcune partiture sono state perdute, ne vengono riportati la maggior parte, magari chi ne sa di più (tipo @hurdy-gurdy ) mi potrà dare una mano a fare delle correzioni in seguito. In ordine cronologico: 1680 1683 1684 1685 (Il trionfo della gratia overo La conversione di Maddalena, credo sia questo reintitolato "Maddalena") 1693 (La Giuditta prima versione): 1695 1697 (La Giuditta versione 3 voci) 1698 (Il Giardino di rose, solo qualche estratto da youtube) 1700 ....continua....
  21. Gaetano Donizetti, Lucrezia Borgia, J. Sutherland, G. Aragall, M. Horne, I. Wixell, London Opera Chorus, National Philharmonic, Richard Bonynge Non ho mai nascosto la mia grande passione per il compositore bergamasco, che non mi stancherò mai di ascoltare, anche nelle opere ritenute minori. Sicuramente minore non è questa bellissima Lucrezia Borgia, così com'è infarcita di grande musica dall'inizio alla fine. Opera prettamente romantica nelle sue atmosfere notturne, felpate, spesso sussurrate, atmosfere che innervano impalpabilmente anche i momenti più concitati e pomposi. Cast eccellente coordinato dall'ottimo Bonynge: come c'è da aspettarsi il risultato più interlocutorio arriva dal Gennaro di Aragall, anche se per la suprema bellezza del timbro gli si perdona una caratterizzazione appena abbozzata e una linea del canto non sempre ineccepibile. Ottimi coro e orchestra, eccezionale la ripresa del suono, come da prassi Decca anni '70. ...in dedica a tutti gli amici del Forum, ma in particolare a @Majaniello, @Wittelsbach e @Pinkerton...
  22. Mai ascoltato. C'è da dire che la discografia sacra di Scarlatti è piuttosto ricca, tanto quanto è povera quella operistica. Eppure, come accade in Handel, la qualità delle musiche per la scena pare ugualmente elevata, non me lo sono mai spiegato.
  23. Di questa serie conosco solo questo:
  1. Mostra altre attività
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy