Vai al contenuto

Tutte le attività

This stream auto-updates     

  1. Yesterday
  2. Mi fa piacere che ti sia piaciuto! Kurtag e la Guibadulina sono gli ultimi grandi classici rimasti Ricambio con Hindemith: Sonata per tromba e pianoforte (1939) R. Friedrich, tromba; T. Duis, pianoforte
  3. Joseph Martin KRAUS Fiskarena - balletto VB 40 Swedish Chamber Orchestra Petter Sundkvist
  4. elkikko

    La musica per voi

    Ciao a tutti! Volevo fare una domanda abbastanza generica a voi musicisti o semplici ascoltatori! Per voi cosa è la musica? Che rapporti avete con essa? Come sarebbe la vostra vita senza musica? Avete avuto momenti di crisi rispetto la musica? Che emozioni vi trasmette? Vi dico la mia in breve: mi sono diplomato in pianoforte al conservatorio, avendo avuto una insegnante molto severa, spesso odiavo quello che suonavo, perchè era una perfezionista del suono in modo esasperato. La musica, inoltre, l'ho sempre considerata in secondo piano, qualcosa che non fosse così importante per me. Faccio fatica ad ascoltare un brano classico intero dall'inizio alla fine. In sintesi non ho un bel rapporto, e spero caldamente di cambiarlo, il prima possibile. E' triste dire che attualmente ascolti musica soltanto nei momenti in auto alla radio.
  5. Ciao Dafdesade. Sicuramente si potrà fare una cosa del genere e volevo farlo anch'io ma poi ho desistito. Ho un pianoforte verticale e volevo aggiungerci una pedaliera degli anni '80. A parte l'estetica a dir poco discutibile, agli amici a cui chiedevo di fare l'impianto partivano col dire "ma che ci vuole, è una cavolata.." ma poi all'atto pratico c'erano troppe complicazioni... ho desistito e preso un organo campionato comprensivo di pedaliera (si trovano anche usati) e per studiare a casa mi trovo bene viste le mie modeste esigenze. Quando voglio suonare per "davvero", vado in Basilica e prima e dopo la messa tolgo le ragnatele dalla canne Magari qualche utente del forum c'è riuscito e potrà aiutarti, lo spero per te. Ciao Mauro
  6. Kurtag, movimento per viola e orchestra (Kashkashian/Eötvös). Molto bello e di facile ascolto. A glenngould, Madiel, Snorlax, Niellovskij ed Ives.
  7. Io non so dire precisamente un'opinione definita. Conosco molto meglio Britten di Vaughan-Williams, e mi rendo conto che il primo è più originale. Tuttavia, il secondo mi suscita emozioni più calde.
  8. Dvorak - Valzer, op. 54 a chi mi ha dedicato qualcosa nelle settimane scorse
  9. Strauss Festmusik der Stadt Wien for brass and timpani The Philip Jones Brass Ensemble John Iveson Urge cofanetto di queste vecchie registrazioni dei Philip Jones dei tempi d'oro (e qui era già cambiato il direttore).
  10. Buona Giornata a tutti gli amici e a tutte le amiche ForuMattinieri/e con le variazioni sulla "Follia di Spagna" di Marin Marais:
  11. COMUNICATO STAMPA:Seconda edizione per i "Piano and Organ Meetings in Orvieto" sempre con musicisti di primo piano a livello internazionale.Il primo appuntamento sarà domenica 23 Giugno alle ore 21.00 nella ex chiesa di S.Agostino.Programma ricchissimo con tre musicisti rinomati:Andrea Padova, uno dei pianisti italiani più importanti con concerti alla scala di Milano ed all Carnegie Hall di New York.Marco Lo Muscio, compositore, pianista ed organista tra i più attivi con concerti tra l'altro a Notre Dame a Parigi, Cambridge, Oxford, Westminster e Filarmonica di San Pietroburgo.John Hackett, il ritorno ad Orvieto di uno dei più grandi flautisti della storia del Progressive Rock, fratello di Steve Hackett dei Genesis.Nella serata sarà presentato il CD della Brilliant Classics "Andrea Padova plays Lo Muscio" e le nuove composizioni di Lo Muscio ispirate alla letteratura gotica come il "Dracula" di Bram Stoker ed il "Re Giallo" di Robert Chambers.Secondo appuntamento in Duomo, martedì 25 Giugno alle ore 18.00 con il concerto d'organo del M° Johannes Skudlik grande organista e direttore d'orchestra tedesco. Programma virtuosistico con musiche di Franck, Cocherau e Liszt.I concerti sono ad ingresso gratuito".PROGRAMMA CONCERTO 23 GIUGNO 2019Chiesa di Sant'AgostinoAndrea Padova & Marco Lo MuscioPresentazione del CD“Andrea Padova Plays Lo Muscio” (Brilliant Classics) https://www.brilliantclassics.com/articles/a/andrea-padova-plays-lo-muscio-featuring-steve-hackett/Steve Hackett: Horizons (Arr. Lo Muscio) * Marco Lo Muscio:Medieval Melodies:"Théoden's Meditation""The Knights of Rohan" Two Ricercari:Ricercare "The Cathedral of Pienza"Ricercare Cromatico "The Cathedral of Orvieto" Three American Preludes:Blue PreludeNight SongBlue Ostinato “Homage to Jarrett” Steve Hackett: “Hands of the Priestess” * Marco Lo Muscio:“Amor Cortese”: Juliet in the Piccolomini Palace (Omaggio a Zeffirelli) *“The Book of a Vampire” (Homage to Bram Stoker)“The Yellow King” (Homage to Robert W. Chambers)“The Gothic Room” from “Gaspard de la nuit” (Homage to A.Bertrand)Vocalise n.1 “To my mother” * Andrea Padova & Marco Lo Muscio: Pianoforte* Special Guest: John Hackett (Flauto)PROGRAMMA CONCERTO 25 GIUGNO 2019DUOMOJohannes Skudlik & Marco Lo MuscioCésar Franck: Preludio, Fuga e Variazione op.18Pierre Cocherau: Scherzo SinfonicoFranz Liszt: Preludio e Fuga su B.A.C.H.(Versione di Jean Guillou)Aivars Kalejs: Perpetuum MobileMarco Lo Muscio: In MemoriamVariazioni su “Scarborough Fair”
  12. Ultima settimana
  13. glenngould

    Mahler vs Bruckner

    Elvio Giudici.
  14. In 3? Io mi aggiungo e siamo 4 allora. Comunque non è certo un compositore cui possa dire che mi piace. Britten svetta ben piu' alto di questo!!
  15. Senza alcun ombra di dubbio un giro commerciale che lo propone ostinatamente come "tenore"! Evidentemente,absit iniuria verbis,oltre a non vedere lui non si sente!
  16. papageno

    Mahler vs Bruckner

    Chi? Enzo Giudici?
  17. Non so, quella incompiuta è la n. 17, interrotta dalla morte dell'autore avvenuta il 20 giugno 1980. L'integrale sinfonica della CPO non ne presenta alcun pezzo, così come non presenta neanche i frammenti della sinfonia n. 1, scoperta fra le carte dell'autore da Peter Ruzicka. Il Movimento sinfonico che ho ascoltato stasera è invece del 1973 e, come spiega il libretto, ha avuto origine in una commissione della TV svedese. Dura intorno agli 11 minuti per espressa volontà dell'autore (la registrazione CPO è di 10'50").
  18. Ce l'ho pure io, ma solo a intermittenza e solo in un paio di topic in "Generale": problema, però, che non so a cosa sia dovuto. Giorni fa si presentava nel topic "Ultimo cd acquistato" e dovevo cliccare sull'ultima pagina per accedere all'ultimo post, poi, misteriosamente, si è sistemato da solo dopo qualche tempo.
  19. Allora non stiamo parlando dello stesso pezzo. Io intendevo il "movimento" che sarebbe dovuto essere la 16a o 17a sinfonia (non ricordo a quanto era arrivato con le numerazioni). Un grosso frammento di circa 12-15 minuti.
  20. Da qualche settimana (dall'ultimo aggiornamento? non so) riscontro un piccolo problema di visualizzazione che mi dà qualche fastidio. Sia nella pagina di apertura che all'interno dei vari topic mancano spesso i riferimenti cronologici ai post. Nella pagina di apertura vi è solo il nome dell'utente che ha inviato l'ultimo post ma non si dice quando. Nelle pagine dei topic si vede soltanto la dicitura "inviato" senza nessuna precisazione temporale. La cosa strana è che non è un difetto generalizzato ma si presenta qua e là. Per esempio, in questo momento nella pagina di apertura è senza riferimento cronologico l'ultimo post di @Wittelsbachsulle sue recenzioni operistiche, il post di @zippiesui concerti in Veneto e qualcun altro.
  21. Il libretto del disco nulla dice circa la destinazione di questo movimento a prima parte dell'ultima sinfonia incompiuta. Il pezzo sarebbe del 1972, fra la undicesima e la dodicesima sinfonia e fu il frutto di una commissione della televisione svedese per un film muto. Giustamente però lo stesso libretto fa notare che non si tratta di una musica da film: l'ampiezza del movimento, la concatenazione quasi frenetica dei temi e degli sviluppi, la tensione inesausta che caratterizza il pezzo dalla prima all'ultima nota sono elementi poco compatibili con una destinazione specificamente filmica, a meno che non si trattasse di un lungo piano-sequenza muto di impronta thiller. Resta il fatto che si tratta di un'opera davvero avvincente e carica di suspence.
  22. Aida su Rai5 diretta da Chailly. Regia di Zeffirelli
  23. Concordo! Era l'incipit della sua ultima sinfonia incompiuta. Lo ascoltai molti anni fa alla radio, in una specie di "première". Neanche sapevo chi fosse il compositore in questione all'epoca e rimasi stupito per la bellezza del tema iniziale. --- Casella: Sinfonia n.3 WDR SO Koeln diretta da Alun Francis (ma è quasi conclusa) poi passerò a Malipiero: I Capricci di Callot, atto III Il secondo atto è a dir poco geniale con le sue simbologie, ieri mi ha colpito molto! Se la rappresentazione avviene come descritta nel libretto dev'essere un vero spettacolo L'opera è costituita da parecchie lunghe parti per sola orchestra, in un paio di casi ci sono dei cortei di maschere con delle rappresentazioni tipo tableaux vivants (il corteo funebre della bambola morta) o dei veri e propri balletti (inizio del primo atto), nel complesso il canto copre circa 2/3 del tutto. Un lavoro a dir poco stravagante sia per questo aspetto, che per la storia d'amore che narra, con il continuo trascolorare nell'irreale e nel sogno, con evidenti quanto geniali simbolismi nel 2° e nel 3° atto. Lo stile musicale è identico a quello delle Sinfonie n.3-6, con qualche stravaganza qua e là che riecheggia il barocco (il ruolo solistico del pianoforte nell'introduzione al primo atto).
  1. Load more activity
×
×
  • Crea Nuovo...