Vai al contenuto
Sere01

recensioni

Recommended Posts

Sono andato a sentire la Petite messe solennelle. Prima precisazione: era una versione con un solo pianoforte e armonium. Avrebbero fatto meglio a sfoltire un po' il coro perchè l'accompagnamento era praticamente inascoltabile nei momenti di maggior forza.

Comunque il direttore è stato molto bravo (bellissimo il Cum Sancto Spiritu e anche il Et resurrexit), così come i cori.

Per i solisti molto meglio le donne degli uomini: il basso aveva una voce che appena saliva un po' era brutta, mentre il tenore in alto vibrava molto e faceva una fatica della Madonna per gli acuti di forza. Invece il soprano (credo fosse coreana) e il contralto erano brave. Giusto alcune volte il soprano negli acuti ha fatto un suono che non saprei come definire (sfibrato? piatto? in questo campo non ne so nulla) e il contralto ha sparato un attimo due parole con accento da opera verista.

Nel complesso bel concerto, ottimo visto che era gratis :P.

Peccato che la chiesa fosse piena, ma praticamente solo di turisti. Mai che queste cose attirino italiani... :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
non vi ho più aggiornato :P

be', che dire? bravo è bravo, certo non mi sembra quello il modo di suonare Tartini, né quello di suonare il la maggiore di Mozart. Poi come bis ha fatto il n.9 di Paganini, che aveva 0 di musicale, sembrava che non vedesse l'ora di finire.

scommetto che tu suoni meglio! specialmente mozart e tartini...perchè non ci inviti a uno dei tuoi concerti? oppure non metti qualcosa di tuo su you tube e poi ce lo fai sapere? sarei felice di scoprire un nuovo "talento" italiano...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos
scommetto che tu suoni meglio! specialmente mozart e tartini...perchè non ci inviti a uno dei tuoi concerti? oppure non metti qualcosa di tuo su you tube e poi ce lo fai sapere? sarei felice di scoprire un nuovo "talento" italiano...

forse dovrei dirtelo in PM, e forse dopo un mese non conta più tanto: ma sei proprio una scassamin**ia tu eh!

l'armata dei cloni ha una nuova alleata :laughingsmiley:

ad ogni modo, ieri sera ho sentito un altro concerto:

Asolo, Chiesa di San Gottardo, ore 20.45

Bela Bartok: Sonata per violino solo

J.S. Bach: Partita n.2 per violino solo BWV 1004

Sonig Tchakerian, violino

un programmino niente male! scommetto che l'80% dei violinisti italiani (compreso un certo tale) non ha le palle neanche di portare una nota della micidiale sonata di Bartok, che lei suona con carisma che non scema nemmeno quando vedi che le esce il sangue dalle dita :laughingsmiley: stranamente però era agitata e nei tempi lenti lo si sentiva. In più qualche incertezza di troppo che lei evidenza con smorfie di insoddisfazione. La Fuga l'ha presa con un tempo un po' da bradipo, ma pulita, tutte le note c'erano, e il suono rotondo come nessun altro. Insomma, prova superata con eccellenza.

Bach: SUBLIME!!!! Raramente ho sentito Bach suonato così bene, tutto a memoria poi. Sembra che il palcoscenico sia la sua casa tanto è l'agio con cui vi si muove. Il suono è di una pulizia sconvolgente, il vibrato è espressivo ma mai invasivo, per non parlare dei passaggi virtuosistici, che le riescono anche mentre si beve il caffé. Niente da dire, dieci e lode.

il Bis richiesto a gran voce dal pubblico, il solito 5o capriccio di Paganini che ormai se lo sogna di notte :D però forse non ce l'aveva prontissimo, gli arpeggi in cadenza stonati e una piccola incertezza verso la fine di quelle 2183091283 note, ma va bene così direi, suonarlo così al diploma vale di sicuro un buon dieci :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"29 agosto TAORMINA (ct) ore 21 :30

ho visto l evolution tour 08 di allevi..c era il pienone..

e arrivato e a cominciato suonando piano solo , con alcuni pezzi tipo , prendimi - l orologio degli - go flow ..e per finire il piano solo a suonato un improvissazione jazz (carina)..cmq fino a qui e stato sufficiente sia dal punto di vista musicale e sia per il fatto delle risate che faceva fare quel pazzo di allevi..

cmq dopo di che e entrata l orchestra..e pezzo dopo pezzo ha fatto ascoltare tutto il cd evolution..

ed è qui (pur ammettendo che sono pezzi semplicissimi da ascoltare e comprendere) che ho apprezzato il concerto in generale..

anche per l atmosfera che cera ..non era una cosa classica..era un modo di fare concerti classici diverso dal pur stupendo solito..

e questo lo apprezzato molto..

l unica pecca e stata ripetere alcuni pezzi dell evolution alla fine ..e ripetere dei pezzi che a parer mio sono da colonna sonora..e quindi di per se ripetitivi , non è una buonissima cosa..

cmq il pezzo piu apprezzato dal publico in generale e stato "guarda caso" _come sei veramente_..

cmq fra musica semplice ma accettabile e fra risate (tante) in generale..

mi sento di dare un 8/10 a questo concerto..

perche si distacca dal resto...é un concerto adatto a tutti! anche per i non malati di musica..

e sbagliate a sottovalutareallevi..

LUI ha CAPITO il segreto di far rinascere in TUTTI il desiderio di questa musica che almeno in italia sta sparendo sempre piu..e lo sta facendo piano piano , pezzo semplice dopo pezzo semplice , dando a tutti coloro che di classica non ne impazziscono piccole lezioni ..lezione dopo lezione si potra arrivare alla rinascita.. GRANDE ALLEVI ..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah, se penso alla musica di Allevi e cerco di confrontarla con autori teoricamente su quel genere (diciamo classico per la semplicità) il confronto non regge per l'assoluta mancanza di profondità di Allevi. Le sue sono canzoni pop senza parole. Per intenderci: ieri c'erano in tv spezzoni di Sanremo tra cui Baglioni che cantava al pianoforte Piccolo grande amore. Se la arrangi per pianoforte solo viene un pezzo di quel genere che solo perchè viene suonato da un pianoforte lo si crede di musica classica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mah, se penso alla musica di Allevi e cerco di confrontarla con autori teoricamente su quel genere (diciamo classico per la semplicità) il confronto non regge per l'assoluta mancanza di profondità di Allevi. Le sue sono canzoni pop senza parole. Per intenderci: ieri c'erano in tv spezzoni di Sanremo tra cui Baglioni che cantava al pianoforte Piccolo grande amore. Se la arrangi per pianoforte solo viene un pezzo di quel genere che solo perchè viene suonato da un pianoforte lo si crede di musica classica.

si di do perfettamente ragione..ma secondo me lui la profondità c e l ha..

e solo che come penso io e ho scritto sta dando un po di lezioni di musica "classica semplice" a tutto il resto della gente che

per via dell ignoranza musicale o per via dei tempi di musica assurdi che corrono attualmente non comprende piu la musica classica per eccellenza..quindi secondo me lui con gli anni darà sempre piu profondità ai suoi pezzi..

e secondo me la musica classica avra enormi possibilita di rinascere in questo paese che sta perdendo tutti i veri valori della musica..

non so se hai capito bene e non so se quelle che dico sono grosse cavolate..ma do grande fiducia ad allevi

pensa che io amo la musica di gente come feldman , bartok , debussy , lizst , rachmaninov , alkan ecc ecc...compositori sconosciuti all occhio o all orecchio del popolo italiano quasi intero ..e questo e grave per una musica del genere ..e gravissimo secondo me..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
si di do perfettamente ragione..ma secondo me lui la profondità c e l ha..

e solo che come penso io e ho scritto sta dando un po di lezioni di musica "classica semplice" a tutto il resto della gente che

per via dell ignoranza musicale o per via dei tempi di musica assurdi che corrono attualmente non comprende piu la musica classica per eccellenza..quindi secondo me lui con gli anni darà sempre piu profondità ai suoi pezzi..

e secondo me la musica classica avra enormi possibilita di rinascere in questo paese che sta perdendo tutti i veri valori della musica..

non so se hai capito bene e non so se quelle che dico sono grosse cavolate..ma do grande fiducia ad allevi

pensa che io amo la musica di gente come feldman , bartok , debussy , lizst , rachmaninov , alkan ecc ecc...compositori sconosciuti all occhio o all orecchio del popolo italiano quasi intero ..e questo e grave per una musica del genere ..e gravissimo secondo me..

Mah, cosa scriverà Allevi in futuro non lo so. Quello che ha scritto finora non mi pare appunto, musica classica. Il pezzo più profondo che ha scritto che mi viene in mente è Foglie di Beslan che mi sembra una bella schifezza (soprattutto l'inizio, dove fa più il serio - e anche su youtube i commenti dei suoi fan lo confermano, a dimostrazione che ciò che piace alla gente è sempre la parte leggera).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
non vi ho più aggiornato :P

be', che dire? bravo è bravo, certo non mi sembra quello il modo di suonare Tartini, né quello di suonare il la maggiore di Mozart. Poi come bis ha fatto il n.9 di Paganini, che aveva 0 di musicale, sembrava che non vedesse l'ora di finire.

strano che non ti piaccia l'esecuzione di mozart fatta da Ughi...secondo me è proprio materia sua... quanto a Tartini non so cosa hai ascoltato ma se si trattava del trillo del diavolo e non ti è piaciuto allora non so cosa pensare dei tuoi gusti musicali...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
forse dovrei dirtelo in PM, e forse dopo un mese non conta più tanto: ma sei proprio una scassamin**ia tu eh!

l'armata dei cloni ha una nuova alleata :laughingsmiley:

ad ogni modo, ieri sera ho sentito un altro concerto:

Asolo, Chiesa di San Gottardo, ore 20.45

Bela Bartok: Sonata per violino solo

J.S. Bach: Partita n.2 per violino solo BWV 1004

Sonig Tchakerian, violino

un programmino niente male! scommetto che l'80% dei violinisti italiani (compreso un certo tale) non ha le palle neanche di portare una nota della micidiale sonata di Bartok, che lei suona con carisma che non scema nemmeno quando vedi che le esce il sangue dalle dita :laughingsmiley: stranamente però era agitata e nei tempi lenti lo si sentiva. In più qualche incertezza di troppo che lei evidenza con smorfie di insoddisfazione. La Fuga l'ha presa con un tempo un po' da bradipo, ma pulita, tutte le note c'erano, e il suono rotondo come nessun altro. Insomma, prova superata con eccellenza.

Bach: SUBLIME!!!! Raramente ho sentito Bach suonato così bene, tutto a memoria poi. Sembra che il palcoscenico sia la sua casa tanto è l'agio con cui vi si muove. Il suono è di una pulizia sconvolgente, il vibrato è espressivo ma mai invasivo, per non parlare dei passaggi virtuosistici, che le riescono anche mentre si beve il caffé. Niente da dire, dieci e lode.

il Bis richiesto a gran voce dal pubblico, il solito 5o capriccio di Paganini che ormai se lo sogna di notte :D però forse non ce l'aveva prontissimo, gli arpeggi in cadenza stonati e una piccola incertezza verso la fine di quelle 2183091283 note, ma va bene così direi, suonarlo così al diploma vale di sicuro un buon dieci :D

non mi ricordavo di averti già risposto, e mentre leggevo i post sono stata spinta a risponderti di nuovo, non so a cosa ti riferisci rispetto ai cloni ma sicuramente penso che tu invece sia un clown, che sei pieno di boria e che questo indica una certa difficoltà sullo strumento perchè è un atteggiamento tipico dei mediocri (scusa se sono così franca, ma sai è il mio carattere e la mia caratteristica quella di parlare forte e chiaro e mai dietro le spalle) leggo infatti che critichi tutto e tutti quelli che ascolti, un consiglio da "amica" (si fa per dire perchè i miei amici sono solo persone selezionate) ascolta di meno e studia di più

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos

Domenica 21 Settembre 2008

Auditorium Pollini, Padova

Gioacchino Rossini: Terza Sonata in do maggiore per Archi

F.J. Haydn: Concerto in do maggiore per flicorno e orchestra

A. Vivaldi: COncerto per due oboi e orchestra in la minore

J. Arban: Variazioni sul carnevale di Venezia per tromba e orchestra

Bach: Aria dalla Terza Suite per archi (con flicorno solista)

Sergej Nakariakov: flicorno e tromba

I Solisti Veneti

Claudio Scimone

be', insomma il concerto di Monteortone con due brani diversi e un'acustica decisamente migliore :D

simpatica la sonata di Rossini. Nulla di musicalmente fenomenale, con dei passi di violini che fanno accapponare la pelle dalla difficoltà (anche la parte del contrabbasso non scherzava), ma in sostanza nulla di che

il concerto di Haydn è la solita passerella per il "Paganini della tromba". Innanzitutto tutti sono già sul palco e Sergej è rimasto in camerino a farsi gli affari suoi che sono dovuti andare a chiamarlo :D cmq il concerto è sempre splendido, però oggi si è scoperto che Nakariakov è un essere umano :o giacché si è impaperato in un passaggio dove probabilmente gli si è condensata veramente troppa acqua....vabbe', invece di meritarsi un 10, lode e menzione gli diamo solo un 10 e lode :D

il pezzo di Vivaldi era veramente inascoltabile :wacko: i solisti bravi, ma ragazzi...

Arban è il cavallo di battaglia di Sergej, e neanche questa volta ha deluso, tra l'altro nella splendida acustica dell'Auditorium Pollini tutte le notine che lui ovviamente fa sempre giuste si godono dall'inizio alla fine.

Bach, la solita polpetta...

e questa volta il Maestro, a GRAN (ma veramente GRAN) richiesta ci concede qualcosa che assomiglia a un bis, ossia l'ultima variazione di Arban. Segue una standing ovation assordante....

che dire, una garanzia, poi per 6€ un affare che veramente non potevo lasciarmi scappare. Stavolta, tuttavia, nemmeno la bravura dei Solisti Veneti ha saputo supplire all'indecenza della bacchetta di Claudietto, che finalmente oggi, dopo tanti tentativi andati male, è riuscito a mandarli fuori :D

scusate per la recensione scema ma oggi non avevo tanta voglia di scrivere -_-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Domenica 21 Settembre 2008

Auditorium Pollini, Padova

Gioacchino Rossini: Terza Sonata in do maggiore per Archi

F.J. Haydn: Concerto in do maggiore per flicorno e orchestra

A. Vivaldi: COncerto per due oboi e orchestra in la minore

J. Arban: Variazioni sul carnevale di Venezia per tromba e orchestra

Bach: Aria dalla Terza Suite per archi (con flicorno solista)

Sergej Nakariakov: flicorno e tromba

I Solisti Veneti

Claudio Scimone

be', insomma il concerto di Monteortone con due brani diversi e un'acustica decisamente migliore :D

simpatica la sonata di Rossini. Nulla di musicalmente fenomenale, con dei passi di violini che fanno accapponare la pelle dalla difficoltà (anche la parte del contrabbasso non scherzava), ma in sostanza nulla di che

il concerto di Haydn è la solita passerella per il "Paganini della tromba". Innanzitutto tutti sono già sul palco e Sergej è rimasto in camerino a farsi gli affari suoi che sono dovuti andare a chiamarlo :D cmq il concerto è sempre splendido, però oggi si è scoperto che Nakariakov è un essere umano :o giacché si è impaperato in un passaggio dove probabilmente gli si è condensata veramente troppa acqua....vabbe', invece di meritarsi un 10, lode e menzione gli diamo solo un 10 e lode :D

il pezzo di Vivaldi era veramente inascoltabile :wacko: i solisti bravi, ma ragazzi...

Arban è il cavallo di battaglia di Sergej, e neanche questa volta ha deluso, tra l'altro nella splendida acustica dell'Auditorium Pollini tutte le notine che lui ovviamente fa sempre giuste si godono dall'inizio alla fine.

Bach, la solita polpetta...

e questa volta il Maestro, a GRAN (ma veramente GRAN) richiesta ci concede qualcosa che assomiglia a un bis, ossia l'ultima variazione di Arban. Segue una standing ovation assordante....

che dire, una garanzia, poi per 6€ un affare che veramente non potevo lasciarmi scappare. Stavolta, tuttavia, nemmeno la bravura dei Solisti Veneti ha saputo supplire all'indecenza della bacchetta di Claudietto, che finalmente oggi, dopo tanti tentativi andati male, è riuscito a mandarli fuori :D

scusate per la recensione scema ma oggi non avevo tanta voglia di scrivere -_-

:dirol: (viva gli strombazzatori!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) :laughingsmiley:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

messaggio per Fede Rin..os:

come ti permetti di spostarmi le discussioni?

se io le apro in una sezione si vede che voglio pareri di chi frequenta quella sezione in particolare o no? qui ti sto rispondendo ma non so neanche dove mi trovo, invece trovo te particolarmente sgradevole

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos
messaggio per Fede Rin..os:

come ti permetti di spostarmi le discussioni?

se io le apro in una sezione si vede che voglio pareri di chi frequenta quella sezione in particolare o no? qui ti sto rispondendo ma non so neanche dove mi trovo, invece trovo te particolarmente sgradevole

ma che cavolo stai dicendo???

io non ho spostato proprio niente di niente, siccome il topic delle recensioni dei concerti è questo e non ci va mai nessuno ho chiesto gentilmente di poterle postare qua, ma se volete potete anche postarle là, a me sai quanto me ne frega (oltretutto recensioni di quel concerto ne vedo pochette)....

ma tu sei fulminata :o

EDIT vedo che il tuo topic è stato chiuso. Sappi che non sono stato io, quindi evidentemente un moderatore ha ritenuto che fosse meglio che la discussione venisse spostata qua. E ti faccio solo un favore, dato che in sezione Violino non ci viene mai nessuno (e forse capisco anche perché). Ma tu come al solito spari sentenze al veleno senza neanche riflettere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
messaggio per Fede Rin..os:

come ti permetti di spostarmi le discussioni?

se io le apro in una sezione si vede che voglio pareri di chi frequenta quella sezione in particolare o no? qui ti sto rispondendo ma non so neanche dove mi trovo, invece trovo te particolarmente sgradevole

santi numi :scratch_one-s_head:

come ti ha fatto giustamente notare Fede, il topic era doppio. Il forum è libero, chi frequenta la sezione X può frequentare anche la sezione Y, che problemi ci sono? :scratch_one-s_head: Nella risposta di Fede c'era il link e il topic non è stato cancellato, proprio per permetterti di orientarti. Per motivi di spazio si evitano i topic doppioni. Sottolineo che Fede non è moderatore.

Ricordo, una volta di più, prima di aprire una discussione di controllare bene il forum, di leggere gli indici e, nel caso si abbia qualche dubbio, di scrivere al moderatore di sezione o ad altro responsabile del forum (e, ovvio, dopo aver letto con attenzione e stabilito con sicurezza chi modera). Le risposte polemiche tra user non sono tollerate. Per gli scazzi, usare un MP (= Messaggio Privato).

Grazie :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi spiace leggo solo ora la tua risposta, ancora non so dove mi trovo, ho ripreso l'accesso tramite la discussione precedente, non so che tipo di discussione sia questa, non l'avevo mai notata e non la saprei ritrovare, lo so che sono un po' tonta, io dico solo che se un utente apre una discussione in una sezione avrà le sue ragioni, non è carino che puff all'improvviso si ritrovi da un'altra parte senza sapere come ci è arrivata, almeno chiedete all'interessato se pensa che possa essere utile spostargliela no?, non mi pare che qui abbia avuto maggiore successo visto che non è stato inserito nessun commento interessante all'argomento, forse senza pensare che Uto Ughi non interessi a nessuno io sono più pronta a pensare che il forum sia frequentato da persone di altre regioni... (altra spiegazione sarebbe quella che nessuno va ai concerti... ma no, non è possibile!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
non mi pare che qui abbia avuto maggiore successo visto che non è stato inserito nessun commento interessante all'argomento, forse senza pensare che Uto Ughi non interessi a nessuno io sono più pronta a pensare che il forum sia frequentato da persone di altre regioni... (altra spiegazione sarebbe quella che nessuno va ai concerti... ma no, non è possibile!)

potrebbe essere :D Oppure, che il pubblico è effettivamente formato da persone troppo in là con gli anni e che non sanno usare internet... e di conseguenza neppure sanno come scrivere in un forum :scratch_one-s_head: Di sicuro, dove vivo io non ci sono concerti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
potrebbe essere :D Oppure, che il pubblico è effettivamente formato da persone troppo in là con gli anni e che non sanno usare internet... e di conseguenza neppure sanno come scrivere in un forum :scratch_one-s_head: Di sicuro, dove vivo io non ci sono concerti.

di sicuro io sono in là con gli anni e così non so usare il forum, non so scriverci sopra e sono abbastanza ignorante in tante altre cose...sicuramente però una cosa la so: sono molto più fortunata di te, nonostante mi consideri una sfigatella come dice qualcuno, perchè invece dove vivo io i concerti ci sono e qualche volta mi capita pure di andarci! :laughingsmiley:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

comunque imparo in fretta: la buona notizia è che ho scoperto dove si trova questa discussione e vi ho preso accesso dalla porta principale! :thumbsup_still:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
di sicuro io sono in là con gli anni e così non so usare il forum, non so scriverci sopra e sono abbastanza ignorante in tante altre cose...sicuramente però una cosa la so: sono molto più fortunata di te, nonostante mi consideri una sfigatella come dice qualcuno, perchè invece dove vivo io i concerti ci sono e qualche volta mi capita pure di andarci! :laughingsmiley:

nessun problema, carletta. I moderatori ci sono anche per dare informazioni. Se hai difficoltà di qualsiasi genere basta chiedere, siamo qua per questo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TEATRO MUMICIPALE "ROMOLO VALLI" DI REGGIO NELL'EMILIA, SABATO 15 NOVEMBRE 2008, ORE 21:00.

Wolfgang RIHM:

Hölderlin-Fragmente. 9 Lieder per voce e pianoforte su testi di Friedrich Hölderlin (1977).

Arnold SCHÖNBERG:

Ode to Napoleon Buonaparte su testo di George Byron per voce recitante, archi e pianoforte, Op41 (1942).

Verklärte Nacht. Poema sinfonico (parafrasi) in Re minore da testo di Richard Dehmel, Op4 (1899).

Nicholas Isherwood, baritono e voce recitante.

FontanaMix Ensemble.

Francesco La Licata, direttore.

Concerto eseguito nell'ambito della rassegna sulla Musica Contemporanea "REC Festival", rivelatosi molto interessante per l'ottimo abbinamento presentato tra i diversi pezzi. In apertura, il baritono Nicholas Isherwood, accompagnato al pianoforte da Stefano Malferrari, ha eseguito i 9 Hölderlin-Fragmente di Rihm. Il Neoromanticismo (o Neoespressionismo che dir si voglia) dell'autore tedesco è emerso soprattutto nei momenti quasi tonali dell'accompagnamento pianistico, caratterizzato anche da dinamiche estreme ed ampio sfruttamento delle estremità della tastiera. La scrittura vocale, asciutta e sospesa costantemente tra il canto vero e proprio e lo sprechgesang, accompagna perfettamente il carattere frammentato ed angoscioso dei versi di Hölderlin e la 'recitazione cantata' del baritono americano è stata adeguata alla situazione, anche se forse un po' troppo plateale. L'Ode to Napoleon Buonaparte di Geroge Byron è stata forse letta da Schönberg come una critica ante-litteram alla dittatura nazista: certi versi paiono quasi parlare di Hitler (Ill-minded man! why scourge thy kind / Who bow'd so low the knee?). Troviamo di nuovo Isherwood (stavolta nel ruolo di voce recitante) e Malferrari, cui s'aggiungono Paolo Chiavacci e Violetta Mesoraca (violini), Corrado Carnevali (viola) e Sebastiano Severi (violoncello). Il direttore, Francesco La Licata, ha azzeccato in pieno l'approccio alla partitura, volto ad esaltare da una parte le ascendenze da Wagner (dettati tonali sempre più affievoliti ed, a questo punto, ormai 'esplosi' e integrazione sempre maggiore tra Musica e Teatro, giunta ad un punto tale che ormai il 'recitar cantando' esistito sin dai tempi di Monteverdi viene sostituito dallo Sprechgesang, di fatto un 'cantar recitando') e dall'altra i punti di vista avanguardistici (restringimento dell'organico a livelli cameristici). Meno plateale, ma non per questo meno efficace, la recitazione di Isherwood. Infine, la bellissima Verklärte Nacht a concludere il programma. Al quartetto d'archi prima citato s'aggiungono Olga Arzilli (viola) e Viola Mattioni (violoncello). Giustamente, s'è quindi deciso di eseguire la versione originale per sestetto d'archi, più criptica e 'grezza' della versione per orchestra d'archi ma più incisiva e 'futuristica', sia per l'organico ridotto sia per l'utilizzo audace di tutte le risorse timbriche degli strumenti.

Originalissima l'idea degli organizzatori di far sedere sia i musicisti che gli spettatori sul palco: l'approccio ad un repertorio non particolarmente usuale è risultato così più coinvolgente e stimolante. In pratica, un concerto eccellente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MAURIZIANO, REGGIO NELL'EMILIA, SABATO 6 DICEMBRE 2008, ORE 21:00.

Georg Friderich HÄNDEL: Sonata per flauto n.°7 in Do maggiore, Op1/7.

Paolo Benedetto BELLINZANI: Sonata a 3 in Do minore.

Girolamo FRESCOBALDI: La Bernardina. Canzona per flauto (violino) e clavicembalo (organo).

Johann Sebastian BACH: Suite per violoncello solo n.°3 in Do maggiore, BWV1009 (estratti).

Georg Phillip TELEMANN: Triosonata in Fa maggiore per flauto (violino od oboe), viola da gamba (violoncello o fagotto) e Continuo.

Ensemble Frau.

Concerto svoltosi nell'ambito di una rassegna dell'Hirmos (associazione di cultura musicale di Reggio Emilia) per la diffusione della Musica da camera. Suggestiva l'ambientazione, costituita dalla villa Mauriziana che fu tra l'altro residenza di Ludovico Ariosto. Ambientazione tra l'altro molto adatta all'esecuzione del repertorio cameristico del Barocco, come noto sovente dedicato all'esecuzione in casa da parte di nobili 'dilettanti'. In apertura, la settima Sonata per flauto di Händel, in 5 movimenti (Larghetto/Allegro/Larghetto/Gavotte/Allegro). Ottima l'intesa tra il dolcista (meritevole tra l'altro di una menzione: pur essendo il suo strumento principale il clarinetto ed avendo imparato la tecnica del flauto dolce da autodidatta, ha mostrato un'intonazione eccellente ed un'elevata sicurezza nella diteggiatura), qui impegnato al flauto dolce contralto, ed i continuisti. Particolarmente azzeccato è stato il pizzicato del violoncello nelle ultime battute del terzo movimento. Pur essendo stato principalmente un autore di Musica vocale, Bellinzani ha lasciato scritte anche Sonate da camera (soprattutto a 2 ed a 3 voci) e da Chiesa (soprattutto a 4 voci). La Triosonata presentata in questa sede, in 4 movimenti (Adagio/Allegro/Adagio/Allegro) presenta una voce principale con due d'accompagnamento: al Continuo s'affianca una voce 'tenore', qui sostenute rispettivamente dalla spinetta e dal violoncello. Bellissimo il pezzo successivo, la Canzona La Bernardina di Frescobaldi, per flauto dolce soprano e clavicembalo, caratterizzata da un profilo più melodico che non virtuosistico, segno di una ricerca di affetti cantabili da parte del compositore. Della terza Suite per violoncello di Bach sono stati eseguiti 3 movimenti: Prélude, Allemande e Gigue. Perfetta l'esecuzione da parte del giovane violoncellista, dotato d'una personalità artistica prorompente qui finalmente espressa a pieno, così come nel'ultimo pezzo in programma, una Triosonata di Telemann in 3 movimento (Vivace/Mesto/Allegro) con la viola da gamba sostituita dal violoncello. Buona la scelta di un'esecuzione piuttosto lenta del primo movimento, impeccabile il duetto tra il dolcista ed il violoncellista, sempre ben sostenuti dal Continuo della spinetta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualcuno è stao all'auditorium santa cecilia di Roma ieri sera al concerto di Radu Lupu e mi sà dire come è stato?

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos

Domenica 1 Febbraio 2009, ore 11

Auditorium Pollini

Igor Stravinsky: Suite da L'Histoire du Soldat

Olivier Messiaen: Quatuor pour la fin du temps

Davide de Ascaniis: violino

Francesco Spendolini: clarinetto

Damiano Scarpa: violoncello

Daniele Rinaldo: pianoforte

Santo Cielo! Se penso che certi impiastri vengono passati per bambini prodigio, mi viene la pelle d'oca. Questi tre ragazzi sono veramente qualcosa di incredibile (il piu' vecchio ha 28 anni, il piu' giovane 17!!). Il brano di Stravinsky è stato eseguito in maniera veramente impeccabile, non un attacco fuori luogo, passaggi virtuosistici eseguiti con facilità, insieme perfetto, grandissima presenza scenica. Nulla da dire.

Ma poi, il Quatuor. Devo dire che l'inizio non è stato dei migliori, forse la Liturgie poteva essere piu' sentita. Però dal secondo movimento in poi, veramente commovente. I brani per violino e pianoforte e per violoncello e pianoforte, di una difficoltà allucinante per il controllo dell'arco e del cantabile, sono stati eseguiti come veramente pochi al mondo fanno. Intonatissimi, l'arco non ha mai tremato, e soprattutto molto profondo e musicale. Nella Danza della furia delle trombe c'è stato qualche problemuccio di insieme, ma tutto sommato comprensibilissimo, essendo tutti sempre all'unisono.

Mi ha veramente colpito la maturità musicale di questi ragazzi (che tra l'altro conosco bene) nell'affrontare un pezzo di una difficoltà talmente bestiale. Che erano bravi si sapeva, ma che avrebbero saputo veramente piegare un critico stronca-tutti come me :D, proprio no. Che dire? La meglio gioventu'.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×