Vai al contenuto
maximilen

Ciaikovskij

Recommended Posts

Si, la quarta è bella davvero, ascolta l'andante o il finale scoppiettante. Altro capolavoro è la serenata per archi op.48, sembra un omaggio al divino Mozart che il nostro tanto amava, lo chiamava il Dio della musica. Stupendi tutti e quattro in assoluto i movimenti, se mi mettono alle corde dico che il secondo è il più bello o no?

La serenata non è in 6 movimenti :scratch_one-s_head: ? Perchè mi sembra di avere il 5° e il 6° diretti da Furtwängler.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La serenata non è in 6 movimenti :scratch_one-s_head: ? Perchè mi sembra di avere il 5° e il 6° diretti da Furtwängler.

No, è in quattro tempi. Te li riepilogo: Andante-Allegro, Valse, Elegia, Finale-tema russo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aveva i miei stessi gusti, da wikipedia:

Diversamente dai colleghi russi, Čajkovskij studiò per tutta la vita la musica occidentale – dal prediletto Mozart (mentre è noto che non amasse particolarmente Beethoven, e in particolare il Beethoven della maturità) agli operisti italiani, dai romantici tedeschi (Schumann certamente il più amato, e preferito al "rivale" Johannes Brahms) alla nuova scuola francese di Bizet e Massenet – riuscendo a dare alla sua arte un respiro decisamente internazionale. In questo senso, la sua figura di artista aperto, capace di assorbire e rielaborare qualsiasi linguaggio e qualsiasi forma musicale, è fondamentale sia in ambito romantico, sia per la comprensione del futuro percorso artistico di Igor' Fëdorovič Stravinskij.

Poi Cajkovskij in ogni campo ha lasciato capolavori, è mille volte più completo dei suoi colleghi, che non hanno composto molto. Magari Borodin è anche sinfonico, ma inferiore in questo campo al nostro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Segnalo qui il mio articolo sulla "Patetica" di Ciajkovskij, sul numero 27 della rivista di culture e immaginario di massa "Quaderni d'Altri Tempi": http://www.quadernidaltritempi.eu/rivista/numero27/disco/disco13.htm. Considerate che è un articolo di un appassionato non specialistica per un pubblico di persone che s'interessa di tutt'altro. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chiedo quì senza aprire un altro topic...dato che pianisticamente conosco poco il sig. Cajkovskij chi mi può consigliare qualcosa da cui iniziare? Chi sono stati i migliori interpreti della sua musica pianistica? Grazie in anticipo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono due belle sonate: la n. 2 in do diesis minore opera postuma e la n. 3 op. 37. Ma il Ciaikovsky più significativo in campo pianistico è quello delle numerose raccolte di brevi pezzi. La più famosa è Le Stagioni op. 37 bis.

Per gli interpreti, si trovano abbastanza facilmente alcune bellissime registrazioni di Sviatoslav Richter (celeberrime le sue incisioni della sonata op. 37 e di una selezione delle Stagioni), di Emil Gilels e di Mikhail Pletnev. Viktoria Postnikova ha realizzato l'integrale dell'opera pianistica di Ciaikovsky.

Sono molto curioso di sentire l'incisione dei 18 pezzi op. 72 fatta per la Ohems da Igor Kamenz, grandissimo pianista che ha inciso molto poco e che alle aleatorietà della vita musicale associa le sicurezze che gli offre la gestione di un distributore di benzina ad Amburgo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono due belle sonate: la n. 2 in do diesis minore opera postuma e la n. 3 op. 37. Ma il Ciaikovsky più significativo in campo pianistico è quello delle numerose raccolte di brevi pezzi. La più famosa è Le Stagioni op. 37 bis.

Per gli interpreti, si trovano abbastanza facilmente alcune bellissime registrazioni di Sviatoslav Richter (celeberrime le sue incisioni della sonata op. 37 e di una selezione delle Stagioni), di Emil Gilels e di Mikhail Pletnev. Viktoria Postnikova ha realizzato l'integrale dell'opera pianistica di Ciaikovsky.

Sono molto curioso di sentire l'incisione dei 18 pezzi op. 72 fatta per la Oehms da Igor Kamenz, grandissimo pianista che ha inciso molto poco e che alle aleatorietà della vita musicale associa le sicurezze che gli offre la gestione di un distributore di benzina ad Amburgo.

io sono indeciso tra questa incisione e quella di Pletnev su DG...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono due belle sonate: la n. 2 in do diesis minore opera postuma e la n. 3 op. 37. Ma il Ciaikovsky più significativo in campo pianistico è quello delle numerose raccolte di brevi pezzi. La più famosa è Le Stagioni op. 37 bis.

Per gli interpreti, si trovano abbastanza facilmente alcune bellissime registrazioni di Sviatoslav Richter (celeberrime le sue incisioni della sonata op. 37 e di una selezione delle Stagioni), di Emil Gilels e di Mikhail Pletnev. Viktoria Postnikova ha realizzato l'integrale dell'opera pianistica di Ciaikovsky.

Sono molto curioso di sentire l'incisione dei 18 pezzi op. 72 fatta per la Ohems da Igor Kamenz, grandissimo pianista che ha inciso molto poco e che alle aleatorietà della vita musicale associa le sicurezze che gli offre la gestione di un distributore di benzina ad Amburgo.

Grazie mille :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest zeitnote

Oggi passerò in negozio e deciderò all'impronta se prenderlo o no...

0028947786993.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Zeit, posso dirti la mia?

Di questa collezione ho i tre dischi coi poemi sinfonici, ne ho ascoltato uno e mi è parso poco costante.

Il Romeo e Giulietta, per evitare sentimentalismi finisce per metter da parte le emozioni: suono orchestrale magnifico, registrato sovranamente, ma "fortissimi" che sono semplicemente dei FF con poca anima, così come lievemente svuotate sono le grandi espansioni liriche. Mi sembra insomma una bella esposizione chiarissima della musica di questo poema.

Un po' lo stesso discorso con la Francesca da Rimini, mentre sono belli il Voyvoda (specie nel ritmo) e la Tempesta.

Questo il mio parere molto parziale, dettato da un ascolto molto parziale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A proposito di musica pianistica, qualcuno conosce questo boxino? A dir la verità non mi ispira granché...

51mg37x%2BKLL._SL500_AA300_.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A proposito di musica pianistica, qualcuno conosce questo boxino? A dir la verità non mi ispira granché...

51mg37x%2BKLL._SL500_AA300_.jpg

Ponti è un onestissimo bravo pianista (fra l'altro vincitore di un premio Busoni, competizione che ha quasi sempre lanciato pianisti non banali), specializzato in un repertorio vastissimo e poco usuale. Una specie di Neeme Jarvi della tastiera. Non conosco il suo Ciaikovsky ma suppongo che sia almeno dignitoso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se tu non possedessi ancora questo cofanetto...

41hawrjnETL._SL500_AA240_.jpg

...sarebbe imperdonabile.

Ecco, questo avrei voluto prenotarlo per Natale, ma disgraziatamente l'immagine postata da Eduard non si vede più. Quale cofanetto era?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco, questo avrei voluto prenotarlo per Natale, ma disgraziatamente l'immagine postata da Eduard non si vede più. Quale cofanetto era?

Oddio, la memoria non mi assite più come una volta, ma forse era questo...

51z4Jd3YWEL._SL500_AA300_.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Assolutanente no! Nella Karajan Symphony Edition ci sono anche le sinfonie di Beethoven, Mendelssohn, Schumann, Brahms, Bruckner e le principali sinfonie di Mozart e Haydn. Tanto vale puntare direttamente alla preda grossa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Temo che non lo vendano più, era un'edizione limitata. Su Amazon si trova, ma non a prezzo stracciato.

Stesso discorso per la Messiaen Edition DG, che però costa molto, molto di più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esprimo qui per bene una mia opinione che di sicuro può fare da spunto per una discussione (o per qualche insulto :D): non vi sembra che Ciaicovskij sia molto debole nello sviluppo dei temi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non essendo un esperto, mi limito a postare la mia opinione da ascoltatore. Magari "debole" è eccessivo. Tutt'al più direi che non è all'altezza di Beethoven, ma si difende bene. :thumbsup_still:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non essendo un esperto, mi limito a postare la mia opinione da ascoltatore. Magari "debole" è eccessivo. Tutt'al più direi che non è all'altezza di Beethoven, ma si difende bene. :thumbsup_still:

Beh, all'altezza di Beethoven direi che non ce ne sono molti :D. Comunque io avevo detto "molto debole", forse "debole" è più corretto :lol:.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, all'altezza di Beethoven direi che non ce ne sono molti :D. Comunque io avevo detto "molto debole", forse "debole" è più corretto :lol:.

Well, io ho menzionato Beethoven perché so per certo che era un mostro un tal senso. Volevo citarne altri (Liszt, Brahms, Ravel) ma non ero certo che il mio intuito mi avesse suggerito opzioni corrette. :laughingsmiley:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esprimo qui per bene una mia opinione che di sicuro può fare da spunto per una discussione (o per qualche insulto :D): non vi sembra che Ciaicovskij sia molto debole nello sviluppo dei temi?

Basta pensare che il buon Piotr è un ottimo melodista ed un egregio illustratore, a volte un po' chiassoso (pensa al Capriccio Italiano o alla Marcia Slava, per non parlare della 1812), ma anche i suoi eccessi ci possono stare perché conosce bene l'animo umano e sa come prenderlo...meglio allora lasciare il mestiere di costruttori ad altri ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Basta pensare che il buon Piotr è un ottimo melodista ed un egregio illustratore, a volte un po' chiassoso (pensa al Capriccio Italiano o alla Marcia Slava, per non parlare della 1812), ma anche i suoi eccessi ci possono stare perché conosce bene l'animo umano e sa come prenderlo...meglio allora lasciare il mestiere di costruttori ad altri ;)

Ma l'arte è fatta anche di tecnica. Questo non impedisce che un autore possa piacere o che addirittura diventi popolarissimo. Io volevo invece proprio imbastire un discorso tecnico su Ciaicovskij perchè è la spiegazione che mi son dato allo scarso apprezzamento che ho per lui. E a naso mi vien da pensare che invece potrebbe piacermi nelle opere, dove forse i suoi pregi possono risaltare meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esprimo qui per bene una mia opinione che di sicuro può fare da spunto per una discussione (o per qualche insulto :D): non vi sembra che Ciaicovskij sia molto debole nello sviluppo dei temi?

Così su due piedi mi viene in mente la quinta sinfonia dove il tema principale riappare un po' in tutte le salse, ma per il resto direi anche io che Piotr (Tchaikovsky è troppo lungo da scrivere), non eccella sotto questo aspetto, ma non solo... tra i compositori celeberrimi è senza dubbio un "minore".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Così su due piedi mi viene in mente la quinta sinfonia dove il tema principale riappare un po' in tutte le salse, ma per il resto direi anche io che Piotr (Tchaikovsky è troppo lungo da scrivere), non eccella sotto questo aspetto, ma non solo... tra i compositori celeberrimi è senza dubbio un "minore".

Un parere del genere (forse ci anche più pesante), lo esprime anche Confalonieri (critico col quale vado molto d'accordo stando a quanto ho letto su Bruckner sulla sua storia della musica). Per il resto la 5° sinfonia la ricordo come un ascolto esasperante l'ultima volta che l'ho sentita... La risentirò comunque.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×