Vai al contenuto
BaBi_YAR

L'ultimo CD acquistato (musica classica)

Recommended Posts

Non è un CD, ma vabbè...

51QDtbzgXoL._SY346_.jpg

Gli animali non sono macchine. Provano sentimenti profondi solo in parte determinati dall'istinto. E li esprimono secondo rituali dell'istinto ma anche con una soggettività che nasce dalle esperienze e dall'intensità con la quale li sentono. Ogni animale ha la sua personalità, e lo sanno tutti quelli che vivono con un cane, un gatto, un uccello. La poesia - verso, narrazione, musica, immagine - è un altissimo strumento per capire, oltre che per affrontare, il mondo e la vita: manifesta e narra tale verità. Nel libro incontriamo delfini, balene, orche, cani, lupi, gatti, asini, cavalli, volpi, elefanti, cervi, giovenche, buoi, vacche, maiali, cinghiali, caproni, capre, agnelli, tigri, leoni, pantere, linci, furetti, scimmie, scoiattoli, foche, cammelli, canguri, topi, ricci, tassi, donnole, pipistrelli, usignoli, allodole, cuculi, cigni, upupe, albatri, falchi, aquile, gufi, civette, gazze, cardellini, anatre, oche, galline, galli, capponi, pappagalli, corvi, colombe, rondini, alcioni, gabbiani, pavoni, merli, tacchini, api, formiche, zanzare, ragni, libellule, rane, rospi, serpenti, tartarughe, pesci, seppie. Draghi e creature fantastiche che condividono le due nature: centauri, fauni, driadi, cavalli alati. Dei e le loro metamorfosi. Cantori divini che ammaliano bestie, piante, pietre. Questo è un racconto sulla reincarnazione poetica del mondo animale: ma un racconto non sistematico. L'autore lo ha scritto liberamente, passeggiando fra le arti lungo un'intera vita. La pagina di Paolo Isotta dipinge una Natura eterna e sempre nuova, pur se mai come ora minacciata; e i simboli antichi che in musica e in letteratura accompagnano gli animali. E mostra che la grande arte canta, con la comune origine, la nostra fratellanza. Il libro è dedicato "A tutti quelli che lottano contro la caccia, in cielo, sulla terra, nel mare".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Amazon Logistics consegna anche il sabato :wub:

51Nqbzrm5nL._SS500.jpg

51H9QbW3d-L._SS500.jpg

(L'ultimo preso soprattutto per sentire incisioni molto recenti di capolavori sacri di Stravinsky di rara audizione)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On ‎04‎/‎11‎/‎2017 at 20:10, Wittelsbach dice:

A beneficio di @Madiel, il contenuto

81769i4j6aL._SL1200_.jpg

bello, bello, bello ! :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, il viandante del sud dice:

 

         Samuel Barber: An American Romantic

Ottimo SACD di curiosità barberiane per coro a cappella e piccola orchestra, edito dalla divisione americana della Harmonia Mundi. Pagine eseguite con trasporto ed efficacia dall’ensemble vocale texano Conspirare, diretto da Craig Hella Johnson. Gemma rarissima A Stopwatch and an Ordnance Map, per me tra i capolavori barberiani.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 15/11/2017 at 16:06, Ives dice:

Ottimo SACD di curiosità barberiane per coro a cappella e piccola orchestra, edito dalla divisione americana della Harmonia Mundi. Pagine eseguite con trasporto ed efficacia dall’ensemble vocale texano Conspirare, diretto da Craig Hella Johnson. Gemma rarissima A Stopwatch and an Ordnance Map, per me tra i capolavori barberiani.

Ricordo che ne discutesti tempo addietro, non vedo l'ora di ascoltarlo!

Intanto oggi...

Risultati immagini per donizetti sinfonie           Immagine correlata

 

Cilea: Compete Piano Music             Musica Da Camera

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
51 minuti fa, Wittelsbach dice:

516SRTM7plL._SR600,315_PIWhiteStrip,Bott

Ci avevo fatto un pensierino giorni fa, quando Amazon.co.uk lo dava scontatissimo per il Black Friday. Ma in un moto d'orgoglio anticonsumistico ho rinunciato per non portarmi a casa un'altra caterva di doppioni. Un po' me ne dolgo, perché, fra le cose che non ho, ce ne sono alcune interessantissime.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Adesso, giobar dice:

Ci avevo fatto un pensierino giorni fa, quando Amazon.co.uk lo dava scontatissimo per il Black Friday. Ma in un moto d'orgoglio anticonsumistico ho rinunciato per non portarmi a casa un'altra caterva di doppioni. Un po' me ne dolgo, perché, fra le cose che non ho, ce ne sono alcune interessantissime.

Infatti l'ho preso lì. Io non avevo nessuno di quei dischi, so che è vergognoso ma è così.
Dunque ho comprato, malgrado gli original jacket non siano proprio la mia tazza di tè.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, Wittelsbach dice:

 

Infatti l'ho preso lì. Io non avevo nessuno di quei dischi, so che è vergognoso ma è così.
Dunque ho comprato, malgrado gli original jacket non siano proprio la mia tazza di tè.

Se non avevi niente, hai fatto un affare. Al di là dell'elevatissima qualità media delle esecuzioni, alcune sono quasi imprescindibili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Wittelsbach dice:

516SRTM7plL._SR600,315_PIWhiteStrip,Bott

Il periodo Philips di Ozawa è, per me, molto fiacco. Non conosco tutto, ma, ad esempio,  il ciclo Mahler va molto a corrente alternata; Strauss trascurabile; proprio brutto lo Stravinsky vocale. Si salvano i Gurrelieder, i dischi di Takemitsu e qualcosa coi Wiener. I dischi più recenti li ignoro (tipo Britten, Bartok).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

5 minuti fa, Ives dice:

Il periodo Philips di Ozawa è, per me, molto fiacco. Non conosco tutto, ma il ciclo Mahler va molto a corrente alternata; Strauss dimenticabile; proprio brutto lo Stravinsky vocale. Si salvano i Gurrelieder, i dischi di Takemitsu e qualcosa coi Wiener.

Invece secondo me Strauss è molto valido e ha parecchi motivi di interesse: una lettura per molti versi non convenzionale ma, proprio per questo, interessante.. Fra i dischi coi Wiener quello di Rimsky è superlativo. Eccellenti anche Poulenc, Orff e Britten. Un caso a sé il disco con la Mullova, che costitusce uno di quei rarissimi abbinamenti solista-direttore in cui tutto funziona in modo meraviglioso. Non conosco lo Stravisnky vocale, di cui però ho sentito parlare bene, così che mi stupisce la tua stroncatura. Quanto a Mahler, conosco solo la Prima (normale) e la Seconda (stupenda); ho anche la Quinta ma non l'ho ancora ascoltata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

curiosa coincidenza, stasera anche io ho preso un disco con Ozawa!

Risultati immagini per ozawa mahler sony

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ives dice:

Il periodo Philips di Ozawa è, per me, molto fiacco. Non conosco tutto, ma, ad esempio,  il ciclo Mahler va molto a corrente alternata; Strauss trascurabile; proprio brutto lo Stravinsky vocale. Si salvano i Gurrelieder, i dischi di Takemitsu e qualcosa coi Wiener. I dischi più recenti li ignoro (tipo Britten, Bartok).

Tu per cosa voti? Dg? RCA?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×