Vai al contenuto
Peperoncin@

Concerti per pianoforte e orchestra

Quale di questi preferite?Ovviamente con un messaggio specificate a quale concerto vi riferite ^_^  

157 voti

  1. 1. Quale di questi preferite?Ovviamente con un messaggio specificate a quale concerto vi riferite ^_^

    • Ravel
      12
    • Mozart
      23
    • Rachmaninov
      37
    • Prokofiev
      7
    • Beethoven
      27
    • Liszt
      10
    • Chopin
      13
    • Schumann
      7
    • Grieg
      2
    • Poulenc
      1
    • Busoni
      4
    • Skalkottas
      2
    • Bartok
      0
    • Shostakovich
      0
    • Brahms
      5
    • Weber
      1
    • Cowell
      1


Recommended Posts

Inizio io votandone 4 nel messaggio, solo uno (purtroppo) nel sondaggio ghghgh

Ravel (sol maggiore)

Prokofiev (terzo concerto)

Poulenc (concerto per piano e orch. e concerto per due pianoforti e orch.)

Rachmaninov (concerto n. 2)

Ovviamente ne ho omessi diversi, ma li aggiungerete voi con i vostri messaggi ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho votato Rachmaninov. In aggiunta ai celeberrimi concerti nn. 2 e 3, ho rivalutato molto il n. 1 in fa diesis minore. Il n. 4, invece, non trova lo stesso gradimento che riservo ai precedenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inizio con Beethoven, concerto per paino n.4, ed ho votato per Beethoven appunto.

Ma capolavori assoluti sono il Rach2, il KV466, KV467, KV481,il KV 595 di Mozart (e ne ho tralasciati altri), il concerto di Schumann , ravel in sol maggiore, il n.1 di chopin, entrambi quelli di Liszt. Meno belli, ma sempre eccellenti il 3 e 5 di Beethoven.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Faccio una postilla, se mi è concesso :P : manca nelle scelte Brahms, il che è abbastanza grave. Il concerto n. 2 è fra i capolavori della letteratura pianistica, ed annche il n.1 non è da meno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai ragione e chiedo umilmente scusa, sebbene io abbia precisato ke OVVIAMENTE ne mancavano visto ke il limite delle voci da inserire era di 10....

Cmq io ho avuto questa mancanza e tu hai usato quell'orrenda abbreviazione "Rach2".....siamo pari ^_^ ghghgh

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao! Io ho votato Mozart.... ero così indeciso con Rachmaninov però...

oltre a quelli scritti da Kogan (ehi Kogan, il K481 non è mica un conc per piano!quale intendevi?) aggiungerei il K482, il K488(magnific!!) il K503 (ancora più magnific!!)e poi via, il K449!

Di Rahmaninov naturalmente mi sarei riferito al secondo e terzo concerto!!

Sono contento di aver visto anche Poulenc!! vero, gran bei concerti quei due!!!!

cito anche Rimsky-Korsakov ed il suo concerto in do diesis minore, certo non alla stregua degli altri, molto breve, ma essenziale, piaceva molto a Rachmaninov!! (anche se coi suoi condivide poco)

E poi aggiungo anche il primo concerto di Shostakovich, che è davvero MERAVIGLIOSO !!!!!!

poi avete ragione, ne mancano così tanti.... :)

ciao!! :P

p.s ehi pensate un po' i conc degli altri abbreviati....tipo "Moz25" "BEE3" "Prok1"... :) eheheh (..scherzo...!) ma da dove arrivava poi quell'abbreviazione di Rachmaninov? avevo visto anche un cd in cui compariva persino in copertina abbreviato così!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chiedo venia per il Rach2, capolavoro; e ho sbagliato a digitare i numeri sulla tastiera....... era chiaramente il Kv 482. Scusate...anche se su Rachmaninov è da sempre invalso quest'uso di abbreviare i nome, associandolo ai concerti per piano ed orchestra da questi composti. Anche nel film "Shine" si parlava di "Rach3", fra gli appassionati esperti o meno c'è quest'uso...chissà perchè?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Chiedo venia per il Rach2, capolavoro; e ho sbagliato a digitare i numeri sulla tastiera....... era chiaramente il Kv 482. Scusate...anche se su Rachmaninov è da sempre invalso quest'uso di abbreviare i nome, associandolo ai concerti per piano ed orchestra da questi composti. Anche nel film "Shine" si parlava di "Rach3", fra gli appassionati esperti o meno c'è quest'uso...chissà perchè?

Veramente io sento questa abbreviazione da quando è uscito il film "Shine" (che tra l'altro nn mi è nemmeno piaciuto granchè)......e a parer mio è terribile :blink:

"Rach2" "Rach3"......sembrano le sigle che usano nei laboratori d'analisi :P ghghgh

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se non fossi stata imbranata avrei votato per Chopin! Ma purtroppo mi sono inceppata col computer e ho spinto tasti sbagliati. Qualcuno sa fare qualcosa?

Cmq... bello il secondo di Chopin!!!

Ma anche il terzo di Beethoven, quello di Schumann, e alcuni di Mozart (soprattutto il K466, K467 e K488). Ma nessuno è da buttare!

E di quelli di Mendelsshon che ne dite? Io veramente li conosco poco, voi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di Mendelsshon conosco bene il primo, perkè l'ho studiato per il diploma, è molto bello, difficilotto, anke perkè il piano suona praticamente sempre :P ghghgh.....ma in questo momento sono orientata + verso i compositori post-romantici, moderni e contemporanei.....per questo colgo l'occasione e vorrei proporvi di ascoltare il concerto per pianoforte e orchestra d'archi di Schnittke.....ho ascoltato casualmente alla radio un'esecuzione di Boris Petrushaskj, e ne ho una sul pc ma purtroppo non so di ki è :(

ciauz ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beethoven il n.4. L'Adagio è una delle musiche che più mi ha impressionato al primo ascolto. Personalmente non ho mai ascoltato un dialogo migliore tra solista e orchestra. Insomma, il paradigma del "concerto"!

Andando un pò indietro nel tempo il KV 467 di Mozart. Ogni volta che mi trovo a consigliare "il primo disco" per neofiti lo indico. Secondo me è un miracolo di equilibrio, meraviglioso da ascoltare per chiunque, anche quelli con la scorza più dura :rolleyes: , ma molto profondo allo stesso tempo.

Tra i romantici Schumann. Anzi secondo me quella è proprio la musica romantica per antonomasia.

Ovvio ce ne sono tanti altri, già indicati da altri, ma è stata chiesta una classifica... :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao io ho votato Rachmaninoff (in particolare il concerto n.2) però l'ho scelto dopo tanti ripensamenti perchè ce ne sono tanti altri che mi piacciono.

Mendelssohn (il primo), Mozart (kv.491), Beethoven (quello in sib in modo particolare)....

però ho notato che "tanti" hanno votato il Concerto in sol di Ravel che, ahimè, io non conosco...

provvederò al più presto ;)

ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bellissimo!!

soprattutto L'Adagio è da brividi!!

per quanto riguada il primo tempo ho pensato (considerate che non conosco Ravel):

tmmm...certi punti sembra Gershwin...mooolto jazz...boh...magari è un'idiozia...

invece leggendo qua è là sul forum ho notato questo:

http://adamolussana.com/forum/index.php?showtopic=86

che confermava tutte le mie impressioni...!!

cmq gran capolavoro...

p.s. (contenta peperoncina mi sembravi la più ansiosa di sapere!)

ciao!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è affatto un'idiozia ;)

del resto Ravel e Gershwin vengono dalla stessa scuola di Nadia Boulanger ;)

Il secondo tempo è grandioso......come forse ho già detto è il + bel secondo tempo ke abbia mai ascoltato :)

non ero ansiosa.......mi stupiva il fatto ke ki l'ascoltasse per la prima volta non avesse nulla da dire :o:P

ciauz ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:D d'accordissimo riguardo al jazz nel primo tempo e alla bellezza cristallina del secondo tempo! :lol: Sempre in riferimento agli influssi d'oltre oceano pensa che Ravel ha scritto anche una sonata per violino e pf che ha come secondo tempo un blues! STU PEN DO!!! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io ho votato Ravel ma con poca convinzione ad essere sincero. I suoi concerti per pianoforte mi piacciono molto ma nell'insieme forse è l'unica cosa che apprezzo del francese. Poulenc mi tentava però se paragonato a Ravel.... meglio il primo. Idem Prokofiev. Per chi può interessare i miei brani preferiti del genere sono :

Busoni, Concerto per piano (già menzionato in un'altra email)

Walton, Sinfonia concertante per piano (molto influenzata da Ravel !)

Vaughan Williams, Concerto per piano (o due pianoforti, dipende dalla versione)

Szymanowski, Sinfonia n.4 detta Concertante - uno dei miei pezzi preferiti in assoluto

Skalkottas, i concerti per pianoforte 1-3 (uno è scritto per piano e 10 fiati)

Shostakovich, concerto per piano tromba e archi

Schulhoff, i due concerti per piano (bellissimi, da ascoltare, ve li consiglio)

Schoenberg, concerto per piano e orchestra

Gerhard, concerto per pianoforte e archi (un capolavoro assoluto, da ascoltare)

Ginastera, concerto per pianoforte n.1 (da ascoltare, il finale è incredibile)

e infine Hindemith, la Kammermusik per pianoforte e 12 strumenti, di fatto un concerto vero e proprio nonostante le limitate dimensioni

Ciauuuu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io ho votato Ravel ma con poca convinzione ad essere sincero. I suoi concerti per pianoforte mi piacciono molto ma nell'insieme forse è l'unica cosa che apprezzo del francese. Poulenc mi tentava però se paragonato a Ravel.... meglio il primo. Idem Prokofiev. Per chi può interessare i miei brani preferiti del genere sono :

Busoni, Concerto per piano (già menzionato in un'altra email)

Walton, Sinfonia concertante per piano (molto influenzata da Ravel !)

Vaughan Williams, Concerto per piano (o due pianoforti, dipende dalla versione)

Szymanowski, Sinfonia n.4 detta Concertante - uno dei miei pezzi preferiti in assoluto

Skalkottas, i concerti per pianoforte 1-3 (uno è scritto per piano e 10 fiati)

Shostakovich, concerto per piano tromba e archi

Schulhoff, i due concerti per piano (bellissimi, da ascoltare, ve li consiglio)

Schoenberg, concerto per piano e orchestra

Gerhard, concerto per pianoforte e archi (un capolavoro assoluto, da ascoltare)

Ginastera, concerto per pianoforte n.1 (da ascoltare, il finale è incredibile)

e infine Hindemith, la Kammermusik per pianoforte e 12 strumenti, di fatto un concerto vero e proprio nonostante le limitate dimensioni

Ciauuuu

Apprezzo le tue interessanti segnalazioni (confesso di non conoscere più della metà di questi titoli :o ). Mi è venuto in mente il concerto per piano e orchestra di Lou Harrison. A qualcuno piace ? ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

azz, io non ne conosco neanche uno :ph34r: cercherò di informarmi e soprattutto di acquistare qualche buon CD. Ovviamente dopo il 10 di ottobre (data di riscossione dello stipendio :rolleyes: )

P.S. W Ravel!!! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sono autori un pò strambi, lo ammetto, però a parte Schoenberg, Skalkottas (dodecafonici) e Gerhard o Ginastera ("etnici" li definirebbero oggi...), non sono opere particolarmente d'avanguardia. Il più romantico in assoluto è Szymanowski.

Moderne sì, novecentesche (en passant adesso sto ascoltando il concerto di Ginastera) ma senza essere eccessive. Le sonorità più strabordanti sono, senza dubbio, quelle di Alberto Ginastera, compositore argentino morto nel 1983.

In genere preferisco il suono del pianoforte percussivo, secco, duro e incisivo. Come direbbe Glenn Gould (quello vero :D ) che suona come una macchina da cucire (commento riferito a Hindemith) ! Senza romanticismi, molto contrappunto e tante fughe possibilmente.

Di Harrison non ho mai ascoltato il concerto che menzioni, conosco però, in quanto lo possiedo in cd, un breve brano :

First Concerto for flute and persussion (1939) nei tempi I Earnest, fresh and fastish, II slow and poignant, III Strong, swinging and fastish - durata 7 minuti e 47 secondi

Forse è un pò differente dall'Harrison successivo, che pare abbia cambiato abbastanza radicalmente il suo stile. Ricorda vagamente certo Cage del periodo anni quaranta. Musica di facile ascolto e di facile comprensione, nel finale arieggia certa musica leggere (lo swing appunto). Francamente da questo brano non riesco a immaginarmi lo stile maturo.

Nella lista avevo dimenticato però un brano che ascolto abbastanza presto : Rodion Schedrin, concerto per pianoforte e orchestra (1973)

L'autore, russo vivente, è di dubbio valore ma in questa composizione si comporta egregiamente.

Se t'interssa sapere qualcosa di più della lista che ho fatto posso darti qualche dato ulteriore. Magari t'incuriosisci. Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×