Vai al contenuto
inghiboom

Paganini - capricci

Recommended Posts

Per un bel periodo di tempo furono considerati ineseguibili.

Chissà perchè poi Paganini non li eseguì mai in pubblico, il fatto della dedica "agli artisti" mi sembra riduttivo.

questo perchè la tecnica violinistica era meno sviluppata, fu proprio paganini che con le sue composizioni diede una sterzata in avanti e chi venne dopo fu praticamente costretto a raggiungere certi livelli di abilità, proprio per dimostrarsi all'altezza della situazione, io penso che oggi ci siano dei brani di musica contemporanea ben più difficili dei capricci di Paganini...il mondo va avanti...quello che ieri sembrava irrangiungibile oggi è già alle spalle... :laughingsmiley:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me piacciono quasi tutti. Alcuni li trovo assolutamente geniali, soprattutto pensando all'epoca in cui sono stati scritti.

Che ne pensate della scuola paganiniana? Pare che l'ultimo ad adottare i suoi insegnamenti sia stato Gaccetta, con risultati notevoli. A lui sono attribuite le primissime registrazioni in assoluto di alcuni dei Capricci di Paganini.

Nel metodo c'erano delle cose che ad alcuni potrebbero sembrare assurde, tipo esercitarsi facendo delle arcate senza toccare le corde, a 2cm da esse, con un peso attaccato al braccio destro, in modo che quando si suonava normalmente, si aveva la sensazione che l'arco fosse una piuma e si era in grado di eseguire con maggiore facilità cose virtuosistiche.

Poi ci sono tutte le diversità in merito alla posizione del violino, della mano sinistra, del pollice, ecc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
A me piacciono quasi tutti. Alcuni li trovo assolutamente geniali, soprattutto pensando all'epoca in cui sono stati scritti.

Che ne pensate della scuola paganiniana? Pare che l'ultimo ad adottare i suoi insegnamenti sia stato Gaccetta, con risultati notevoli. A lui sono attribuite le primissime registrazioni in assoluto di alcuni dei Capricci di Paganini.

Nel metodo c'erano delle cose che ad alcuni potrebbero sembrare assurde, tipo esercitarsi facendo delle arcate senza toccare le corde, a 2cm da esse, con un peso attaccato al braccio destro, in modo che quando si suonava normalmente, si aveva la sensazione che l'arco fosse una piuma e si era in grado di eseguire con maggiore facilità cose virtuosistiche.

Poi ci sono tutte le diversità in merito alla posizione del violino, della mano sinistra, del pollice, ecc.

so di persone che studiano con i pesi al braccio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
so di persone che studiano con i pesi al braccio...
In effetti, anche se può sembrare una cosa un po' estrema, penso che, se fatto con criterio, possa essere un ottimo esercizio per migliorare le proprie arcate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
In effetti, anche se può sembrare una cosa un po' estrema, penso che, se fatto con criterio, possa essere un ottimo esercizio per migliorare le proprie arcate.

sarà ma non ne sono così sicura...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Senza dubbio il mio preferito è il 4...è commovente, mamma mia quanto è bello, mi fa proprio sognare....geniale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Si, il n° 4 è anche une dei miei preferiti...

Eccone une bella esecuzione di

:wub:

si, questo capriccio è molto bello, so che lo richiedevano come brano d'obbligo al Concorso Tchaikowsky :happystrange:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos

Senza dubbio il mio preferito è il 4...è commovente, mamma mia quanto è bello, mi fa proprio sognare....geniale

quasi impossibile da suonare :o lo sto leggendo in questi giorni, c'è da perderci la testa

I miei preferiti sono senza dubbio 17

maledette ottave diteggiate!

18

maledette scale di terze

19

maledette prime quattro battute :lol:

Paganini secondo me è geniale perché è la musica al limite massimo della difficoltà. Non è così difficile da essere ineseguibile, ma è talmente difficile che niente nella letteratura violinistica lo supera. Se non lo studi almeno almeno un mese prima di un concerto sta' sicuro che fai un disastro. Paganini è la fune tesa dalla quale un violinista non deve cadere se si vuole ritenere tale :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Premetto che non li ho ascoltati tutti.

Ma tra i miei preferiti rientra di sicuro il 24,ascoltato e riascoltato anche suonato da diversi strumenti oltre il violino (Chitarra,Violoncello,Contrabbasso)

Per quanto riguarda la versione originale per violino godetevi

versione del grandissimo Jascha Heifetz.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos

ragazzi, a pensarci bene....ma il 12 quanto difficile non è??? :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×