Vai al contenuto
silvia

i migliori conservatori italiani

Recommended Posts

secondo voi quali sono in italia i migliori conservatorio a livello di insegnanti e preparazione????Secondo voi è cosi' scontato che i migliori siano quelli delle grandi citta'???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest samucito30
secondo voi quali sono in italia i migliori conservatorio a livello di insegnanti e preparazione????Secondo voi è cosi' scontato che i migliori siano quelli delle grandi citta'???

il conservatorio migliore non solo in Italia ma nel mondo in assoluto è quello di Frosinone.

EVVAI Frosinoneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!! : D : D

sese.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sinceramente non saprei cosa dire..sia perchè non conosco molti conservatori..sia perchè comunque succedono taaaanti casini dappertutto.. <_<-_-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I Casini sono ovunque sono d'accordo!

Ma Frosinone è uno dei peggioeri in assoluto sia come organizzazzione sia come corpo docenti specia x i violinisti uno + scandaloso dell'altro! :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sicuramente non il paganini qua a genova... soprattutto gli insegnanti di canto.... vi sono una marea di gente ke si diploma da privatista in cantoperchè tiene alle sue corde vocali....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mi avevano parlato bene del conservatorio di fermo...xò boh...nn so ke dire ^^'''' voi ke ne pensate? :o

eeeeeeee viva il MIO conservatoio!!!!!!!x violino l'unico e' il mio maestro e rogliano per il resto..mmmmmm

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sicuramente non il paganini qua a genova... soprattutto gli insegnanti di canto.... vi sono una marea di gente ke si diploma da privatista in cantoperchè tiene alle sue corde vocali....

:lol::lol::lol::lol:

:ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest _stellina
non è male il cons di Fermo... si fanno molte attività

cm sei freddino.. :P:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cm sei freddino.. :P:)

dipende dai gusti ;)

cmq i bidelli sono simpatici ;)

a parte gli scherzi, ci sono degli insegnanti validi ed insegnanti meno validi, come in tutti i conservatori ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

... in base a che cosa si giudica un conservatorio? è questa la domanda che mi sono posta leggendo. Cioè, si giudica in base agli insegnati? Ma in che conservatorio ci sono solo insegnanti bravi? In base alle attività? In base al direttore? e a colui che è capitato quell'insegnante non bravo, viene spontaneo dire che non è molto buono come conservatorio.. almeno.. io direi così... :ph34r::ph34r:

Se in qualcuno dei vostri conservatori non ci sono raccomandazioni, preferenze, favoritismi per gli interni... ditelo... sono disposta a trasferirmi... :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il conservatorio migliore non solo in Italia ma nel mondo in assoluto è quello di Frosinone.

EVVAI Frosinoneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!! : D : D

sese.gif

ti rendi conto di cio che hai detto?!?! :o:o:ph34r:

:D scherzo... comunque non credo sia il migliore... :ph34r:B)B):D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest samucito30
ti rendi conto di cio che hai detto?!?! :o:o:ph34r:

:D scherzo... comunque non credo sia il migliore... :ph34r:B)B):D

:mellow:

come sei perspicace

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me non dispiace Castelfranco... anche perché in poche parole ci conosciamo tutti e si fanno sempre tante cose (da quest'anno l'orchestra sta ricominciando a funzionare dopo un periodo di buio totale)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I migliori quelli delle grandi città? Mai letta una svista più colossale. Io studio a Napoli, al prestigioso S. Pietro a Majella, ma posso garantirvi che è uno scandalo per qualsiasi materia, violino poi non ne parliamo. Ovviamente le eccezioni ci sono sempre per tutti gli strumenti,

ma nel complesso...

è meglio pensare ai tempi di Curci, Pavanelli, Gaudino, Prencipe, Leone (ma ne mancano tantissimi) e Vitale (per il pianoforte)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
I migliori quelli delle grandi città? Mai letta una svista più colossale. Io studio a Napoli, al prestigioso S. Pietro a Majella, ma posso garantirvi che è uno scandalo per qualsiasi materia, violino poi non ne parliamo. Ovviamente le eccezioni ci sono sempre per tutti gli strumenti,

ma nel complesso...

è meglio pensare ai tempi di Curci, Pavanelli, Gaudino, Prencipe, Leone (ma ne mancano tantissimi) e Vitale (per il pianoforte)

Io in genere vengo in Commissione ai Diplomi di Direzione d'Orchestra e, nonostante i problemi e i casini propri di un Conservatorio non riesco a parlare male del S.Pietro a Majella: lì ho studiato da ragazzino, lì ho imparato il mestiere, lì ho conosciuto Sergio Fiorentino, lì si organizzavano i salotti culturali di Maria Delle Cave (ex docente di Clavicembalo) e potevi incontrare Francesco D'Avalos o Paolo Spagnolo.

Io insegno a Bolzano, un Conservatorio che avrebbe i mezzi per essere davvero il migliore d'Italia (soldi, spazi, molti docenti in gamba) ma che giace sotto una mentalità del cazzo, dove predominano incontrastati i tedeschi e dove ti fanno sentire (o almeno cercano) un "vu insegnà".

Io dalla mia ho che i ragazzi in Orchestra mi vogliono bene e io per loro faccio cose oltre i limiti (es. scambio via Messenger di mp3 rari, partiture scannerizzate in pdf, esami di Armonia fatti via MMS, correzione compiti, lezioni fuori orario a casa di altri allievi, cene a base di pesce a casa mia a Roma, etc.).

La mentalità del Docente "tipo" è standardizzata e oscilla tra il sindacalismo e la Gazzetta dello Sport, esiste gente della quale non si ricorda un Recital nella storia dell'umanità.

E in ultimo aggiungo una cosa: da quando hanno inventato il Consiglio Accademico ci stiamo vedendo sciorinare tutte le frustrazioni e la mediocrità di personaggiucoli che organizzano i loro scambietti di basso profilo e le loro conferenzine basate sul nulla assoluto.

Concludo dicendo una cosa: dopo 20 anni di insegnamento, in posti dimenticati da Dio come Rodi G.co e Reggio Calabria ora che da 8 anni sto a Bolzano posso confermare che ogni Istituto ha i suoi problemi ma se i Conservatori del sud soffrono di mancanza di fondi ed in alcuni casi della presenza di Docenti così così (Reggio Calabria ne era un ricettacolo), nel Conservatorio del più estremo nord la situazione non cambia perchè la mentalità farisea e ottusa di molti, il calabrachismo di altri fanno solo male agli Studenti ma anche a quei disgraziati che insegnano "anima e corpo" ma che vengono relegati in Serie B.

Da noi i Violinisti devono suonare balzato TUTTO, pure le semibrevi e le pause, perchè fa "filologico", da noi i Pianisti non sono in grado di accompagnare un V di Violino, da noi al Musica Sacra si fa in tedesco, da noi il Direttore dell'Orchestra del Conservatorio (io) dovrebbe farsi controllare programmi e metodologie da 6 individui che l'Orchestra non l'hanno mai vista...e mai la vedranno!

Allora, bienni, trienni, seminari e quant'altro sono a parer mio delle gran fregnacce e alla fine quelli che escono dalla Julliard e quelli che escono da Frosinone o da Bolzano sono uguali solo davanti a Dio, ma non davanti al pubblico.

Ahimè!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest samucito30
E in ultimo aggiungo una cosa: da quando hanno inventato il Consiglio Accademico ci stiamo vedendo sciorinare tutte le frustrazioni e la mediocrità di personaggiucoli che organizzano i loro scambietti di basso profilo e le loro conferenzine basate sul nulla assoluto.

perfettamente ragione.

senza dimenticare che il consiglio accademico non risolve i problemi interni al conservatorio e finisce pure per rovinare l'armonia e creare "fazioni" tra diversi gruppi di docenti

Da noi i Violinisti devono suonare balzato TUTTO, pure le semibrevi e le pause, perchè fa "filologico"

ahahahahahhahahahah questa è stupenda.

però almeno così sono costretti ad impararlo. al sesto di violino sono ben pochi quelli che lo fanno bene, il balzato (ma anche il detaché)

Allora, bienni, trienni, seminari e quant'altro sono a parer mio delle gran fregnacce e alla fine quelli che escono dalla Julliard e quelli che escono da Frosinone o da Bolzano sono uguali solo davanti a Dio, ma non davanti al pubblico.

Ahimè!

grande frosinone.l'anno prossimo mi diplomo, e il biennio mi costerà 1200 euro di tasse l'anno (senza contare le spese tipo benzina,pranzo, libri inutili ecc).farlo o non farlo?

(a parte il fatto che avevo optato per l'alternativa viola)

cene a base di pesce a casa mia a Roma...

:o

se stai a roma allora li conosci tutti i prof di frosinone!

:o

(puoi fartela meglio di me l'idea di cosa sia quel cons)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io in genere vengo in Commissione ai Diplomi di Direzione d'Orchestra e, nonostante i problemi e i casini propri di un Conservatorio non riesco a parlare male del S.Pietro a Majella: lì ho studiato da ragazzino, lì ho imparato il mestiere, lì ho conosciuto Sergio Fiorentino, lì si organizzavano i salotti culturali di Maria Delle Cave (ex docente di Clavicembalo) e potevi incontrare Francesco D'Avalos o Paolo Spagnolo.

Io insegno a Bolzano, un Conservatorio che avrebbe i mezzi per essere davvero il migliore d'Italia (soldi, spazi, molti docenti in gamba) ma che giace sotto una mentalità del cazzo, dove predominano incontrastati i tedeschi e dove ti fanno sentire (o almeno cercano) un "vu insegnà".

Io dalla mia ho che i ragazzi in Orchestra mi vogliono bene e io per loro faccio cose oltre i limiti (es. scambio via Messenger di mp3 rari, partiture scannerizzate in pdf, esami di Armonia fatti via MMS, correzione compiti, lezioni fuori orario a casa di altri allievi, cene a base di pesce a casa mia a Roma, etc.).

La mentalità del Docente "tipo" è standardizzata e oscilla tra il sindacalismo e la Gazzetta dello Sport, esiste gente della quale non si ricorda un Recital nella storia dell'umanità.

E in ultimo aggiungo una cosa: da quando hanno inventato il Consiglio Accademico ci stiamo vedendo sciorinare tutte le frustrazioni e la mediocrità di personaggiucoli che organizzano i loro scambietti di basso profilo e le loro conferenzine basate sul nulla assoluto.

Concludo dicendo una cosa: dopo 20 anni di insegnamento, in posti dimenticati da Dio come Rodi G.co e Reggio Calabria ora che da 8 anni sto a Bolzano posso confermare che ogni Istituto ha i suoi problemi ma se i Conservatori del sud soffrono di mancanza di fondi ed in alcuni casi della presenza di Docenti così così (Reggio Calabria ne era un ricettacolo), nel Conservatorio del più estremo nord la situazione non cambia perchè la mentalità farisea e ottusa di molti, il calabrachismo di altri fanno solo male agli Studenti ma anche a quei disgraziati che insegnano "anima e corpo" ma che vengono relegati in Serie B.

Da noi i Violinisti devono suonare balzato TUTTO, pure le semibrevi e le pause, perchè fa "filologico", da noi i Pianisti non sono in grado di accompagnare un V di Violino, da noi al Musica Sacra si fa in tedesco, da noi il Direttore dell'Orchestra del Conservatorio (io) dovrebbe farsi controllare programmi e metodologie da 6 individui che l'Orchestra non l'hanno mai vista...e mai la vedranno!

Allora, bienni, trienni, seminari e quant'altro sono a parer mio delle gran fregnacce e alla fine quelli che escono dalla Julliard e quelli che escono da Frosinone o da Bolzano sono uguali solo davanti a Dio, ma non davanti al pubblico.

Ahimè!

Salve Maestro,benvenuto nel forum...lei e' venuto al mio esame di conferma di direzione d'orchestra quest'anno a Napoli(ho diretto il primo tempo della Pastorale...si ricorda?)

cmnq quoto quello che ha scritto...la situazione nei conservatori e' molto triste...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ricordo benissimo il tuo esame, con gli allievi di Vizioli si instaura sempre un ottimo rapporto, così come con lui stesso.

I Conservatori soffrono soprattutto di una cosa: l'aver voluto cambiare camicia senza prima lavarsi le ascelle.

Quando mi si dice che io sono un professore universitario mi viene solo da ridere, non solo per la mia busta-paga inficiata dalle spese insormontabili per fare da anni la Roma-Bolzano-Roma senza gli sponsor dei ciclisti nè potendomi dopare, ma per l'inconsistenza della faccenda in sè.

Ricordo che non pochi anni fa, durante un Collegio Docenti c'è stato chi ha profferito la seguente frase:"Ovunque abbiamo andato siamo sempre avuti successo!".

Ma ho conosciuto anche un Direttore capace di dire:"Durante la mia assenza siete deceduti senza di me, avete trovato uno scamotaggio ...sì ma aprite la finestra che qui pare un forno crepatorio".

E questi sono i nuovi Docenti e Rettori di Università?

Vogliamo soppiantare i Carabinieri e i Violisti come soggetti da barzellette?

Faccio semplicemente rilevare che un passaggio di semicrome dei Violini lo insegno oggi allo stesso modo in cui lo insegnavo quando ero un semplicissimo insegnante di Scuola secondaria (tali erano - e sono rimasti - i Conservatori).

Vedere colleghi che esaminano i biennalisti dandogli del "Lei" e firmando i Diplomi di Laurea per poi scappare dalla propria sede di insegnamento per recarsi nel Conservatorio limitrofo a strappare con le unghie il proprio biennio lo trovo ridicolo e patetico.

Aver illuso migliaia di studenti prima con la Didattica, poi con la SISS, ora con i Bienni è per me materiale cospicuo per passare per le armi tutte le "Wanne Marchi" della Musica.

Per questo considero il Diploma un passaggio, come quando un padre porta il bambino in mare e un bel giorno decide mollare la presa e farlo nuotare: sulle prime si manda giù un po' d'acqua ma poi chi ha la capacità galleggia, chi no... affoga.

Il problema dell'Italia è che affogano per primi quelli con le capacità, a vantaggio di caste e di minoranze protette che poi non sono nè minoranze, nè tantomeno da proteggere.

Vogliamo tentare un'interpellanza al Sovrintendente dell'Accademia di S.Cecilia onde farci argomentare i criteri con cui stila la programmazione e la scelta dei Direttori?

Io sono pronto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest samucito30
frosinone?????

fa propio schifo!!!!

scusa ql è la classe di violino k si salva?????

AHHAHAHAHAHAHAHAH TU SEI CHIARA

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×